Benessere occhi

Pro e contro delle lenti a contatto

lenti a contatto pro e contro

Le lenti a contatto sono uno strumento utilissimo per correggere alcuni dei difetti visivi più comuni e la loro diffusione è sempre più ampia.
Ci sono però delle indicazioni e delle norme di utilizzo da conoscere e da applicare nel modo corretto, come ogni cosa, anche l’utilizzo di lenti a contatto hanno pro e contro da tenere in considerazione per evitare l’insorgere di complicanze o problemi e per avere sempre la visione migliore possibile.

Afomill Gocce Oculari

Come funzionano le lenti a contatto

Chi le porta lo sa bene, le lenti a contatto hanno rivoluzionato il modo di vedere di tanti miopi, astigmatici, ipermetropi e anche presbiti.
Sono piccole lenti di materiali particolari, rigide o morbide, che si applicano direttamente a contatto con la superficie dell’occhio (cornea) e grazie alla loro curvatura correggono il difetto visivo.
Il loro funzionamento è analogo a quello della lente dell’occhiale: la luce viene curvata in maniera specifica per riuscire ad arrivare sulla retina e formare l’immagine corretta.

I pro delle lenti a contatto

Le lenti a contatto garantiscono un comfort ottimale in qualsiasi situazione.

  • Permettono una maggiore libertà di movimento e sono perfette anche per praticare sport all’aperto.
  • Evitano riflessi del sole e la visione è sempre nitida e a 360°, perfetta anche lateralmente.
  • Non sono soggette a problemi legati alle condizioni atmosferiche, a patto che si mantengano sufficientemente umide.
  • Dal punto di vista estetico le lenti a contatto sono insuperabili. Non coprono il viso e permettono di truccarsi.
  • Indossando le lenti a contatto è anche possibile e consigliabile utilizzare gli occhiali da sole.
  • Sono utilizzabili a qualsiasi età: anche bambini e ragazzi, se adeguatamente informati su come gestirle, possono utilizzare le lenti a contatto, mentre in età più matura aiutano per la visione da vicino, grazie alle lenti multifocali sempre più nuove e performanti.

I contro delle lenti a contatto

Nonostante i tanti fattori positivi, molte persone hanno difficoltà a utilizzare le lenti a contatto e preferiscono gli occhiali da vista. I contro delle lenti e – di conseguenza – i punti a favore degli occhiali sono i seguenti:

  • Difficoltà nell’applicazione, in quanto hanno bisogno di un certo grado di destrezza manuale. Gli occhiali sono più facili da indossare grazie alle moderne montature che li rendono comodi e funzionali.
  • Se indossate troppo a lungo, possono ridurre il rifornimento di ossigeno all’occhio.
  • Richiedono una manutenzione maggiore rispetto agli occhiali, sono più delicate e possono provocare infezioni se non si rispetta una corretta igiene.
  • Le lenti proteggono gli occhi meno degli occhiali da sporco, polvere e insetti e agenti esterni.
  • Non esistono lenti a contatto “da riposo”, mentre esistono tipi di occhiali per ogni occasione, compresi quelli da lavoro a che proteggono dalla luce blu, per chi passa molto tempo al computer o al tablet, ossia per chi desidera una visione nitida e confortevole soprattutto alle distanze piccole e medie.
  • Le lenti sono fragili, mentre i nuovi trattamenti rendono durevoli e precise anche le lenti di plastica per occhiali.

lenti a contatto pro e contro

L’uso corretto delle lenti a contatto

Per godere appieno dei numerosi vantaggi delle lenti a contatto è necessario seguire alcune facili regole di utilizzo.

Innanzitutto per trovare il modello giusto è bene rivolgersi al medico oculista, che in base alle diverse esigenze sceglierà la tipologia più adatta.

Basta un po’ di pratica per riuscire in breve tempo ad applicare velocemente le lenti a contatto. Per far sì che il loro utilizzo sia sempre corretto e per evitare spiacevoli problemi alla salute degli occhi, talvolta anche gravi, ci sono alcune norme, soprattutto igieniche, da osservare:

  • Maneggiare le lenti a contatto sempre e solo dopo aver lavato le mani. L’igiene in questo caso è la prima norma e mani pulite evitano infezioni e irritazioni.
  • Non riutilizzare il liquido di pulizia. La soluzione disinfettante in cui sono state riposte le lenti durante la notte deve essere eliminata ogni volta. Esistono in commercio particolari soluzioni con acido ialuronico in grado detergere, disinfettare, risciacquare, idratare e conservare in maniera immediata. È sufficiente lasciare immerse le lenti per 5-7 minuti e non più tutta la notte.
  • Pulire il portalenti. Anche in questo caso l’igiene prima di tutto: sciacquate il portalenti ogni giorno con una soluzione salina sterile.
  • Non indossate le lenti a contatto per più di 10-12 ore. Seppur confortevoli e realizzate in materiale traspirante, bloccano in parte l’ossigenazione dell’occhio, che invece deve respirare.
  • Rispettate le indicazioni su limite di utilizzo e data di scadenza. Non riutilizzate le lenti giornaliere, cambiate le lenti come indicato (ogni quindici giorni o un mese) e non utilizzatele se sono scadute.

Secchezza oculare e uso di gocce oculari con lenti a contatto

Come abbiamo detto, quindi, le lenti a contatto offrono un elevato grado di libertà, in particolare per chi ama lo sport e segue uno stile di vita attivo, anche se bisogna fare attenzione alla maggiore predisposizione alla secchezza oculare che esse possono causare.

La secchezza oculare è spesso un fastidio passeggero, legato per lo più a momenti di stanchezza fisica e affaticamento visivo dovuto a tante ore passate davanti al PC, alla guida o alla lettura in ambienti chiusi e con poco ricircolo d’aria.

Le cause più comuni che determinano secchezza oculare – oltre all’utilizzo di lenti a contatto – sono le seguenti:

  • Motivi ambientali come sole, vento, freddo, locali fumosi, locali con aria secca prodotta da impianti di riscaldamento o da condizionamento
  • Utilizzo prolungato di computer e monitor
  • Età avanzata
  • Assunzione di determinati medicinali come antidepressivi, ansiolitici, ormoni e antistaminici
  • Chirurgia oculare

I disturbi tipici della secchezza oculare, come irritazione e sensazione di corpo estraneo nell’occhio, sono generati da un’alterazione del film lacrimale e una mancata idratazione e lubrificazione. Il film lacrimale è composto da 3 strati: lipidico, acquoso e mucoso. Questi si combinano tra di loro per produrre la giusta idratazione, distribuendola in maniera uniforme sulla cornea.

Se si portano regolarmente le lenti a contatto, si potrebbe aver bisogno di un aiuto per ristabilire l’equilibrio del film lacrimale idratando l’occhio e prevenendo eventuali sensazioni di fastidio.
L’utilizzo delle gocce oculari, soluzioni oftalmiche sterili specifiche per chi indossa lenti a contatto, dall’effetto idratante e lubrificante, può rappresentare un aiuto importante in grado di aiutare il film lacrimale e di aumentarne la stabilità.
Quelle che contengono acido ialuronico sono particolarmente idratanti e donano una immediata sensazione di sollievo.

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter