Intestino

Il potere nascosto dell’inulina di cicoria, antinfiammatorio naturale

inulina di cicoria

L’inulina di cicoria è una fibra che agendo come prebiotico stimola la proliferazione dei bifidobatteri, microbi alleati della salute intestinale. Ma non solo, scopriamo perché può essere definito un antinfiammatorio naturale.

Probabilmente lo avete già sentito: se le fibre fanno bene è per il ruolo che svolgono a livello gastrointestinale. Le fibre hanno meccanismi diversi, per quanto riguarda quelle solubili è fondamentale l’effetto sulla flora batterica intestinale.

L’inulina di cicoria è uno dei più comuni ingredienti degli integratori di fibre e, oltre avere un effetto benefico sulla flora intestinale, svolge un’azione antinfiammatoria naturale.

Lactoflorene plus fermenti

Cos’è l’inulina di cicoria

L’inulina di cicoria è un fruttano (una fibra solubile) che si estrae dalla radice di Chicorium intybus per diffusione in acqua calda. In realtà si tratta di una miscela di oligosaccaridi e polisaccaridi formati da molecole di fruttosio unite a una molecola di glucosio; nel caso dell’inulina di cicoria il numero di molecole totali oscilla tra 2-3 e 60-70 unità.

Come tutte le fibre, nemmeno l’inulina di cicoria viene digerita dall’organismo umano; per questo arriva intatta nel colon, dove viene utilizzata come fonte di nutrimento dal microbiota. L’effetto finale è la proliferazione selettiva di alcune specie batteriche benefiche, in particolare bifidobatteri. In altre parole, l’inulina di cicoria è un prebiotico.

I suoi benefici includono un’azione stabilizzante sulla normale attività intestinale. L’inulina di cicoria può, per esempio, essere utile in caso di stitichezza o di malattie infiammatorie intestinali. La sua assunzione è ben tollerata anche in caso di ipersensibilità a problemi gastrointestinali.

inulina di cicoria benefici

Non solo regolarità intestinale

L’inulina di cicoria esercita però anche altri benefici. La sua fermentazione a livello del colon migliora per esempio l’assorbimento dei minerali (in particolare calcio, magnesio e ferro) e riduce il rischio di ritrovarsi alle prese con livelli troppo alti di trigliceridi. Inoltre, l’inulina di cicoria ha un effetto positivo sulla regolazione dell’appetito, migliora la salute gastrointestinale riducendo il rischio di patologie come il Crohn, la colite ulcerosa e il cancro del colon, stimola le difese immunitarie naturali dell’organismo e protegge il colon.

Studi condotti dai ricercatori dell’Università campus Biomedico di Roma hanno gettato luce anche sui meccanismi attraverso cui l’inulina (che oltre che nella cicoria è presente anche in altre migliaia di specie vegetali, come topinambur, asparagi, porri, cipolle, aglio, banana e frumento) agisce come un antinfiammatorio naturale. Grazie a un sistema sperimentale messo a punto per simulare i processi di cottura e digestione, gli esperti hanno dimostrato che la sua azione antiossidante protegge le proteine della mucosa e della sottomucosa intestinale, difendendola dai danni indotti dal lipopolissacaride, una tossina presente nella parete dei batteri in grado di indurre una risposta infiammatoria. Non solo, la stessa ricerca ha dimostrato che questa attività antiossidante dell’inulina non viene alterata né dai processi di cottura né dalla digestione.

Gli usi dell’inulina di cicoria

Oggi l’uso dell’inulina di cicoria trova diverse applicazioni oltre alla possibilità di arricchire di fibre l’alimentazione quotidiana. Può essere utilizzata come fonte di fibre, come prebiotico, come sostituto dei grassi o come sostituto degli zuccheri all’interno di prodotti da forno (che contribuisce a mantenere gradevolmente umidi), cereali per la prima colazione (che rende più croccanti), dessert congelati, salse, creme e ripieni, cibi a base di frutta, cioccolato, latticini, prodotti a base di carne e alimenti dietetici.

 Fonti articolo:
– Alexiou H and Franck A. Prebiotic inulin‐type fructans: nutritional benefits beyond dietary fibre source. Nutrition Bulletin. First published: 13 August 2008. doi: 10.1111/j.1467-3010.2008.00710.x
– Azpiroz F. Effect of Chicory-derived Inulin on Abdominal Sensations and Bowel Motor Function. J Clin Gastroenterol. 2017 Aug;51(7):619-625. doi: 10.1097/MCG.0000000000000723
– Micka A et al. Effect of consumption of chicory inulin on bowel function in healthy subjects with constipation: a randomized, double-blind, placebo-controlled trial. Int J Food Sci Nutr. 2017 Feb;68(1):82-89. doi: 10.1080/09637486.2016.1212819 – https://www.tandfonline.com/doi/full/10.1080/09637486.2016.1212819
– Pasqualetti V et al. Antioxidant Activity of Inulin and Its Role in the Prevention of Human Colonic Muscle Cell Impairment Induced by Lipopolysaccharide Mucosal Exposure. PLoS One. 2014; 9(5): e98031. doi: 10.1371/journal.pone.0098031
– Shoaib M et al. Inulin: Properties, health benefits and food applications. Carbohydr Polym. 2016 Aug 20;147:444-454. doi: 10.1016/j.carbpol.2016.04.020:

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media