Pelle

Contrastare la micosi della pelle durante le stagioni più calde

micosi della pelle

Le micosi della pelle sono delle patologie che interessano soprattutto cute e mucose, ma anche cuoio capelluto, peli e unghie. Colpiscono almeno una volta nella vita una grande percentuale di popolazione senza distinzione di età o sesso e tendono a ripresentarsi.

Generalmente questo tipo di disturbo insorge maggiormente durante le stagioni più calde in cui la temperatura è più elevata e il tasso di umidità più alto; queste condizioni atmosferiche fanno sì che né sia promossa la comparsa.

Le micosi della pelle sono causa perlopiù di tre categorie di microrganismi: muffe, lieviti e funghi patogeni. La maggior parte dei funghi vive in modo innocuo nell’ambiente e sul corpo umano, ma alcune specie possono causare malattie nell’ospite. Le micosi della pelle derivano da funghi dermatofiti o lieviti e sono caratterizzate da alcuni aspetti facilmente riconoscibili. La pelle, infatti, una volta che è soggetta a una proliferazione esagerata del microorganismo cambia aspetto presentandosi nella zona intaccata:

  • arrossata
  • inspessita
  • ruvida
  • bianca (anche dopo l’esposizione solare)
  • con tendenza a desquamarsi
  • pruriginosa

Le cause delle micosi della pelle

Le cause delle micosi della pelle sono:

  • la sottovalutazione di alcuni ambienti a rischio come palestre, piscine o alberghi; camminare in questi luoghi a piedi nudi.
  • Utilizzare calzature non traspiranti o poco traspiranti come calzature in gomma.
  • Indossare capi poco traspiranti fabbricati con tessuti che non permettono al sudore di evaporare.
  • Indossare intimo in microfibra.
  • I luoghi caldo umidi o le stagioni caratterizzate da questo tipo di clima; infatti, il microclima caldo umido è ideale per il contagio e il proliferare delle micosi della pelle. Le zone del corpo più interessate per le micosi della pelle sono quelle meno areate come: ascelle, inguine e sotto il seno o, per chi è sovrappeso, nelle zone di accumulo adiposità.

Come contrastare la micosi in modo preventivo

Spesso bastano piccoli accorgimenti per evitare il presentarsi o il ripresentarsi di questa patologia cutanea, ad esempio evitando quanto citato e prediligendo invece comportamenti attenti come:

  • seguire norme igieniche nei luoghi più a rischio utilizzando sempre calzature che non permettano il contatto diretto con il suolo.
  • Usare sempre asciugamani personali e interporli a sdraio o lettini da mare o ai macchinari da palestra per evitare che ci possa essere un contagio da contatto tramite un attrezzo usato precedentemente da un soggetto affetto da micosi della pelle.
  • Prendere l’abitudine di lasciare le scarpe utilizzate all’esterno all’entrata di casa e usare in casa pantofole per ridurre il rischio di contaminazione dall’esterno all’interno della casa.
  • Indossare di capi traspiranti come cotone e seta, di origine organica o, per gli sportivi, di materiale tecnico che permetta la traspirazione.
  • Usare detergenti con principi attivi con proprietà antifugine o fungicide e che creano un ambiente sfavorevole alla micosi cutanea come il timo (Thymus vulgaris), l’origano (Origanum vulgare) o Tea tree (Melaleuca alternifolia)
  • Aumentare le difese immunitarie attraverso l’assunzione di integratori alimentari. Ad esempio, integratori contenenti fermenti lattici vivi ad azione probiotica dalle comprovate attività di aumento delle difese immunitarie. Circa l’80% del nostro sistema immunitario risiede nell’intestino, per questo motivo è importante supportarlo con probiotici specifici (come L. Casei, L. Acidophilus e Bifidobacterium). Anche l’Echinacea è un alleato naturale delle nostre difese immunitarie, infatti, è considerata una tra le piante con maggior effetto immunostimolante.

Il trattamento della micosi della pelle già insorta viene attuato tramite trattamenti locali con creme lenitive, oli emollienti e restitutivi, lozioni, shampoo, polveri, o nei casi più acuti tramite terapie sistemiche, ossia da assumere per bocca. Alcune terapie locali possono essere consigliate dal farmacista, mentre le terapie sistemiche dal medico specialista, ovvero il dermatologo.

FONTI:
-Antifungal activity and mode of action of thymol and its synergism with nystatin against Candida species involved with infections in the oral cavity: an in vitro study https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC4659158/
-Antifungal activity of the essential oil of Melaleuca alternifolia (tea tree oil) against pathogenic fungi in vitro. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/9055360
-Effects of probiotics on the prevention of atopic dermatitis https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3382699/

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media