Benessere occhi

Come migliorare la vista con i cibi giusti: ecco la dieta per gli occhi

migliorare la vista

I nostri occhi sono sottoposti quotidianamente a sollecitazioni di varia natura che possono danneggiare e compromettere la nostra vista. Come migliorarla?
Le cause più comuni e frequenti dei disturbi visivi sono:

  • L’impiego costante di computer, tablet, smartphone o televisione che sottopongono l’apparato visivo ad uno sforzo continuo con conseguente affaticamento degli occhi e possibile insorgenza di piccoli o grandi problemi alla vista.
  • Utilizzo frequente di lenti a contatto che possono limitare la produzione di liquido lacrimale con conseguente secchezza e maggior rischio di infezioni oculari.
  • Esposizione costante a polveri o pollini che causano bruciore, rossore e lacrimazione.
  • Utilizzo di luci artificiali che affaticano l’occhio e potrebbero danneggiarne la capacità visiva.
  • Esposizione prolungata e senza protezione alla luce abbagliante del sole e alle radiazioni che possono nuocere alla retina.

Possiamo aiutare i nostri occhi, e supportarli nel loro faticoso lavoro già a tavola, introducendo sostanze ad azione benefica e protettiva come vitamine e alimenti adeguati.

I cibi per migliorare la vista e prevenire i disturbi

Per una dieta utile alla nostra vista dobbiamo assumere preferibilmente i seguenti cibi:

  • Frutta e verdura di colore giallo e arancione per la presenza di Carotenoidi, e nello specifico:
    • Beta carotene che, giunto nell’intestino, viene trasformato in vitamina A, implicata nella rigenerazione del pigmento visivo deputato alla visione crepuscolare.  Una sua carenza comporta quindi un deficit della visione notturna oltre a secchezza oculare, predisposizione alle infezioni ed ulcerazioni.
      Il Beta carotene è presente in vari tipi di frutta come albicocche, pesche e pompelmi.
    • Luteina e Zeaxantina hanno la funzione di proteggere gli occhi dall’azione dei raggi ultravioletti. Si tratta, infatti, di pigmenti oculari presenti nella macula, parte centrale della retina, che fungono da filtro ed impediscono alle radiazioni nocive di raggiungere e danneggiare la retina. Prevengono la degenerazione maculare e rallentano e alleviano i sintomi della cataratta.
      Si trovano nelle verdure a foglie verdi come gli spinaci.
  • Uova e latticini che contengono retinoidi, anch’essi precursori della vitamina A.

A questi è utile associare alimenti ricchi di antiossidanti come:

  • Agrumi, in particolare il limone, ricchi di vitamina C o acido ascorbico, che protegge l’intero organismo dall’attacco dei radicali liberi ed è importante anche per la salute degli occhi in quanto può prevenire patologie degenerative. È utile nel trattamento del glaucoma e per la cura di ulcere corneali, contrasta l’indurimento dell’occhio e aiuta a prevenire ed eliminare le infezioni.
  • Frutta secca: mandorle, noci, nocciole e arachidi. Ricche di vitamina E, grazie alla loro azione antiossidante contrastano i processi di invecchiamento dei componenti dell’occhio maggiorente sottoposti all’ossidazione. La vitamina E è reperibile anche negli oli vegetali.
  • Semi oleosi e legumi sono un’importante fonte di Zinco, minerale con proprietà antiossidanti implicato nel buon funzionamento della vista.
  • Il pesce, alimento fondamentale in quanto ricco di
    • Grassi omega 3, nutrienti essenziali per i nostri occhi, con una azione    lubrificante che aiuta a combattere la secchezza oculare.
    • Vitamina D ottima per sostenere la funzioni della retina, per proteggere dalle infiammazioni ed attenuare i rossori oculari.  

migliorare la vista

Mangiare adeguatamente e seguire una dieta ricca di frutta e verdura colorata, fin da piccoli, è una buona prevenzione per la salute dell’occhio e possono migliorare la vista

Ricette per la dieta degli occhi

Mangiare sano non vuol dire mangiare senza gusto. Si possono sfruttare gli ingredienti sopra citati in vari modi per creare piatti ricchi di sapore che aiutino la vista: una pasta con salsa di noci, delle polpettine con tonno e carota, una dolce con arancia, carote e limone.

Pasta con salsa alle noci

Ingredienti

Pasta lunga o corta, una decina di noci, mollica di pane, parmigiano grattugiato q.b.,sale q.b, olio.

Procedimento

Ammollare la mollica di pane nel latte. A parte, mettere in un mixer le noci sgusciate e aggiungere il parmigiano grattugiato, un bel pizzico di sale, l’olio, il pane strizzato e, se volete, uno spicchio di aglio sbucciato. Frullare ed unire altro latte per ottenere una salsa cremosa con cui si condisce la pasta, una volta cotta.

Polpettine di tonno e carote

Ingredienti

2 scatole di tonno, 4 carote, 2 cucchiai di parmigiano, 3 cucchiai di pangrattato, 1 tuorlo,  basilico e sale q.b.

Procedimento

Dopo aver lessato le carote, schiacciarle e creare un purea che andrà aggiunta al tonno ben sgocciolato, al parmigiano, al pangrattato, al sale ed al basilico. Impastare bene per ottenere un composto amalgamato con cui si formano delle polpettine. Dopo averle poste in un tegame, infornare a 220° per circa 10 minuti, tempo necessario per farle dorare.

Torta di arancia, carote e limone

Ingredienti

3 uova, 300 gr. di farina 00 , 300 gr. di zucchero, un pizzico di sale , una carota, una arancia, un limone, 100 ml di olio di semi, lievito in polvere per dolci, zucchero a velo q.b.

Procedimento

Lavorare le uova con lo zucchero ed un pizzico di sale, montarle con un frullino elettrico per ottenere un composto chiaro e spumoso.

Dopo aver lavato e pelato la carota, frullarla nel mixer. Grattugiare la buccia dell’arancia e del limone e spremere il succo. Aggiungere al composto di uova le carote frullate, il succo di arancia e limone e l’olio, unire anche la farina setacciata, il lievito in polvere e amalgamare bene tutti gli ingredienti. Per rendere l’impasto più morbido si possono aggiungere 100 ml di latte. Versare il composto in uno stampo di 24 cm rivestito con carta da forno e cuocere in forno già caldo a 180° per circa 30 minuti.

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter