Acustica

Sordità da rumore troppo elevato: la prevenzione secondo gli studi

Le nostre orecchie hanno il prezioso compito di farci percepire tutti i suoni e i rumori che ci circondano. L’orecchio, infatti, può subire dei danni in seguito ad un” trauma acustico” causato da un rumore troppo elevato. Il trauma acustico non è poi così banale considerando che può provocare fastidiosi acufeni e perdita dell’udito. A rendere il rischio ancor più temibile è che il danno non è reversibile e può, con il tempo, portare addirittura alla sordità da rumore.

Sordità da rumore: le cause

La sordità da rumore può essere provocata in pochi minuti da un rumore elevato e violento come quello di un’esplosione o in maniera graduale da un’esposizione costante a rumori dannosi. In questo caso gli effetti negativi del rumore sono in relazione a:

  • il livello sonoro
  • la durata cui ci si sottopone al rumore
  • la frequenza con cui ci esponiamo a tali sollecitazioni acustiche

Considerare dunque che, più forte sia il suono, minore sia il tempo necessario perché avvenga la condizione di sordità. Generalmente la perdita uditiva è molto graduale e è avvertita solo quando ha già una certa rilevanza. Questo comporta un ritardo nell’intervento e una persistenza all’esposizione a situazioni di rischio.

Il calo dell’udito può essere accompagnato da alterazioni del sistema uditivo come ronzii, fischi, acufeni. La sordità da rumore, è sempre più diffusa e il dato allarmante riguarda soprattutto i giovani in quanto si sviluppa in età adolescenziale a causa di discoteche e auricolari. Nel corso della IV Giornata dell’Udito, organizzata al Ministero della Salute, è emerso che il problema di ipoacusia sta aumentando in maniera esponenziale tanto che in Italia sono 7 milioni le persone che ne soffrono. È stato, inoltre, sottolineato che il problema è spesso sottovalutato e non c’è una tendenza a sottoporsi a un controllo dell’udito.

sordita rumore

L’importanza della prevenzione

Vista l’irreversibilità della sordità da rumore, sia esso da trauma sia da esposizione costante e continua l’unica strategia valida è la prevenzione. Per evitare un calo dell’udito è dunque necessario evitare che le nostre orecchie siano sottoposte a stress continui o periodici e a rumori intensi e lesivi. È dunque necessario:

  • evitare utilizzo di cuffiette che impongono un volume elevato e comunque, ridurre al minimo il tempo di utilizzo;
  • prestare attenzione al volume del suono in qualsiasi circostanza;
  • se un suono percepito come alto evitate di ascoltarlo per lungo tempo;
  • evitare di frequentare spesso locali troppo rumorosi
  • dove necessario utilizzare protezioni acustiche per ridurre l’intensità del suono percepita
  • utilizzare fuochi di artificio a bassa intensità e mantenerci a una distanza di sicurezza
  • se notate una diminuzione dell’udito fatevi visitare da uno specialista per intervenire tempestivamente e frenare il progredire della situazione

Come intervenire sulla sordità da rumore?

La diagnosi può essere fatta attraverso un test audiometrico con cui si rileva la capacità uditiva. Qualora venisse riscontrato un calo di udito è possibile ricorrere all’utilizzo di:

  • amplificatori acustici che sono dispositivi elettronici che amplificano il suono, ossia aumentano l’intensità di un segnale acustico così da favorirne la percezione. Ottima soluzione quando l’udito comincia a calare un po’.
  • apparecchi acustici che, correttamente regolati, sono in grado di controllare la carenza uditiva Il loro utilizzo necessita l’intervento di uno specialista.

In commercio ci sono validi modelli di dimensioni ridotte, di facile utilizzo e d’immediata reperibilità.

Fonti:
https://www.liberoquotidiano.it/news/scienze—tech/13449028/ipoacusia-ecco-come-si-rischia-di-perdere-l-udito-i-sintomi-che-non-devi-ignorare.html
https://www.signia.it/blog/suoni-che-danneggiano-udito/
http://www.clicmedicina.it/limitare-danni-udito-forti-rumori/
http://www.nonnoascoltami.it/?p=8193

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media