Colesterolo

Noci e Colesterolo tutti i benefici

noci e colesterolo

Conoscete tutti i benefici delle noci per tenere a bada il colesterolo? Buone da mangiare e ottime per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo cattivo, le noci sono l’alimento principe del periodo autunnale e invernale. Scopriamo insieme le tante virtù delle noci e perché fanno bene.

Lactoflorene colesterolo

Proprietà delle noci e perché fanno bene

Noci, ora abbiamo una scusa in più per poterle sgranocchiare senza sensi di colpa. Mangiare le noci ha, infatti, un effetto benefico sul colesterolo. Vediamo come e quante mangiarne. Gli studi recenti lo hanno ormai dimostrato senza dubbi: una dieta ricca di noci aiuta a mantenere livelli di colesterolo LDL (quello “cattivo”) ottimali, ad abbassare la pressione ed è indicata anche in caso di diabete.

Come fanno le noci ad avere tutte queste nobili proprietà? Innanzitutto, le noci sono semi e come la maggior parte dei semi contengono una notevole quantità di grassi, oltre a proteine e in minor quantità carboidrati.
Al 90-95% i grassi di cui sono composte le noci sono grassi insaturi e polinsaturi, quelli considerati buoni, mentre i grassi saturi sono davvero una minima parte.
I grassi polinsaturi sono, per intenderci, quelli a cui appartengono i famosi, e mai abbastanza presenti nella nostra dieta, omega-sei e omega-tre. Soprattutto gli omega-tre sono difficili da reperire negli alimenti che abitualmente consumiamo, ad eccezione del pesce azzurro, che ne è ricco. Trovare quindi una fonte facilmente disponibile di omega-tre è il modo migliore per contribuire a inserire questo prezioso nutrimento nella nostra dieta.

noci e colesterolo

I benefici delle noci sul colesterolo

Come fanno le noci ad avere benefici sul colesterolo? La risposta è nella perfetta combinazione dei grassi e nel loro bilanciamento, utili nei casi di livelli alti di colesterolo LDL che, lo ricordiamo, è quello pericoloso per la salute, insieme agli alti livelli di trigliceridi.
Il consumo di noci mantiene, invece, stabili i livelli di colesterolo “buono”, o HDL, il cui livello deve rimanere ottimale nel sangue.

Le noci contengono anche polifenoli e fitosteroli. I primi sono dei fortissimi antiossidanti che contrastano i radicali liberi, una delle cause di malattie cardiovascolari e di tumori. I fitosteroli, invece, sono steroli vegetali che hanno la proprietà, riconosciuta da tempo, di contribuire quando i livelli di colesterolo LDL sono alti.

Quante noci assumere? L’ideale è assumere 3-4 noci al giorno, non di più. Un consumo troppo elevato può essere negativo perché le noci, nonostante tutti gli effetti positivi, sono molto caloriche e se non si presta attenzione possono contribuire all’aumento di peso.
Sono perfette in aggiunta allo yogurt, o per accompagnare la frutta o nelle insalate, per dare il giusto apporto proteico. Generalmente viene suggerito di utilizzarle come “spezzafame”, ovvero al posto dei tradizionali snack, magari poco sani, che si assumono a metà mattina e metà pomeriggio, la cosiddetta merenda. Se una persona con problemi di colesterolo sa si dover evitare merendine, fritti, cibi conservati e ipercalorici, e dunque trarrà sicuramente beneficio da uno snack di questo genere, è anche vero che il consiglio dell’assunzione di 3-4 noci al giorno rimane valido anche per tutte le persone che non hanno problematiche effettive in atto, ma vogliono cercare di mantenere sotto controllo in modo del tutto naturale i valori del colesterolo.

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter