Intestino

Le proprietà dello zafferano: elisir curativo non solo a tavola

zafferano le proprieta dell'oro rosso

Lo zafferano è una delle piante maggiormente conosciute per il suo utilizzo culinario, ma di cui spesso s’ignorano gli effetti curativi. Utilizzato come spezia per il suo gradevole aroma, lo zafferano, ha proprietà che lo fanno entrare a far parte della composizione di molteplici integratori alimentari.

Scarica la guida

La pianta di zafferano

Il nome botanico dello zafferano è Crocus sativus, si tratta di una piccola pianta erbacea che emette dei bei fiori campanulati, tendenzialmente violacei, dal cui calice sporgono tre lunghi stimmi colorati di rosso-arancione.

Gli stimmi, dopo l’essicazione, sono trasformati in polvere per essere usati come spezia. La colorazione è data dalla presenza di carotenoidi che attribuiscono colore e profumo (licopene e zeaxantina, crocina e crocetina, safranale) allo zafferano. Ricco di vitamina A, B1, B2, C e sali minerali come rame, calcio, ferro, zinco, potassio, fosforo, magnesio manganese e selenio, lo zafferano è ricchissimo anche di oli essenziali volatili.

proprieta dello zafferano

Proprietà terapeutiche dello zafferano  

Oltre che gustoso, quindi, lo zafferano è ricco di sostanze e proprietà terapeutiche per il nostro corpo:

  • È un antiossidante, contrasta i danni ossidativi dei radicali liberi e quindi previene l’invecchiamento cellulare.
  • Grazie al potassio, è utile per la regolazione del battito cardiaco e per l’eliminazione dei liquidi in eccesso, con conseguente abbassamento della pressione sanguigna.
  • Contiene magnesio, fondamentale per la contrazione muscolare.
  • Vitamina C che contiene stimola il sistema immunitario e favorisce l’assorbimento del ferro nell’intestino.
  • Svolge un’importante attività di regolazione della digestione. Infatti, lo zafferano, assunto a piccole dosi, è in grado di stimolare la secrezione dei succhi gastrici, favorendo, in questo modo, la digestione.
  • È utilizzato anche per la sua azione a livello del sistema nervoso, con effetti positivi su memoria, capacità di apprendimento e tono dell’umore. Migliora, infatti, nervosismo e il tono dell’umore.
  • Utile come regolatore del ciclo e sedativo dei dolori mestruali.
  • Può essere applicato a uso topico per svariate problematiche cutanee e per curare l’acne.

Effetti collaterali e dosaggi dello zafferano

Lo zafferano, consumato a piccole dosi, non presenta effetti collaterali o controindicazioni ma non bisogna dimenticare che ad alte dosi è tossico e nocivo. La dose massima giornaliera di zafferano che si può assumere è di 1,5 g. Questa quantità giornaliera è sufficiente per ottenere dei benefici sulla salute di un individuo.

Gli effetti collaterali si verificano con l’assunzione di soli 5 grammi giornalieri. Fra gli effetti collaterali, ad esempio, troviamo quello di stimolare le contrazioni uterine.

In cucina si usa la classica bustina che può contenere da 0,125gr a 0,3 gr di zafferano, ed è sufficiente per dare sapore e colore a grandi quantità di cibo.

Zafferano e cattiva digestione

Come detto, fra le tante proprietà dello zafferano sicuramente spiccano quelle digestive.  La cattiva digestione è una problematica molto diffusa e da non sottovalutare per la conseguenza che essa comporta.

Digerire male, infatti, oltre a provocare sensazioni spiacevoli immediate quali pesantezza allo stomaco, gonfiore addominale, stanchezza, acidità e reflusso, può comportare un assorbimento intestinale alterato con conseguente diarrea, meteorismo e alterazione della flora batterica intestinale. Tutto questo se non corretto, e dunque persistente, porta a un ulteriore peggioramento dello stato di salute.

Fonti

https://www.viversano.net/alimentazione/mangiare-sano/zafferano-proprieta-e-utilizzi-in-cucina/
https://www.benessere360.com/zafferano-proprieta.html
https://www.naturopataonline.org/alimentazione/cosa-mangiamo/938-zafferano-proprieta-nutrizionali-contro-depressione.html
https://www.iobenessere.it/zafferano/

Guida: Le proprietà dello zafferano: elisir curativo non solo a tavola

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media