Intestino

Come eliminare il gonfiore addominale? Ecco la dieta sgonfia pancia

come eliminare il gonfiore

Il gonfiore addominale è un disturbo che riguarda tutta la popolazione senza differenza tra uomini, donne, adulti e bambini. Spesso questa sensazione di tensione addominale non è dovuta solamente alla quantità di cibo ingerita ma al tipo di alimento consumato e da come questo è stato cucinato. Di certo, un pasto copioso e ricco di cibi ad alto contenuto di grassi aumenta il volume dello stomaco e può portare a gonfiore addominale ma anche la tipologia di cibo può promuovere o ridurre il disturbo.

Lactoflorene pancia piatta

Cause del gonfiore addominale

Il gonfiore addominale è solitamente associato a disturbi gastrointestinali o patologie particolari, ma può anche manifestarsi senza una specifica causa. Escludendo quindi l’eventualità che la fastidiosa sensazione di gonfiore addominale sia correlata a patologie importanti e croniche come intolleranze alimentari, sindrome da intestino o colon irritabile o motivazioni ormonali come sindrome premestruale e menopausa, la cui diagnosi deve essere fatta da un medico specialista, è possibile prevenire, risolvere e alleviare il gonfiore addominale seguendo una dieta “sgonfia pancia”.

Avendo alcune accortezze e seguendo una dieta strutturata su alcuni elementi è possibile eliminare il disturbo sul nascere intervenendo sulla produzione e l’accumulo di gas nello stomaco e nell’intestino. Un cambiamento nelle abitudini alimentari è comunemente considerato una terapia di prima linea, ossia la prima terapia consigliata. La maggior parte dei pazienti assistiti in questo modo, in seguito ai primi sintomi, constata già dopo la prima settimana l’efficacia di una dieta specifica.

dieta sgonfia pancia

Dieta sgonfia pancia

  • Carboidrati (pasta, prodotti lievitati): è meglio prediligere sempre i prodotti integrali avendo attenzione a seguirne la giusta cottura ed evitando prodotti da forno fritti o lievitati ed escludendo condimenti grassi e troppo elaborati.
  • Proteine animali (carne, pesce, uova, derivati del latte): evitare le combinazioni delle proteine poiché rallenta la digestione e non facilita il transito gastrointestinale promuovendo la formazione di gonfiore addominale. Scegliere latti a basso contenuto di lattosio per ridurre il rischio di possibili intolleranze.
  • Proteine vegetali (legumi): tradizionalmente sono i cibi che più stimolano la produzione di gas nello stomaco e nell’intestino, però sono molto utili per completare una dieta equilibrata. Per favorirne quindi la digestione è consigliabile consumarli sotto forma di creme cosi da rompere la cuticola del seme che seppur fine risulta difficilmente digeribile e aggiungere un pizzico di bicarbonato di sodio in cottura e erbe aromatiche o spezie specifiche. Menta, timo, semi di finocchio, cumino, rosmarino, alloro e basilico aiutano a ridurre il gonfiore addominale.
    Frutta: la maggior parte della frutta contiene zuccheri che stimolano la fermentazione intestinale e quindi la produzione di gas; per questo è meglio assumerla a inizio pasto o a metà mattina e metà pomeriggio. La frutta da prediligere è quella a basso contenuto zuccherino e un po’ acida, ad esempio agrumi, frutti rossi e mele verdi.
  • Verdura: tutti i derivati dai cavoli, le crucifere (cavoli, cavolfiori, broccoli, cavoletti di Bruxelles, verze, rape e ravanelli) stimolano la produzione di gas perché fermentano e rigonfiano così come cipolle, aglio e porri. Come per le proteine vegetali si consiglia di associarli con aromi che ne promuovano la corretta digestione.Inserire anche il pesce e il finocchio

Ridurre il gonfiore addominale

Per ridurre il gonfiore addominale è altresì utile mangiare senza distrazioni e avendo cura di masticare accuratamente. È consigliabile escludere dalla dieta bevande gassate, zuccherine e alcoliche e introdurre gli aromi sopracitati e lo zenzero che aumenta lo svuotamento gastrico e riduce l’insorgenza di gas nel tratto gastrointestinale. Lo zenzero compie la sua funzione anche in infusione in acqua fredda, con un pizzico di limone per accompagnare i pasti o come tisana.

Un altro fattore da tenere sotto controllo è la disbiosi intestinale: l’alterazione del microbiota intestinale può produrre o aumentare i sintomi di gonfiore addominale o distensione, pertanto molti ricercatori hanno constatato che il miglioramento dell’equilibrio della flora intestinale, attraverso l’assunzione di probiotici, aiuta il nostro organismo nella gestione del gonfiore addominale

La giusta ricetta per eliminare il gonfiore addominale è quindi combinare una giusta dieta sgonfia pancia a base di alimenti che non favoriscono il gonfiore addominale e ristabilire lo stato di eubiosi cioè l’equilibrio del microbiota intestinale.

Fonti:
-Effects of ginger on gastric emptying and motility in healthy humans https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/18403946
-Gas and Bloating https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC5350578/
-Abdominal Bloating: Pathophysiology and Treatment https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3816178/

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media