Home > Benessere Psicofisico > Articoli > Come sanificare un ambiente in casa nel modo corretto, 5 consigli
come-sanificare-casa

Pubblicato il 21 Luglio 2020 | Ultima modifica il 23 Luglio 2020

Benessere Psicofisico

Come sanificare un ambiente in casa nel modo corretto, 5 consigli

Condividi:

Sanificare, igienizzare e disinfettare. Sono la stessa cosa? In tempi di Coronavirus, una corretta igiene, sia personale che degli ambienti dove viviamo, è fondamentale per proteggere la nostra salute. Vediamo insieme come procedere e come orientarsi tra i vari prodotti. Dunque, come sanificare la propria casa?

Come sanificare la casa: i suggerimenti del Ministero per gli oggetti di uso comune

Le indicazioni su come sanificare la casa non coincidono con quelle sull’igienizzazione, che sono presenti anche nel sito del Ministero della Salute. Benché comunemente sanificazione e igienizzazione vengano ritenuti sinonimi, il termine sanificazione implica un’azione più specifica. Per eliminare batteri e virus da superfici toccate direttamente e da più persone, si possono utilizzare sia disinfettanti a base alcolica sia prodotti a base di cloro (es. l’ipoclorito di sodio).

Di quali oggetti stiamo parlando? Tavoli, scrivanie, maniglie delle porte, delle finestre, cellulari, tablet, computer, interruttori della luce, ecc..

La percentuale di cloro attivo in grado di eliminare la maggior parte dei virus (incluso il SARS-CoV-2) e dei batteri senza provocare irritazioni dell’apparato respiratorio è lo 0,1% in cloro attivo per la maggior parte delle superfici.

Disinfettare o sanificare? Trova le differenze

Quando si parla di igienizzare la casa, s’intende la normale pulizia. Quella effettuata con detergenti quali acqua e sapone, oppure prodotti simili. Si elimina lo sporco, quindi, soprattutto in modo meccanico, eliminando polvere o residui di materiale.

Disinfettare una superficie o un oggetto, invece, è un’azione più profonda, che elimina non tanto lo sporco grossolano, quanto piuttosto uccide virus, batteri e funghi.

Quando si parla di sanificazione, s’intende un processo ancora più profondo e accurato, che sfrutta i disinfettanti, ma anche altre metodiche, per bonificare completamente gli ambienti, agendo anche su superfici difficili da raggiungere.

Come sanificare un ambiente, dunque? Attraverso la pulizia dei condotti dell’aria o delle tubature. Si tratta quindi di un processo che deve essere svolto da personale esperto e che non ha niente a che vedere con le normali pulizie di casa.

Lo scopo della sanificazione è quello di mantenere un ambiente sano, libero da agenti patogeni, anche con lo scopo di prevenire che questi possano tornare a breve termine.

come-sanificare-un-ambiente

Come sanificare casa: disinfettare pavimenti e toilette

E per i pavimenti?

Anche per disinfettare i pavimenti si possono usare prodotti a base di cloro attivo. Meglio passare prima un panno umidito con acqua e sapone per una prima rimozione dello sporco più superficiale. Solo dopo potete applicare il prodotto disinfettante.

Per i servizi igienici (water doccia, lavandini) i prodotti a base di cloro possono essere utilizzati con una percentuale di cloro attivo più alta: sale allo 0,5%.

In tutti i casi, è importante leggere bene le etichette dei prodotti e diluirli nel modo corretto, per evitare danni alla salute e al contempo essere sicuri di stare effettivamente disinfettando casa.

Un esempio?

Tra i prodotti a base di cloro attivo utili per disinfettare casa eliminando i virus troviamo anche la comune candeggina, o varechina, che normalmente si trova in commercio al 5-10% di contenuto di cloro.

Se utilizziamo un prodotto con cloro al 5% per ottenere la giusta percentuale di 0,1% di cloro attivo bisogna diluirlo in questo modo:

  • 100 ml di prodotto (al 5%) in 4900 millilitri di acqua, oppure
  • 50 ml di prodotto (al 5%) in 2450 millilitri di acqua

Se vogliamo invece arrivare alla diluizione dello 0,5% (partendo sempre da un prodotto al 5%) dobbiamo utilizzare:

  • 1 litro di prodotto in 9 litri di acqua, oppure
  • 1/2 litro di prodotto in 4,5 litri di acqua, oppure
  • 100 ml di prodotto in 900 millilitri di acqua

Disinfettare casa: 5 consigli per proteggere la tua salute

Sia durante la normale pulizia, e a maggior ragione se decidete di utilizzare prodotti appositi per disinfettare casa, seguite alcuni consigli per proteggere la vostra salute. Le sostanze usate, infatti, possono essere tossiche se inalate o ingerite.

  1. Indossate i guanti.
  2. Evitate di creare schizzi e spruzzi
  3. Arieggiate le stanze sia prima che dopo la pulizia, in particolare se state usando prodotti disinfettanti/detergenti che riportano sull’etichetta simboli di pericolo.
  4. Tenete i prodotti di pulizia fuori dalla portata dei bambini e degli animali da compagnia
  5. Conservate i prodotti per pulire in un luogo asciutto e lontano da forti fonti di calore.

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Benessere Psicofisico