Acustica

Giovani amanti della musica: ma le cuffie fanno male all’udito?

le cuffie fanno male

Si utilizzano attaccate a lettori mp3, smartphone, computer e tablet, ma se non utilizzate in modo opportuno le cuffie fanno male all’udito. A sottolineare i possibili rischi è anche l’Organizzazione Mondiale della Sanità, secondo cui le cuffie creano disagi ai giovani in tutto il mondo anche a causa di come vengono utilizzate per ascoltare la musica.

Attualmente i giovani tra i 12 e i 35 anni con gravi problemi di udito sono più di 43 milioni. Nei Paesi a reddito medio-alto il 50% circa di queste persone deve i suoi disturbi proprio al fatto che le cuffie fanno male nel momento in cui emettono suoni a livelli superiori ai limiti sicuri.

Quando le cuffie fanno male: le conseguenze sull’udito

Quando il volume della musica è troppo alto, le cuffie possono creare disagio perché l’esposizione a suoni forti affatica le cellule sensoriali dell’orecchio. Le possibili conseguenze includono comparsa di acufeni e perdita temporanea dell’udito.

L’utilizzo di cuffie può compromettere soprattutto la capacità di percepire i suoni dalla frequenza elevata, ma un’esposizione continua a suoni molto forti può danneggiare anche la capacità di comprendere il linguaggio parlato.

Nel momento in cui le cellule guariscono l’udito migliora. Tuttavia, in caso di suoni molto forti o esposizioni regolari o prolungate, le cuffie portano danni in maniera irreversibile, causando ipoacusia permanente. Per di più l’esposizione ai suoni forti in giovane età influenza anche la perdita delle capacità uditive durante l’invecchiamento.

le cuffie fanno male

Quando le cuffie fanno male: i livelli di sicurezza

I danni provocati dalle cuffie variano da persona a persona, in base a predisposizione genetica, problemi di salute e fumo.

I livelli di sicurezza dipendono però sempre dall’intensità della musica ascoltata, dalla frequenza alla quale la si ascolta e dalla durata dell’ascolto. Questi fattori contribuiscono alla quantità totale di suono cui è esposto l’orecchio, che non deve superare la soglia di 85 dB per 8 ore. Il tempo per cui è possibile ascoltare musica in cuffia in modo sicuro diminuisce all’aumentare dell’intensità del suono: a 100 dB si riduce a 15 minuti al giorno.

I lettori mp3 emettono suoni tra 75 e 136 dB. Usare auricolari adatti al proprio orecchio permette di ascoltare musica a volumi inferiori. Inoltre esistono cuffie che eliminano rumori di fondo, consentendo migliori ascolti a volumi più sicuri. Infine, secondo le norme europee, gli apparecchi devono garantire livelli di emissione standard sicuri e avvisare al superamento della soglia di sicurezza; sfruttare questi strumenti permette di evitare conseguenze irreparabili.

 

Fonti articolo:

. Cenelec – European Committee for Electrotechnical Standardization. EUROPEAN STANDARD EN 60065/A12. Audio, video and similar electronic apparatus – Safety requirements

. European Commission. Press Release Database. Consumers: EU acts to limit health risks from exposure to noise from personal music players. https://goo.gl/rRaisB. 05/06/18

. Sanchez TG et al. Tinnitus is associated with reduced sound level tolerance in adolescents with normal audiograms and otoacoustic emissions. Sci Rep. 2016 Jun 6;6:27109. doi: 10.1038/srep27109

. World Health Organization. Make Listening Safe. https://goo.gl/Kj1krS

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter