Intestino

Come eliminare i gas intestinali?

Si parla di pancia gonfia quando l’aria accumulata nel tratto gastrointestinale diventa eccessiva, provocando uno sgradevole senso di pienezza e tensione addominale. Queste sintomatologie indicano il meteorismo.

Le cause del meteorismo, ovvero l’accumulo di gas intestinali che si trovano nel tratto digerente, sono diverse:
● le intolleranze a lattosio e glutine che generano gonfiori e dolori localizzati;
● una cattiva digestione dettata da un’eccessiva velocità nel mangiare;
● l’ingestione involontaria di aria a sua volta causata da cibi che fermentano durante la digestione (ad esempio i fagioli o alcuni tipi di frutta come le albicocche, le prugne e le banane), bere bevande gassate e dalla masticazione di gomme;
● nell’assenza di una buona regolarità intestinale che porta a un’eccessiva fermentazione e, conseguentemente, alla produzione di gas.

Chi soffre di meteorismo dovrebbe limitare l’assunzione di bibite gassate e zuccherate, il consumo di fagioli, lenticchie, ceci, piselli e legumi – le Fabaceae in genere contengono trisaccaridi come il raffinosio, il verbascosio e lo stochiosio che producono forte fermentazione colonica in quanto non digeriti per assenza dell’enzima alfa-galattosidasi,

I migliori compromessi per l’eliminazione dei gas addominali sono il carbone vegetale e il simeticone.
Il carbone vegetale, detto anche carbone attivo, è una polvere legnosa trattata e molto porosa in grado di assorbire i gas intestinali.
È sicura e naturale al 100%, non ha effetti tossici e non intacca la mucosa intestinale. Il legno utilizzato è normalmente il pioppo, salice e betulla ma può essere validamente sostituito da segatura, gusci e noccioli della frutta. Il materiale di partenza viene sottoposto a riscaldalmento elevato, ma senza fiamma, raggiugnendo temperatura di circa 600°C in atmosfera povera di ossigeno. Il carbone così ottenuto viene trattato con aria compressa per conferirgli quella caratteristica porosità che aumenta il potere adsorbente. Il risultato finale è appunto una polvere nera, finissima, estremamente porosa, inodore e insapore.

Invece, il simeticone è un polimero idrorepellente ad azione ‘antischiuma’. Gli agenti antischiuma fanno in modo che le bollicine di gas presenti nel tratto gastrointestinale si uniscano tra loro per formare delle bolle di maggiore dimensioni trasformandosi in gas libero che può essere facilmente eliminato.

L’integrazione di fermenti lattici vivi ad azione probiotica aiuta a equilibrare la flora intestinale e può aiutare la soluzione del problema.

Mantenere una buona idratazione è di grande aiuto per eliminare i gas intestinali: è consigliato bere almeno due litri d’acqua al giorno, ancora meglio se si tratta di infusi e tisane di melissa, camomilla o zenzero, finocchio o passiflora.

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media