Dolore

Dolori articolari dopo lunga esposizione al sole? Ecco come cautelarsi

dolori-articolari-dopo-esposizione-al-sole

Non sempre l’esposizione al sole è un toccasana per i dolori articolari: tutto sta nel comprendere da cosa è originato il dolore, cioè se da una compromissione muscolo-scheletrica oppure da una vera e propria infiammazione a carico delle articolazioni che può provocare gonfiore alle gambe.

Mal di schiena, dolori alla cervicale, alle ginocchia e ad altre articolazioni sono senz’altro alleviati dal sole e dal caldo, anche se non sempre le condizioni climatiche tipiche dell’estate giovano a tutti i dolori reumatici. In alcuni casi, il mix di esposizione solare e alte temperature può, infatti, peggiorare la sintomatologia dolorosa a carico delle articolazioni.

calmadol dolori articolari

Quando è sconsigliato il sole?

Per rispondere a questa domanda va fatta una distinzione tra le tipologie di dolori articolari e reumatici, che si dividono in dolori originati da processi degenerativi delle articolazioni (artrosi) e dolori causati da patologie reumatiche infiammatorie (artriti).

Capire la differenza tra artrosi e artrite è importante per comprendere quando il sole è un toccasana per le manifestazioni dolorose che coinvolgono le articolazioni, e quando invece è sconsigliato.

Artrosi: dolori da usura

Poiché comportano dolori “meccanici”, derivanti dall’usura delle articolazioni o da compromissioni muscolari, le artrosi tollerano bene la stagione calda. Anzi, spesso traggono giovamento dalle alte temperature, meglio se in assenza di umidità, dall’esposizione al sole (senza esagerare) e dai bagni di fango caldo*. È il caso per esempio del comune mal di schiena che secondo i dati del Ministero della Salute affligge 2 milioni e mezzo di Italiani, la cui incidenza aumenta col crescere dell’età. I dolori articolari di natura artrosica non escludono, tuttavia, giovani e sportivi che, proprio a causa di alcuni sport, possono sollecitare troppo le articolazioni di anca, ginocchio, piede e colonna vertebrale.

dolori-articolari-dopo-esposizione-al-sole

Artriti: dolori da infiammazioni

Come s’intuisce dal suffisso –ite (che in greco rimanda a “infiammazione”) le artriti sono, invece, patologie infiammatorie di pertinenza reumatica, cioè che interessano gli annessi articolari, ovvero tutto ciò che “avvolge” le ossa (cartilagini, legamenti, tendini e muscoli). Le artriti possono inoltre coinvolgere gli organi interni, la pelle e, più in generale, tutto il tessuto connettivo.

Sono oltre le 100 le malattie infiammatorie di origine reumatica e comprendono anche affezioni di natura autoimmune. Tra le artriti più diffuse segnaliamo: l’artrite reumatoide, l’artrite psoriasica, il reumatismo articolare acuto, la spondilite anchilosante, l’osteoartrite, l’artrite gottosa, il lupus, la fibromialgia. Essendo delle vere e proprie infiammazioni, tutte queste artriti comportano già calore e incremento della temperatura nelle zone colpite, che aumentano se ci si espone al sole**. Ecco perché chi soffre di dolori articolari, causati da infiammazioni reumatoidi, accusa un peggioramento della sintomatologia dolorosa.

Il suggerimento è dunque quello di esporsi al sole con attenzione, evitando le ore centrali (persino sotto l’ombrellone) e preferendo le prime ore della mattina e del tardo pomeriggio. Ricordarsi, inoltre, di applicare sempre la protezione solare, indossare cappelli e occhiali scuri che fungano da scudo protettivo contro i raggi ultravioletti.

Nei casi d’infiammazione acuta, il sole è sconsigliato così come la permanenza in ambienti caldo-umidi. I raggi solari riacutizzano, infatti, le infiammazioni: spesso è proprio la reazione del corpo alle condizioni metereologiche a fornire al medico una prima idea di diagnosi. In altri termini, trarre sollievo dal mix di sole e caldo è una chiara indicazione per intuire sin dall’anamnesi se il dolore manifestato dal paziente rientra nel più semplice quadro delle atrosi o in quello più complesso delle artriti. In quest’ultimo caso, oltre a evitare l’esposizione solare “sconsiderata” e i dolori articolari, è bene mantenersi sempre idratati poiché chi soffre d’infiammazioni croniche, tende a trattenere liquidi come risposta ai processi infiammatori stessi.

Fonti:

*https://content.iospress.com/articles/journal-of-back-and-musculoskeletal-rehabilitation/bmr00327

**http://www.jrheum.org/content/31/7/1327.short

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media

Calmadol

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >