Benessere occhi

Quali sono i sintomi della congiuntivite virale? Scopri come trattarla

congiuntivite-virale-sintomi

La congiuntivite virale è un’infezione comune che è bene non trascurare poiché, oltre alla congiuntiva, può comportare danni alle altre membrane dell’occhio.

Che cos’è la congiuntivite virale

Causata da vari tipi di virus, la congiuntivite virale è un’infezione acuta della congiuntiva, cioè la membrana che ricopre sia la superficie anteriore del bulbo oculare che quella interna delle palpebre. È molto contagiosa, ma anche “auto-limitante”, proprio perché di origine virale. Questo tipo di congiuntivite non richiede, infatti, una terapia specifica, poiché regredisce spontaneamente in qualche giorno. In genere, il medico prescrive cure per alleviare i sintomi della congiuntivite virale e suggerisce norme pratico-igieniche per limitare il contagio, compreso quello indotto da se stessi. Non è raro, infatti, che la congiuntivite virale sia unilaterale: coinvolgere l’altro occhio è questione di contatto (di mani, asciugamani, cuscini, occhiali, lenti ecc.).

Afomill Gocce Oculari

Prima di affrontare i sintomi della congiuntivite virale, spieghiamo in cosa si differenzia dalla congiuntivite batterica. La differenza tra le due infezioni è l’origine degli agenti patogeni. Virus nella prima, batteri nella seconda.

Contro i virus, gli antibiotici, nemici dei batteri, non funzionano: ecco perché la congiuntivite virale necessita in genere solo di colliri sintomatici che sono in grado di eliminare i sintomi ma non le cause, quindi il virus responsabile della congiuntivite virale. A volte la congiuntivite virale può associarsi ad altre infezioni, per esempio di origine batterica, oppure a irritazioni di natura allergica.

Pur essendo una patologia piuttosto comune, l’infezione può estendersi anche all’epitelio corneale e causare altri danni: ecco perché è importante fermarla non appena si riscontrano i sintomi della congiuntivite virale.

Congiuntivite virale: i sintomi principali

I sintomi principali comprendono: occhi arrossati, intensa lacrimazione, intolleranza alla luce, palpebre gonfie, forte prurito, bruciore, abbondante lacrimazione. L’aspetto della secrezione lacrimale è un primo segno per il medico per fare la diagnosi corretta: nelle congiuntiviti virali l’aspetto della lacrimazione è molto liquido, a differenza delle congiuntiviti batteriche che invece si manifestano con lacrimazioni abbastanza appiccicose. I casi più gravi d’infezione virale alla congiuntiva possono includere anche la febbre.

congiuntivite-virale-sintomi

Le cause della congiuntivite virale

I principali virus responsabili di questo tipo d’infezioni vanno sotto il nome di adenovirus d enterovirus. L’analisi di un piccolo campione del secreto lacrimale consentirà di individuare l’agente patologico nell’insorgenza della congiuntivite virale.
Oltre al contagio per contatto, le vie di trasmissione sono sistemiche, cioè in seguito a comuni raffreddori o altre infezioni virali in corso nell’organismo, tra cui l’influenza stagionale.

Come si cura la congiuntivite virale

Come si accennava le congiuntiviti virali regrediscono spontaneamente, e per questo motivo non richiedono cure farmacologiche particolari. In genere, il medico consiglia l’uso di gocce oculari lubrificanti a base di acido ialuronico, una sostanza presente naturalmente nelle mucose del nostro organismo, comprese quelle dell’occhio. Per alleviare il bruciore possono essere molto utili, inoltre, gocce oculari che, oltre all’acido ialuronico, contengano camomilla e aloe vera, noti umettanti e lenitivi.

Per quanto riguarda le norme pratico-igieniche, chi è affetto da congiuntivite virale è bene non faccia uso di lenti a contatto né tocchi occhi e mucose oculari. Qualora accada, è molto importante lavarsi accuratamente le mani e, in genere, portare sempre con sé un gel disinfettante e delle salviette lava-occhi usa e getta delicate, meglio se con camomilla e malva che hanno effetto calmante.
Per limitare il contagio, evitare di condividere asciugamani o cuscini, e di frequentare piscine. Queste indicazioni sono valide anche per non coinvolgere l’altro occhio, qualora l’infezione fosse uni-laterale.

Fonti

https://www.msdmanuals.com/professional/eye-disorders/conjunctival-and-scleral-disorders/overview-of-conjunctivitis

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media

Afomill

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >