Benessere occhi

Occhiali da sole per bambini: ecco come scegliere quegli giusti

occhiali da sole per bambini

Estate. Tempo di mare, sole e lunghe ore trascorse in attività all’aria aperta. Naturale in questi casi avere cura di proteggere la pelle dei bambini, non solo con creme ad alto fattore di protezione solare. La stessa attenzione, tuttavia, non viene sempre dedicata agli occhi che, sebbene altrettanto sensibili, rischiano di essere trascurati.

Perché sono importanti gli occhiali da sole per bambini

Gli occhi dei bambini sono, infatti, delicati e, soprattutto in fase di sviluppo fino all’età di 6-7 anni, ancora più sensibili di quelli degli adulti. I raggi ultravioletti possono colpire la retina e danneggiarla, per questo sarebbe opportuno che i bambini già dai primi anni di vita si abituassero, soprattutto durante il tempo trascorso in spiaggia o in montagna, a portare gli occhiali da sole.

È importante però che l’occhiale sia un vero prodotto ottico e non un giocattolo, magari con colori e disegni accattivanti ma privo di lenti che, benché scure, non sono in grado di filtrare efficacemente i raggi UV. Le lenti scure, necessarie per schermare le radiazioni, causano, infatti, la dilatazione delle pupille; in assenza di filtri efficaci, le radiazioni solari possono quindi penetrare e danneggiare l’occhio.

La protratta esposizione alla luce del sole soprattutto in luoghi con molto riverbero può causare l’infiammazione acuta della congiuntiva e della cornea con sintomi come gonfiore, dolore, lacrimazione e sensazione di sabbia negli occhi. In questo caso meglio consultare l’oculista, che saprà prescrivere la terapia adatta.

In caso di disturbi banali, magari dovuti al vento o a un’irritazione passeggera, nei bambini come negli adulti, è possibile instillare qualche goccia di collirio lenitivo e rinfrescante. Valgono tuttavia precauzioni generali come non entrare in acqua se s’indossano lenti a contatto o se è in corso un’infezione oculare.

occhiali da sole per bambini

 

Come scegliere gli occhiali da sole per bambini?

Prima di tutto attenzione alla montatura e alla forma delle lenti, che devono essere in linea con le loro esigenze. La montatura non dovrebbe superare il bordo inferiore delle sopracciglia del bambino. Nella parte bassa non dovrebbe toccare gli zigomi e ai lati non dovrebbero andare oltre gli angoli esterni degli occhi. Gli occhiali inoltre dovrebbero calzare bene sul naso del bambino, in modo che non scivolino. Le astine dovrebbero essere prive di spigoli e flessibili, in modo da aderire alla testa del bambino.

Il materiale della montatura dovrebbe infine essere morbido ed elastico, robusto ma leggero, oltre che ipoallergenico e atossico. I bambini più piccoli, infatti, potrebbero facilmente portare alla bocca le astine.

La forma delle lenti dovrebbe essere tale da garantire un campo visivo ampio. Gli stessi accorgimenti valgono per le lenti da vista: spesso, infatti, non si pensa che i bambini devono sempre guardare verso l’alto per rapportarsi con gli adulti. Per occhiali da sole per bambini, meglio scegliere lenti di plastica o infrangibili.
Per quanto riguarda la schermatura, è importante assicurarsi che le lenti siano in grado di filtrare le radiazioni, secondo quanto indicato da un indice (variabile da 1 a 4) che dovrebbe essere riportato sempre sulle lenti. Ogni occhiale inoltre dovrebbe riportare infine il marchio CE che garantisce il rispetto delle normative europee di fabbricazione.

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter