Energia

Quando il tempo ci cambia l’umore: che sintomi ha la meteoropatia?

meteoropatia sintomi 1

A molti può essere capitato di provare quello strano malessere che insorge nelle giornate uggiose, quando tutto sembra fermarsi, e per qualcuno è davvero difficile trovare una motivazione per portare avanti i compiti della giornata. Potrebbe trattarsi della meteoropatia, secondo l’etimologia greca la malattia per “ciò che avviene, sta in cielo”.

Il “mal di tempo” è una condizione diffusa che, in chi ne è colpito, comporta oltre a variazioni del tono dell’umore, veri e propri sintomi fisici e psicologici.

Briovitase sostengno integratori

Meteoropatia: i sintomi

Le persone che soffrono di metereopatia sono particolarmente sensibili alle variazioni climatiche, così come ai livelli di umidità e di luce. Tipicamente i sintomi della meteoropatia sono più evidenti nella stagione invernale, ma esiste anche una forma che colpisce in estate.

I principali sintomi della meteoropatia sono sbalzi di umore, irritabilità, un generale senso di tristezza. A livello generale la persona lamenta invece mancanza di energia, nervosismo e un calo della concentrazione, che finiscono per influenzare i rapporti interpersonali e la resa individuale, aggravando il senso d’insoddisfazione.

Non mancano manifestazioni fisiche: il mutamento climatico può, infatti, essere causa di dolori come mal di testa, dolori articolari e muscolari, senso di affanno e tachicardia, mal di stomaco e cattiva digestione.

Non si tratta certo di una malattia immaginaria: nei manuali di psichiatria, la meteoropatia prende il nome di Disturbo Affettivo Stagionale (SAD, Seasonal Affective Disorder), mentre nel manuale diagnostico e statistico dei disturbi mentali (DSM-V) la metereopatia è citata come “disturbo depressivo maggiore ricorrente con andamento stagionale”.

Meteoropatia le cause più diffuse

Le cause della meteoropatia riguardano probabilmente l’equilibrio ormonale, con una difficoltà nella regolazione dei livelli di serotonina, neurotrasmettitore responsabile della stabilizzazione dell’umore, e l’aumentata produzione di melatonina dovuta al diminuire delle ore di luce.

Ma contano molto, secondo alcuni esperti, anche le abitudini moderne, per questo motivo il fenomeno è oggi più diffuso che in passato: passare molto tempo in spazi chiusi illuminati artificialmente, surriscaldati in inverno e con aria condizionata in estate, non aiuta l’organismo a imparare ad adattarsi alle mutazioni atmosferiche.

Le persone più soggette alla meteoropatia sono i giovani e gli anziani, con una prevalenza per le donne. E sono più a rischio gli individui che hanno subìto traumi a carico dell’apparato muscolo-scheletrico, gli individui depressi e quelli ansiosi. Particolarmente sensibili al tempo atmosferico possono essere inoltre gli alcolisti, i farmaco-dipendenti, le persone sottoposte a stress intenso.

In genere i disturbi e i sintomi si manifestano in corrispondenza dei cambiamenti metereologici, presentano una fase acuta in corrispondenza della variazione del tempo e tendono ad attenuarsi una volta che il tempo cambia nuovamente.

Esiste anche la meteoropatia “secondaria”, che riguarda chi sta già soffrendo di una patologia – per esempio asma, artrosireumatismiallergie, emicrania – e avverte i mutamenti climatici con un’accentuazione dei sintomi della propria condizione.

Anche l’alimentazione può essere influenzata dalla meteoropatia: nei momenti di sofferenza si è portati a consumare cibi più calorici, grassi e zuccherini, come fonte di appagamento immediato.

meteoropatia_sintomi

Meteoropatia, come rimediare?

Come fare per contrastare i sintomi della meteoropatia senza esserne condizionati eccessivamente nella propria quotidianità?

Meglio essere proattivi, lasciarsi andare, infatti, non porterà certo buoni risultati. Per migliorare il tono dell’umore è importante agire sul movimento il fisico e sull’alimentazione. Nella dieta abituale non dovrebbero mai mancare alimenti come pesce, frutta secca, banane, legumi, riso integrale, spinaci, cacao ricchi di antiossidanti e sali minerali.

Prendere l’abitudine di fare attività fisica all’aperto, possibilmente tutti i giorni e magari la mattina prima di iniziare la giornata -può bastare anche una camminata veloce- è un buon sistema per elevare i livelli di serotonina.

Praticare attività invece dagli effetti rilassanti come yoga, meditazione e pilates può alleviare le tensioni psicologiche. Non è corretto invece ricorrere a farmaci contro l’ansia, ma se il cambio del tempo rende la situazione veramente difficile da gestire non resta che consultare il medico, che saprà consigliare il rimedio più adatto.

 Fonti:

https://www.corriere.it/salute/cards/sbalzi-temperatura-come-non-ammalarsi-quando-colonnina-mercurio-fa-bizze/categoria-piu-sensibile-chi-soffre-metereopatia.shtml
https://www.ilmessaggero.it/salute/salute_donna/meteoropatia_rimedi_frutta_aglio_ginseng-1226948.html

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

 

 

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media