Home > Benessere Psicofisico > Ricette > Vellutata di carciofi per un intestino felice
ricetta-intestino-felice

Benessere Psicofisico

Vellutata di carciofi per un intestino felice

La vellutata di carciofi è la ricetta di un primo piatto dal sapore delicato e dalla consistenza cremosa per un intestino felice, in grado di scaldarci e coccolarci nella fredde sere d’inverno.

La pianta del carciofo appartiene alla vasta famiglia delle piante erbacee a fiore Asteraceae, conosciuto già da Egizi, Greci e Romani, sembra essere stato introdotto in Europa dagli Arabi. Viene coltivato nei primi mesi caldi, ma la raccolta ha inizio nel mese di novembre. Scopriamo insieme come preparare questa ricetta per un intestino felice.

La vellutata di carciofi e patate

La vellutata di carciofi e patate è una ricetta per un intestino felice, grazie a un ortaggio dalle mille proprietà benefiche tra cui le principali quella di essere un alleato del benessere epatico e intestinale.

In particolare le foglie di questo ortaggio contengono la cianarina un polifenolo noto per la sua azione epatoprotettiva, in grado di agire proteggendo le cellule del fegato e stimolando la produzione ed il corretto deflusso di bile, ma non solo poiché ha anche un azione diuretica e depurativa.

La vellutata di carciofi e patate è un concentrato di sapore, un piatto vegetariano che conquista tutti e se servita con un filo di olio a crudo, una manciata di crostini di pane e una spolverata di formaggio grattugiato è un piatto nutriente e completo in cui ritroviamo tutti i macronutrienti principali:

  • carboidrati, patate/ crostini di pane
  • proteine, formaggio grattugiato
  • lipidi, olio extravergine di oliva

e micronutrienti forniti in particolare dai carciofi ricchi di sali minerali tra cui sodio, potassio, fosforo, ferro, rame e calcio e vitamine, tra cui la C, quelle del gruppo B e la K.

Intestino felice, una ricetta sana

Dal punto di vista nutrizionale il carciofo è un ortaggio ricco di fibre solubili, pertanto ottimo per regolare l’attività e l’equilibrio intestinale. In particolare si tratta di frutto-oligosaccaridi, molecole note anche con il nome di FOS o INULINA. Queste molecole rappresentano la fibra solubile dotata del più elevato potere prebiotico: cioè nutre i batteri amici della salute dell’intestino.

Il carciofo, inoltre, aiuta la digestione ostacolando gli effetti correlati quali inappetenza, pesantezza e gonfiore di stomaco, stanchezza, sonnolenza, eruttazioni, alitosi e flatulenza. Recenti studi clinici hanno dimostrato come l’assunzione di estratto di foglie di carciofo riduca la severità dei sintomi legati ai disturbi della digestione come dolore addominale, crampi, gonfiore, flatulenza e costipazione.

Per spiegare il ruolo positivo del carciofo sulla digestione sono state formulate alcune ipotisi tra cui quella più accreditata che ipotizza il ruolo chiave dell’inulina la quale sembra essere, infatti, un substrato favorevole ai batteri cosiddetti buoni impegnati nella digestione ed in grado di influenzare positivamente la composizione della microflora intestinale.

L’inulina infatti non viene digerita, se non parzialmente, raggiunge inalterata l’intestino, dove viene metabolizzata dai batteri intestinali in particolare i bifido batteri, con la produzione di acidi grassi a catena corta come l’acido acetico, il proprionato e il butirrato. Si ritiene che siano queste molecole a determinare un’azione protettiva nei confronti delle cellule dell’intestino.

Ricetta vellutata carciofi e patate

Ingredienti per circa 4 persone:

  • 4 carciofi di medie dimensioni
  • 250 gr patate
  • 200 gr porri
  • Brodo vegetale 1 litro
  • Olio extravergine di oliva q.b
  • Sale q.b
  • Formaggio grattugiato

Procedimento:

  1. La prima operazione da fare prima di cominciare a pulire i carciofi è strofinarsi le mani con del limone per evitare che le sostanze all’interno di questo ortaggio, che a contatto con l’aria ossidano, vi anneriscano le mani. In alternativa utilizzate dei guanti.
  2. Per pulire i carciofi avrete bisogno di un coltellino e un cucchiaio per scavarli: togliete prima di tutto le foglie esterne più dure fino ad arrivare a quelle più tenere, tagliate la parte più robusta del gambo e con uno scavino eliminate la peluria interna presente nel cuore del carciofo.
  3. Tagliate i carciofi a spicchi e inserite il tutto all’interno di una ciotola con dell’acqua fredda e limone, ciò permetterà ai vostri carciofi di non annerirsi prima della cottura.
  4. Sbucciate le patate e tagliatele a cubetti, prendete il porro eliminate lo strato più esterno e tagliatelo ad anelli sottili.
  5. Prendete un tegame, aggiungete un po’ di olio extravergine di oliva, inserite il porro, e fatelo rosolare qualche minuto.
  6. A questo punto aggiungete le patate a dadini e i carciofi a spicchi e fate saltare il tutto per qualche istante.
  7. Coprite le verdure con il brodo e fate cuocere a fuoco medio basso per circa 30 minuti.
  8. Con l’aiuto di un frullatore ad immersione quando sia carciofi che le patate saranno cotti frullate fino ad ottenere una consistenza morbida e cremosa.
  9. Se la vellutata risulta troppo liquida accende il fuoco a fiamma alta e fatela restringere senza coperchio per qualche minuto.
  10. Aggiungete il parmigiano, aggiustate di sale e servite con dei crostini di pane.

Ecco pronta la vostra vellutata di carciofi e patate, ricetta invernale per un intestino felice!

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Benessere Psicofisico