Colesterolo

Come scegliere il giusto apparecchio e misurare il colesterolo da casa

misurare colesterolo a casa

Il colesterolo è una molecola lipidica che si trova normalmente nel sangue ma, un aumento del suo livello, rappresenta un grave fattore di rischio cardiovascolare. Giusti valori del colesterolo totale oggi sono stabiliti sui 120 – 200 mg/dl ed è giusto tenerli sotto controllo per essere certi del nostro stato di salute in quanto, un rialzo di tali livelli è asintomatico. Una buona prevenzione comporta misurazioni periodiche ed oggi questo è possibile farlo a casa grazie ad appositi apparecchi per misurare il colesterolo di facile trasporto e utilizzo acquistabili in farmacia.

Lactoflorene colesterolo

Come funziona l’apparecchio per misurare il colesterolo

Si tratta di un dispositivo sanitario con cui è possibile in maniera semplice, comoda e veloce conoscere il proprio livello di colesterolo nel sangue. Sono apparecchi per misurare il colesterolo a casa di piccola misura, portatili e sfruttabili ovunque. Da specificare che il valore rilevato solitamente indica la concentrazione di colesterolo totale, senza distinguere tra buono e cattivo ma dà, comunque, un’indicazione attendibile di una tendenza all’ipercolesterolemia. Esistono inoltre, anche apparecchi multifunzione più dettagliati che danno i valori differenziati sia delle LDL (colesterolo cattivo) che delle HDL (colesterolo buono).

La misurazione avviene grazie ad un piccolo campione di sangue che si preleva dal polpastrello dopo averlo bucato con un’apposita lancetta pungi dito. La goccia di sangue viene inserita in una fessura presente nella striscia reagente che verrà poi letta dall’apparecchio.

Il misuratore di colesterolo è dotato di un display su cui, dopo pochi secondi, appariranno i risultati della analisi espressi in mg/dl.

Se il valore supera i 200 mg/dl si consiglia di intervenire per ripristinare i giusti valori.

Come scegliere un apparecchio per misurare il colesterolo

La struttura degli apparecchi per la misurazione di colesterolo è pressoché analoga dunque, per poter acquistarne uno i fattori principali da valutare sono:

  • Affidabilità: dovremmo essere certi di un risultato attendibile
  • Facilità e comprensione di utilizzo
  • Display che possa consentire una facile lettura dei valori rilevati
  • Facile reperibilità delle strisce reattive
  • Prezzo adeguato

I vantaggi di misurare il colesterolo a casa

  • Non doversi recare in un ambulatorio per fare il prelievo del sangue
  • Tenere sotto controllo il valore di colesterolo costantemente
  • Scegliere un qualsiasi momento della giornata per la misurazione
  • Possibilità di utilizzo per chiunque
  • Opportunità di poter procedere al più presto con un intervento adeguato

misurare colesterolo a casa

Come intervenire in caso di ipercolesterolemia?

Una volta presa consapevolezza di soffrire di ipercolesterolemia, è giusto cercare di riportare i valori nel giusto range con i seguenti accorgimenti:

  • Adottando una dieta corretta povera di grassi e ricca di fibre
  • Utilizzando specifici integratori appositamente studiati per ridurre i livelli di colesterolo nel sangue
  • Intervenendo farmacologicamente: meno auspicabile per la possibilità di effetti collaterali indesiderati.

È inoltre consigliato eliminare quei fattori di rischio cardiovascolare che potrebbero aggravare la situazione e quindi migliorare il proprio stile di vita facendo attività fisica, riducendo consumo di alcool e smettendo di fumare.

Integratori per abbassare il colesterolo

Indispensabile, per tenere sotto controllo il livello del colesterolo nel sangue, un’adeguata integrazione alimentare sfruttando le proprietà:

  • Monacolina K, una statina naturale ottenuta tramite il processo di fermentazione di riso con lievito rosso (Monascus purpureus). Ha la capacità di ridurre la sintesi di colesterolo abbassandone così i livelli ematici.
  • Probiotici: è importante integrarli e mantenere una buona salute intestinale. Nello specifico, è stato dimostrato da alcuni studi* che il Bifidobacterium longum BB536® aiuta a ridurre il riassorbimento intestinale del colesterolo legato ai sali biliari. In particolare, l’effetto di deconiugazione dei sali biliari da parte del probiotico comporta da un lato la sintesi de novo di acidi biliari, dall’altro la diminuzione dell’assorbimento intestinale del colesterolo, con conseguente riduzione dei suoi livelli ematici (1).
  • La vitamina PP (Niacina) riduce i livelli plasmatici del colesterolo LDL (nocivo) e alza quelli dei colesterolo HDL (che ha una azione benefica).
  • Per proteggere le strutture cellulari è consigliato anche l’utilizzo di antiossidanti, ideale il coenzima Q10 che ha anche una azione protettiva sul sistema cardiovascolare.

Considerata l’importanza della prevenzione è consigliato a tutti tenere sotto controllo il livello di colesterolo nel sangue periodicamente, ricordandosi che una diagnosi precoce consente un tempestivo intervento.

Fonte articolo:
1) Tahri et al., Effects of three strains of bifidobacteria on cholesterol, Lett Appl Microbiol. 1995 Sep;21(3):149Di notevole interesse al fine di abbassare il colesterolo è il riso rosso fermentato

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter