Colesterolo

Sintomi e cause dei trigliceridi alti: ecco come combatterli

sintomi trigliceridi alti

Quando i livelli dei grassi nel sangue sono troppo elevati il cuore corre seri pericoli. Il problema riguarda anche i trigliceridi, i grassi più comuni nell’organismo. Purtroppo, però, i sintomi dei trigliceridi alti non sono evidenti, anzi, può capitare che non si sappia di avere questo problema fino a che non ci si sottopone a un esame del sangue.

Fortunatamente è possibile fare molto per combattere le sue cause. La battaglia inizia molto prima di quando si mette piede in farmacia; la migliore arma contro i trigliceridi alti è infatti lo stile di vita. Certo, i trigliceridi alti possono essere anche associati alla presenza di vere e proprie patologie, ma è sempre indispensabile avere sempre un occhio di riguardo per le proprie abitudini a tavola, anche quando è necessario assumere dei farmaci.

Lactoflorene colesterolo

Le cause dei trigliceridi alti

Le malattie associate a trigliceridi alti sono più di una: problemi alla tiroide, diabete, patologie epatiche o renali. Inoltre i trigliceridi alti sono correlati al sovrappeso o all’obesità, e anche alcuni farmaci possono far aumentare la trigliceridemia (ossia i livelli di trigliceridi nel sangue).

Le cause dei trigliceridi alti possono però essere nascoste anche nello stile di vita: l’inattività fisica, il consumo di cibi ricchi di grassi e di zuccheri e l’assunzione eccessiva di alcol sono tutti possibili cause di trigliceridi alti.

Altre volte, invece, le cause dei trigliceridi alti sono scritte nei geni; è il caso di chi soffre di ipertrigliceridemia familiare. Anche in questa patologia ereditaria entrano però in gioco fattori esterni; la gravità della situazione può ad esempio dipendere dall’alimentazione.

cause trigliceridi alti

Trigliceridi alti: quando preoccuparsi?

Per iniziare a preoccuparsi per i trigliceridi alti non bisogna aspettare che compaiano dei sintomi. Il rischio, infatti, è di trovarsi alle prese con problemi di salute seri, come coronaropatie, ictus e forme acute di pancreatite.

Piuttosto, il campanello d’allarme dovrebbe scattare ogni qualvolta la trigliceridemia raggiunge o supera il valore di sicurezza di 150 mg/dl. Per valori compresi tra 150 e 199 mg/dl si deve iniziare a destare delle preoccupazioni, mentre tra i 200 e i 499 mg/dl non ci sono più dubbi: si parla di trigliceridi alti. A partire dai 500 mg/dl i trigliceridi sono addirittura considerati molto alti.

Come accennato, raggiungere la soglia dei 150 mg/dl mette in pericolo la salute del cuore. La situazione è particolarmente preoccupante in presenza di altri fattori di rischio cardiovascolare, in particolare concentrazioni di colesterolo “cattivo” troppo elevate e dosi troppo basse di colesterolo “buono”.

Trigliceridi alti: come combatterli

Chiunque soffra di trigliceridi alti deve prima di tutto agire sul proprio stile di vita. Fra gli obiettivi principali è incluso mantenere o cercare di riportare il più possibile il peso nella norma. Inoltre è importante adottare alcuni accorgimenti a tavola, in particolare limitare il consumo di alcolici, di zuccheri semplici e di grassi saturi ed evitare del tutto i grassi trans. L’impegno non deve riguardare solo l’alimentazione: per abbassare i trigliceridi alti è importante anche garantirsi un’attività fisica regolare e non fumare.

In alcuni casi potrebbe essere indicata l’assunzione di fibrati, omega 3, acido nicotinico o statine. Queste ultime sono i farmaci più utilizzati per tenere sotto controllo i livelli di colesterolo nel sangue; ne esiste anche una variante naturale, contenuta nel riso rosso fermentato, che può aiutare a proteggere la salute cardiovascolare. Per abbassare i trigliceridi alti sarà il medico a stabilire se è il caso di assumere farmaci che richiedono una prescrizione o se il problema può essere affrontato grazie agli integratori alimentari.

Fonti articolo:
– American Heart Association – American Stroke Association. Triglycerides: Frequently Asked Questions. http://my.americanheart.org/idc/groups/ahamah-public/@wcm/@sop/@smd/documents/downloadable/ucm_425988.pdf. 18/12/18
– MedlinePlus. Familial hypertriglyceridemia. https://medlineplus.gov/ency/article/000397.htm. 18/12/18
– MedlinePlus. Triglycerides. https://medlineplus.gov/triglycerides.html. 18/12/18
– National Heart, Lung and Blood Institute. High Blood Triglycerides. https://www.nhlbi.nih.gov/health-topics/high-blood-triglycerides. 18/12/18

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter