Home > Intestino > Articoli > Dopo il veganesimo? La dieta plant based con vegetali e integrali
plant-based

Intestino

Dopo il veganesimo? La dieta plant based con vegetali e integrali

Condividi:

Sempre più spesso si sente parlare di alimentazione vegana, mentre un po’ meno frequente è il termine dieta plant based che, tuttavia, sta diventando sempre più popolare online, soprattutto su social come Instagram o Facebook.

Lactoflorene pancia piatta

Cos’è la dieta plant based?

Esattamente così come dice la parola stessa, è una dieta che si basa sul nutrirsi di cibi vegetali, quali frutta, verdura, legumi, cereali, frutta secca e semi. Da questa dieta, sono pertanto esclusi tutti i prodotti di origine animale, quale carne, pesce, formaggi, etc.

Un dubbio sorge quindi spontaneo: che differenza c’è tra la dieta plant based e l’alimentazione vegana? Anche quest’ultima si astiene dal consumare prodotti di origine animale, prediligendo quelli di origine vegetale. Ebbene, nonostante questi due termini possano sembrare molto simili tra loro, nella realtà appartengono a due principi base molto differenti.

dieta plant based

Quali sono le differenze tra un’alimentazione vegana e la dieta “plant based”?

Il veganismo -o veganesimo- è un movimento animalista che propone l’adozione di uno stile di vita proprio di una società basata idealmente su risorse non provenienti dal mondo animale. Le persone che fanno questa scelta sono definite vegani -o vegan- e la loro non è una semplice scelta alimentare, ma un vero e proprio stile di vita, basato sul totale rifiuto di ogni forma di sfruttamento degli animali.

Tuttavia, se i vegani sono liberi di mangiare prodotti processati industrialmente, come biscotti, snack salati o gelati vegetali preconfezionati, i seguaci della dieta plant based no, poiché pur non partendo da questioni etiche, questi basano la loro alimentazione su prodotti naturali e grezzi o, per meglio dire, salutari.

Vegan vs “plant based”

Schematizzando, un vegano è motivato da fattori etici, non consuma prodotti di origine animale, è totalmente contrario allo sfruttamento animale (circo, zoo, caccia, etc.), è contrario ai test sugli animali, non indossa pelli, pellicce, etc. e potrebbe consumare prodotti anche non salutari, purché siano vegan.

Il seguace di una dieta plant based, invece, non consuma prodotti di origine animale, ma neanche quelli industriali, lavorati o raffinati, perché si nutre di soli prodotti vegetali grezzi e integrali. Inoltre, il “plant based”, potrebbe essere o non essere contro lo sfruttamento animale, potrebbe supportare o no i test sugli animali e potrebbe indossare o no, pelli e pellicce. Insomma, in questi ultimi casi, il condizionale è d’obbligo!

I benefici 

Quali sono i benefici di questa dieta rispetto a una vegana? Secondo la nutrizionista Vittoria Giannini, “spesso, nell’industria alimentare, si usano grassi che servono a rendere i prodotti circa solidi e facilmente lavorabili; inoltre, nei cibi industriali, come fette biscottate e salsa di pomodoro potrebbero essere aggiunti gli zuccheri semplici, come saccarosio, sciroppo di glucosio o fruttosio, e sodio”.

 

FONTI:
https://www.glamour.it/benessere/dieta/2019/02/27/differenza-ce-dieta-vegana-dieta-plant-based-quella-beyonce/
https://thegreentraveller.com/2016/03/14/vegan-vs-plant-based-qual-e-la-differenza/
https://www.cure-naturali.it/articoli/alimentazione/cucina/plant-based-o-vegan-le-differenze.html

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Intestino

Lactoflorene Pancia Piatta

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >