Home > Mamma e Bambino > Articoli > Occhiaie rosse nei bambini? Scopriamo le cause e rimedi
occhiaie-rosse-nei-bambini

Mamma e Bambino

Occhiaie rosse nei bambini? Scopriamo le cause e rimedi

Condividi:

Nei bambini le occhiaie rosse possono comparire a seguito di un periodo particolarmente impegnativo, mentalmente e fisicamente. Per esempio, la sveglia mattutina, le lunghe ore di scuola, le numerose attività extrascolastiche che mettono il loro organismo sotto pressione, provocando stress, tutto questo innesca una produzione eccessiva di cortisolo. Il cortisolo è un ormone che controlla diverse funzioni del nostro organismo, inoltre, è deputato all’aumento della produzione di energia. Un’eccessiva attivazione di questo ormone può provocare sintomi riscontrabili anche a livello cutaneo, come ad esempio il traboccamento dei capillari periorbitali, responsabili delle occhiaie.

Anche le difficoltà legate al sonno o scarsa idratazione possono generare occhiaie rosse nei bambini: il sonno interrotto da continui risvegli provoca una dilatazione dei vasi sanguigni, che origina i cerchi scuri sotto alla palpebra inferiore. 

Se accade che le occhiaie rosse nei bambini permangano per più tempo e si associno anche ad altri sintomi, che andremo ad analizzare in dettaglio, allora è il caso di ricorrere al consulto di uno specialista.

Le cause più comuni delle occhiaie rosse nei bambini

Quando il vostro bimbo, oltre ad avere occhiaie rosse intorno agli occhi, presenta un pallore diffuso della pelle e lamenta una stanchezza persistente e ingiustificata, potrebbe trattarsi di carenza di ferro (o anemia sideropenica). 

Occhiaie rosse da carenza di ferro

La carenza di ferro causa una ridotta produzione di globuli rossi e, conseguentemente, di emoglobina, la cui funzione consiste nel trasportare l’ossigeno presente nel sangue alle cellule del corpo. La presenza di ferro nel sangue è determinante per una sana crescita e sviluppo fisico, fondamentale nel periodo dell’infanzia.

La carenza di ferro può addebitarsi a vari fattori: una scarsa riserva di tale minerale alla nascita (tipica di bambini prematuri o nati da madri anemiche); uno scarso apporto attraverso la dieta oppure un malassorbimento dovuto a condizioni come celiachia, infezioni intestinali, parassitosi. 

In questi casi, oltre alle cure prescritte dal pediatra per ovviare alle patologie menzionate, sarà necessario introdurre ferro attraverso alimenti che ne sono ricchi (cacao, cioccolato fondente, legumi, fiocchi d’avena, nocciole). Non va dimenticato che, per facilitare l’assorbimento del ferro, questi alimenti vanno associati ad altri ricchi di vitamina C come agrumi, fragole, kiwi, spinaci, pomodori, radicchio.

Occhiaie rosse da congestione nasale

Un’altra possibile causa di insorgenza di occhiaie rosse nei bambini è la presenza di congestione nasale, la cui origine può attribuirsi ad allergia, malattie da raffreddamento trascurate, infiammazione dei seni nasali (sinusite), adenoidi, tonsilliti. In generale, se la congestione e le occhiaie si protraggono per più di una settimana, è utile rivolgersi all’otorinolaringoiatra che, attraverso una endoscopia nasale, potrà accertare se si tratta o meno di sinusite. 

In tal caso non c’è da preoccuparsi: di norma la sinusite si risolve spontaneamente nel 40% dei casi; lo specialista consiglierà comunque lavaggi nasali e, in quelli più ostinati, aerosol con terapia antibiotica. 

occhiaie-rosse-nei-bambini-cause

Occhiaie rosse dovute a problemi di vista

Il vostro bambino potrebbe avere dei cerchi rossi intorno agli occhi anche perché li sforza troppo, nel tentativo di mettere a fuoco ciò che non vede in modo limpido: se notate questi sintomi, è il caso di ricorrere all’oculista per verificare e correggere il difetto.

Che significato hanno?

Può capitare che le occhiaie nel bambino si presentino con diverse colorazioni: vediamo quindi sinteticamente quali colori si associano a possibili patologie: 

  • occhiaie blu o violacee: sono riconducibili a ipossia (carenza di ossigeno nei tessuti) e problemi cardiaci;
  • occhiaie giallo-grigiastre o marroni: segnalano un aumento di bilirubina nel sangue, dovuta a ittero o disturbi del fegato. 

In entrambi i casi si rende necessario il ricorso al pediatra, soprattutto in presenza di febbre.

Prevenzione e rimedi

Prevenire le occhiaie rosse nei bambini è possibile qualora queste siano collegate a semplice stanchezza o disidratazione, o a problemi di sonno: in tali casi, fate in modo che il vostro bimbo abbia una routine quotidiana che preveda tempo speso all’aria aperta, momenti di riposo tra le varie attività e momenti di gioco e relax che lo facciano stare emotivamente bene. È importante che beva con regolarità e che faccia quattro pasti al giorno con un adeguato apporto di frutta, verdura e proteine nobili. E inoltre che sia poco il tempo speso sui dispositivi elettronici, in particolar modo nelle ore serali. 

Qualora il bambino presentasse occhiaie da stanchezza eccessiva, potete aiutarlo con degli impacchi a base di camomilla fredda, che è un emolliente e un lenitivo naturale. 

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Mamma e Bambino

Orsovit

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >