Lifestyle

I rimedi alla forfora durante il cambio di stagione

cambio di stagione

La comparsa della forfora è una delle condizioni legate al cambio di stagione ed è un problema fastidioso e soprattutto antiestetico, che però è possibile risolvere. Scopriamo come.

Ci risiamo. È arrivato il cambio di stagione e con esso i soliti problemi in testa: capelli che cadono, a volte secchi e fragili, cui si aggiunge spesso il problema della forfora.

Come combatterla? Ecco i principali rimedi naturali per risolvere il problema della forfora durante il cambio di stagione.

Che cos’è la forfora

La forfora è una patologia del cuoio capelluto, le cui cause sono molteplici e che consiste nella desquamazione della cute. Le piccole scaglie che si formano si sollevano dal cuoio capelluto e sono visibili sia tra i capelli sia sugli abiti, soprattutto sulle spalle e nella zona del collo.
Non si tratta di una patologia grave, ma è una condizione che riguarda il cuoio capelluto, di sicuro antiestetica e spesso motivo d’imbarazzo in chi ne è colpito.

È importante innanzitutto distinguere tra forfora secca e forfora grassa:

  • La prima deriva da una disidratazione del cuoio capelluto ed è una desquamazione dello stesso. Le cellule superficiali si rinnovano troppo velocemente e producono le piccole scaglie di pelle morta fini e biancastre. La forfora secca provoca un leggero prurito, ma nessuna perdita di capelli. È accentuata solitamente in inverno e le cause possono essere diverse: disfunzione delle ghiandole sebacee, carenza di cheratina, ansia, stress, cattiva igiene, uso eccessivo di piastra e phon e fattori ambientali.
  • La forfora grassa è da ricondurre, invece, a un cuoio capelluto e capelli grassi. Le scaglie tendono a essere più grandi e a staccarsi più difficilmente dalla testa. Il prurito è più forte ed è più probabile la caduta dei capelli. In caso di forfora grassa è anche alto il rischio di dermatite seborroica.

Cause della forfora

La forfora può essere causata da diversi fattori, quali:

  • Cute grassa
  • Allergie a determinati prodotti
  • Cuoio capelluto sensibile
  • Stress
  • Micosi
  • Problemi ormonali

Anche la scarsa igiene, ovviamente, può essere una delle cause di forfora, così come intolleranza a latticini, frutta secca, cioccolato o ai frutti di mare. Per questo motivo è importante fare attenzione pure dal punto di vista alimentare: un consumo elevato di zuccheri, grassi e amidi, infatti, può causare l’insorgere della forfora.

Come già detto, anche la stagione influisce sulla presenza della forfora e si è notato che il cambio di stagione favorisce la sua comparsa.

cambio di stagione

I rimedi naturali

Per combattere la forfora, è importante innanzitutto comprendere se si tratta di forfora occasionale o patologica. In caso di forfora patologica può essere utile consultare un dermatologo che possa prescrivere la giusta cura. Se si tratta, invece, di forfora occasionale, è possibile contrastarla e dare sollievo al cuoio capelluto combattendo prurito e bruciore utilizzando alcuni rimedi naturali, facili da realizzare ed efficaci.

    • Succo di limone e olio di oliva. Utilizzate succo di limone e olio di oliva per realizzare un impacco da applicare sulla cute con forfora. Il limone aiuta a liberare il cuoio capelluto dalle cellule morte, mentre l’olio nutre in profondità e allevia il prurito. 
    • Aceto. Che sia bianco o di mele, l’aceto è un ottimo rimedio per contrastare la forfora. Può essere utilizzato in due modi: applicato come impacco da lasciare agire per delle ore, come ad esempio durante la notte, oppure disciolto nell’acqua da utilizzare nell’ultimo risciacquo dopo lo shampoo. Funziona perché stimola la circolazione sanguigna e l’ossigenazione. 
    • Tuorlo d’uovo. Potrà non piacere, ma l’uovo è un ottimo ricostituente per i capelli e funziona anche contro la forfora. Applicate il tuorlo d’uovo come una maschera e lasciatelo in posa per circa 15-20 minuti; poi risciacquate con acqua e aceto (per un effetto ancora più incisivo).
    • Succo di ortica. L’ortica è una delle piante più famose nella lotta alla forfora e il suo infuso va utilizzato come lozione da massaggiare sul cuoio capelluto. Lasciate in infusione, per almeno venti minuti, una manciata di fiori di ortica in un quarto di litro di acqua calda, fate raffreddare e poi applicate sulla cute. Il sollievo sarà immediato.
    • Argilla. Un altro rimedio particolarmente efficace e facile da realizzare in casa è la maschera di argilla (verde se si hanno i capelli grassi, bianca se sono tendenzialmente secchi). Unite l’argilla all’acqua e create un impacco di media consistenza da applicare sul cuoio capelluto per almeno mezz’ora, prima dello shampoo.
    • Olio di semi di lino. Anche questo prodotto, facilmente reperibile, è un ottimo antiforfora. Applicatelo sulla cute e frizionate bene: allevierà anche il prurito.
    • Aloe vera. Il gel di aloe vera è un rimedio perfetto per tanti problemi della pelle. In caso di forfora e prurito, applicatelo in uno strato abbondante sul cuoio capelluto prima dello shampoo e lasciate che il gel agisca per almeno 15 minuti.
    • Olio di Tea Tree. Alcune gocce di olio di Tea Tree possono essere aggiunte a uno shampoo neutro per avere un effetto antiforfora. Considerando che l’olio essenziale è molto concentrato, utilizzatelo con cautela.
Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter