Benessere occhi

Cosa sono gli scotomi scintillanti, spesso origine dell’emicrania

scotomi scintillanti

Avete mai sentito parlare di scotomi scintillanti? Si tratta di disturbi a carico della vista, che coinvolgono uno o entrambi gli occhi, associati spesso all’emicrania con aura. Più precisamente lo scotoma scintillante consiste nella percezione all’interno del proprio campo visivo di una macchiolina scura contornata da strisce colorate a luminosità intermittente. Quando si soffre di uno scotoma scintillante, questa chiazza provoca una ridotta o addirittura assente sensibilità della retina che non risponde in modo corretto allo stimolo luminoso.

In conseguenza si avrà una minor funzionalità visiva con difficoltà a visualizzare in modo chiaro i dettagli che si trovano in direzione della parte dell’occhio coinvolta, mentre si riuscirà a percepire nitidamente il resto del campo visivo.

Ancora non sono del tutto chiare le cause scatenati di questo disturbo, spesso viene legato a un restringimento dei vasi sanguigni che si verifica all’interno degli occhi. Inoltre può avere una frequenza piuttosto variabile, mentre la durata dipende da ogni singolo caso ma di solito non supera i 15 minuti.

Il primo campanello d’allarme che indica la presenza di scotomi scintillanti è la comparsa di una piccola macchia scura nel nostro campo visivo, da cui si sviluppano linee o strisce luminose e di diversi colori (giallo, rosso, verde e blu).

Capita spesso, purtroppo, che questo primo sintomo sia poi accompagnato da altri disturbi come mal di testa, nausea, stanchezza generale e a volte anche vomito. Generalmente questo scotoma, tipico dell’emicrania con aura, è temporaneo e dura di solito pochi minuti prima di cedere il posto a una cefalea di intensità moderata o forte che può accompagnare la persona anche fino a 72 ore ma, può anche succedere, che i sintomi dell’aura non siano poi seguiti da mal di testa.

Afomill Gocce Oculari

Scotoma scintillante: cause

Oltre all’emicrania, esistono altre situazioni, legate a seri problemi della vista, che possono provocare l’insorgere di questo disturbo. Tra queste, le principali sono:

  • distacco della retina
  • cataratta
  • glaucoma
  • patologie a carico della macula
  • lesioni delle vie ottiche
  • alternazioni del nervo ottico

Anche patologie vascolari e neurologiche, ischemia, tumori cerebrali e intossicazioni possono generare scotomi scintillanti: questi disturbi richiedono un immediato controllo medico.

scotomi scintillanti emicrania

Scotomi scintillanti: diagnosi e terapie

Per diagnosticare uno scotoma scintillante, occorre effettuare l’esame del campo visivo che consiste, attraverso specifici strumenti computerizzati, nella misurazione della visione dello spazio che circonda l’occhio. Se siamo in presenza di questo disturbo, l’oculista vedrà nella rappresentazione grafica un’area scura circondata da luce e colore che si proietta sugli oggetti fissati dal paziente.

Non esiste un’unica terapia per la sua cura, sarà compito del medico valutare la causa che ha provocato lo scotoma e indirizzare ogni singolo caso verso un iter clinico mirato. Nei casi più complessi, se il soggetto subisce danni permanenti, un valido percorso di riabilitazione può rilevarsi una strategia vincente per riuscire a recuperare una parte della vista.

Anche l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale, soprattutto per quanto riguarda la prevenzione. Esistono infatti diversi cibi che possono maggiormente provocare un attacco di emicrania, tra questi: latticini, cioccolato, frutta secca, uova, formaggi stagionati e minestre di dado, senza dimenticare di prestare attenzione anche a frutti di mare, crostacei, carne in scatola, mais, banane, cipolle, pomodori e tutti i derivati del frumento.  È quindi importante capire se ci può essere una correlazione tra alcuni particolari alimenti e gli attacchi di emicrania, soprattutto se questi avvengono frequentemente dopo aver mangiato. Esistono anche altri particolari momenti in cui gli scotomi scintillanti possono presentarsi spesso, per esempio dopo aver svolto lavori mentali o fisici particolarmente intensi. In questi casi, potremmo essere in presenza semplicemente di un affaticamento visivo a cui è possibile dare un sollievo immediato attraverso l’utilizzo di gocce oculari a base di acque distillate di camomilla, aloe, eufrasia e finocchio.

Fonti:
https://www.inran.it/scotoma-scintillante/12576
https://www.iapb.it/scotoma
– https://www.humanitas.it/sintomi/scotomi
https://www.my-personaltrainer.it/benessere/scotoma-scintillante.html

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media