Energia

Cosa fare in caso di pressione bassa?

Avere la pressione bassa è una condizione che può verificarsi più facilmente nell’organismo durante i periodi caldi dell’anno, quando i vasi sanguigni si dilatano e di conseguenza diminuisce la forza con cui il sangue viene spinto dal cuore nel sistema circolatorio. È possibile che il problema sorga anche in fase di digestione, dopo essere stati distesi o seduti per molto tempo, in seguito a un forte shock o a un impulso sbagliato del cervello circa lo stato della pressione sanguigna.

Non si tratta di una condizione preoccupante ma è comunque importante sapere cosa fare in caso di pressione bassa, senza allarmarsi.
Con lo sfigmomanometro è possibile misurare la pressione arteriosa, considerata bassa in un adulto se i valori di massima e minima sono inferiori ai 90/60 mmHg. In questo caso si parla di ipotensione.

I sintomi che solitamente si riscontrano nell’ipotensione sono: stanchezza, nausea, sudorazione fredda, pallore, palpitazioni, vista offuscata, vertigini, formicolio agli arti o alle estremità e senso di svenimento.

Ecco in breve cosa fare quando si ha la pressione bassa:
● Coricarsi tenendo gli arti inferiori sollevati al di sopra del livello del cuore per facilitare il ritorno di sangue al cervello;
● Bere un bicchiere d’acqua e zucchero per reidratarsi e fornire rapidamente energia al corpo. In alternativa, bere caffè zuccherato per restringere le arterie e provocare un innalzamento della pressione;
● Allentare cinture ed evitare vestiti stretti.

Porre attenzione a cosa si mangia è importante per migliorare le condizioni del proprio sistema cardiovascolare: ci sono cibi che aumentano i livelli di pressione sanguigna, come aglio e la liquirizia, o altri che aiutano a integrare vitamine e sali minerali come uova, zenzero, frutta e verdura.

Curare l’alimentazione in caso di pressione bassa significa anche prevenire questo malessere grazie all’integrazione di vitamine del gruppo B, magnesio, acido folico e tonici energizzanti come il ginseng o la maca.
In ultimo, è bene ricordarsi di evitare, per quanto possibile, i luoghi caldi e il consumo di alcolici.

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media