Home > Salute degli Occhi > Articoli > I tre migliori esercizi per occhi stanchi e gonfi durante il cambio di stagione
esercizi-per-occhi-stanchi

Salute degli Occhi

I tre migliori esercizi per occhi stanchi e gonfi durante il cambio di stagione

Condividi:

Si chiama “eye yoga” e nel concreto si tratta di semplici esercizi per dare sollievo e benefici nel caso di occhi stanchi. Come lo yoga tradizionale, lo yoga per gli occhi, una tendenza in arrivo dagli Stati Uniti, prevede una serie di esercizi per allenare, riposare e rilassare gli occhi e la muscolatura che li contorna.

Molti sono gli stimoli che sollecitano ogni giorno, e continuamente, gli occhi: dagli agenti esterni all’illuminazione artificiale, fino alle emissioni luminose di computer e dispositivi elettronici.

Situazioni che alla lunga diventano stressanti per la vista e gli occhi e che possono causare affaticamento, bruciore e arrossamento.

Tutto questo può diventare ancora più fastidioso in primavera, quando insieme alle fioriture vegetali “fioriscono” anche le allergie respiratorie, che spesso interessano gli occhi con lacrimazione e prurito e che aggravano il senso di stanchezza.

Ma quando lo yoga degli occhi può essere utile? Non ci sono prove che possa migliorare i difetti visivi come la miopia, oppure che possa essere utile in caso di malattie come il glaucoma, o che possa portare beneficio nel caso di sindrome dell’occhio secco o, ancora, per ridurre le occhiaie.

Quello che invece alcune ricerche suggeriscono è un ruolo positivo dell’eye yoga nella stimolazione e rafforzamento dei muscoli che permettono il movimento oculare e nell’abbassare i livelli di stress aiutando le capacità di messa a fuoco e di concentrazione.

In cosa consiste? Alcuni esercizi per gli occhi stanchi prevedono la messa a fuoco di oggetti a distanza più o meno ravvicinata, e il movimento degli occhi in tutte le direzioni. Questo può indurre non a migliorare effettivamente la vista, ma la percezione di quello che si vede e quindi a dare la sensazione di vedere meglio. Inoltre, come per la pratica yoga in generale, gli esercizi per gli occhi possono indurre un effetto calmante a livello generale.

Afomill Gocce Oculari

Esercizi per gli occhi stanchi

Fra gli esercizi per gli occhi stanchi che possono essere eseguiti, anche alcuni rimedi mutuati dallo yoga. La pratica dello yoga degli occhi può quindi avere un effetto positivo sullo stress sulla stanchezza oculare e sulla capacità di mettere a fuoco.

Di seguito vengono descritti tre esercizi da praticare quando gli occhi sono stanchi. Fra i possibili rimedi per gli occhi stanchi anche il massaggio delle orbite oculari eseguito con la punta delle dita con movimenti circolari e concentrato in particolare nell’area al di sotto delle sopracciglia.

Questi rimedi per gli occhi stanchi possono essere particolarmente utili nelle giornate in cui si è trascorso molte ore lavorando al pc. Nel caso in cui si portino lenti a contatto, occorre ricordare di rimuoverle prima di iniziare.

Tutti gli esercizi dovrebbero essere eseguiti seduti, in una posizione comoda, oppure seduti a gambe incrociate, con il busto eretto e le spalle rilassate.

occhi-stanchi-rimedi-gonfi

Esercizio 1 – Palming

Per prima cosa strofinare tra loro i palmi delle mani in modo che diventino caldi. Quindi posizionare i palmi delle mani in corrispondenza degli occhi, chiusi, senza comprimerli, in modo che non filtri la luce. Inspirare ed espirare ripetutamente, cercando di liberare la mente. Restare in questa posizione per qualche minuto. Questo esercizio servirà per riposare la vista e il calore trasmesso agli occhi aiuterà a rilassare la muscolatura del viso e degli occhi stessi. Ripetere l’esercizio due o tre volte nell’arco della giornata.

Esercizio 2 – Blinking

Questo esercizio specifico per gli occhi stanchi consistere nello sbattere, ripetutamente e velocemente, le palpebre (una decina di volte) quasi strizzando gli occhi. Quindi fermarsi con gli occhi chiusi e praticare la respirazione. Ripetere poi l’esercizio altre due volte. Questo esercizio aiuta a ridurre la tensione oculare, dovuta per esempio a lavori impegnativi che richiedono di fissare per lungo tempo un monitor.

L’esercizio serve anche a mantenere l’occhio lubrificato. L’uso prolungato di schermi, infatti, comporta una diminuzione dell’ammiccamento, ossia dell’atto di chiudere involontariamente gli occhi che serve a redistribuire il film lacrimale e a proteggere l’occhio da secchezza e fastidio.

Ammiccare velocemente può aiutare anche a ridurre la sensazione di gonfiore degli occhi, per esempio al risveglio.

Esercizio 3 – Per migliorare il focus

Stendere un braccio davanti a sé, con il pollice alzato. Quindi individuare un punto all’orizzonte posto al di sopra del pollice e cambiare ripetutamente la messa a fuoco, passando dall’osservazione del pollice a quella del punto individuato. L’esercizio può essere ripetuto più volte, intervallandolo con dei momenti di rilassamento e respirazione. Cambiare velocemente la messa a fuoco dello sguardo aiuta a rilassare la vista.

Ulteriori rimedi per gli occhi stanchi

Per dare sollievo agli occhi stanchi può essere utile instillare gocce oculari con azione lenitiva. Possono essere scelti prodotti a base di estratti vegetali di piante quali la camomilla, che produce effetto calmante, e l’eufrasia.

In caso di allergie ai conservanti, è possibile ricorrere a prodotti formulati in flaconcini monodose, che non contengono questi additivi.

Fonti

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Salute degli Occhi