Energia

La vitamina D: dove si trova e le funzioni di questo grande alleato in inverno

vitamina D funzioni

Le vitamine sono sostanze necessarie al funzionamento del nostro organismo così che, una loro carenza, provoca condizioni patologiche. È quindi necessario assumerle con la dieta, o se necessario con integratori, per evitare conseguenze negative.
La vitamina D è una vitamina liposolubile che si accumula nel fegato e nel tessuto adiposo.
Esistono due tipi di vitamina D, il colecalciferolo (vitamina D3) è la forma naturalmente presente nei Mammiferi, mentre l’ergocalciferolo (vitamina D2) è presente in molte specie vegetali.
La vitamina D, se da un lato si può considerare una vera e propria vitamina, dall’altro, una volta trasformata nella sua forma attiva, agisce come un ormone, in grado di regolare diverse funzioni del nostro organismo.

Orsovit vitamine

Fonti della vitamina D

La vitamina D, nel nostro organismo, proviene dalle seguenti fonti:

  • Prodotta fisiologicamente tramite l’esposizione cutanea alla luce solare coprendo così l’80% delle nostre necessità.
  • Fornita attraverso una corretta dieta. Pesci, come il salmone, tonno e sgombro, così come gli oli di fegato di pesce, tuorli d’uovo sono la maggior fonte di vitamina D.
  • Ingerita grazie all’utilizzo d’integratori appositamente studiati per rispondere alle esigenze dell’organismo.

Capita spesso che l’organismo presenti una carenza di vitamina D che può essere causata:

  • Da insufficiente assunzione alimentare
  • Da insufficiente esposizione solare

La carenza di Vitamina D colpisce prevalentemente lo scheletro e si manifesta con sintomi caratteristici:

  • Nell’adulto si ha l’Osteomalacia (rammollimento e deformazione delle ossa)
  • Nel bambino si ha il Rachitismo, un disturbo osseo dei bambini che porta a deformità e fratture. Si manifesta con indebolimento delle ossa e del cranio, con inarcamento delle gambe e della colonna vertebrale e muscoli scarsamente sviluppati.

Funzioni della vitamina D 

Le funzioni della vitamina D sono quelle di aiutare il calcio a fissarsi nelle ossa favorendo la mineralizzazione dello scheletro. Questa vitamina, però, è importante anche per altri distretti in quanto:

  • Concorre a ridurre la frequenza del ritmo cardiaco;
  • Riveste un ruolo importante anche per il nostro sistema immunitario, contribuendo alla sua funzionalità;
  • Diminuisce le riacutizzazioni dell’asma e l’insorgere di raffreddori o epidemie influenzali;
  • Previene malattie anche gravi;
  • Stimola la produzione di endorfine (serotonina e dopamina), ormoni che migliorano la depressione;
  • È necessaria per una buona crescita dei bambini, in quanto, senza di essa, le ossa e i denti non calcificano bene.

Per tutti questi effetti, la vitamina D, deve essere considerata un vero toccasana per la nostra salute e, quindi, non ne va sottovalutata la carenza, oggi molto diffusa.
In inverno, periodo dove risulta più carente a causa della poca esposizione al sole, l’integrazione risulta quasi indispensabile anche perché, essendo di sostegno al nostro sistema immunitario, ci aiuta a difenderci dalle malattie invernali.

vitamina D funzioni

Integrazione di Vitamina D

La cute esposta ai raggi solari UVB produce la vitamina D3. La D3 è, quindi, la forma per noi più naturale e più efficace. Essendo liposolubile, viene assorbita contemporaneamente con i grassi e va assunta con il cibo.

La dose di vitamina D consigliata viene espressa come posologia giornaliera. Tuttavia, la vitamina D può anche essere somministrata settimanalmente o mensilmente a parità di dose cumulativa. Normalmente viene somministrata per via orale, solo in caso di malassorbimento si utilizza per via intramuscolare.

L’unità di misura della vitamina D è espressa in unità internazionali (UI) che indicano l’attività biologica del principio attivo e dove 1 UI corrisponde a 0,025 µg.

Il fabbisogno quotidiano di vitamina D varia a seconda dell’età:

  • 400 UI dalla nascita fino al primo anno di età
  • 600 UI dal primo anno di vita in poi (quest’apporto può aumentare se i bambini non vengono esposti al sole)
  • 1000-1500 UI per gli adulti sani
  • 2300 UI per gli anziani

La dose massima giornaliera oltre cui si ritiene elevato il rischio di intossicazione è stata identificata in 4.000 UI negli adulti, 1000UI nei bambini e 2000 UI negli adolescenti.

Vitamine e bambini

Molto importanti per lo sviluppo fisico nel bambino sono proprio il calcio e la vitamina D, che garantiscono la corretta formazione delle ossa.
Anche altre vitamine sono fondamentali per la crescita e una loro integrazione risulta indispensabile soprattutto nei bambini che hanno una dieta carente di frutta, verdura, pesce e carne.
Non devono mancare neanche le vitamine del gruppo B, in quanto permettono al bambino di convertire grassi, proteine e zuccheri in energia così da favorire lo sviluppo della memoria, la capacità di concentrazione e le abilità cognitive.
Le vitamine A e C hanno, invece, importanti proprietà antiossidanti che aiutano a combattere i mali di stagione, rafforzando i sistemi di difesa dell’organismo.
L’integrazione vitaminica può aiutare l’organismo a rimettersi in forma, soprattutto durante l’inverno, i cambi di stagione e i periodi di convalescenza.
Da tener presente che in commercio ci sono ottimi integratori multivitaminici bilanciati per coprire le esigenze giornaliere dei bambini. Si trovano in forma di gustosi sciroppi o in caramelle a forma di animali, colorati e di ottimo sapore che rendono l’integrazione facile, completa, veloce e divertente.

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter