Colesterolo

Il colesterolo e la fertilità femminile: per una gravidanza sicura attenzione ai livelli alti

fertilità femminile

La ricerca di una gravidanza per una donna può essere un momento felice ma anche di possibile preoccupazione, quando questa tarda ad arrivare. Un recente studio condotto alla Buffalo University e alla Emory University ha dimostrato come livelli alti di colesterolo mettano a rischio la fertilità femminile.

Colesterolo alto e rischi per la fertilità

Lo studio pubblicato sul JCEM, il Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism, condotto dai ricercatori del NIH, della Buffalo University e della Emory University, ha coinvolto 501 coppie che facevano parte della Longitudinal Investigation of Fertility and the Environment.
Le coppie sono state osservate nel periodo 2005-2009 in uno studio longitudinale per esaminare l’impatto dei diversi stili di vita e dell’ambiente sulla fertilità.
Lo studio ha dimostrato come le coppie con alti livelli di colesterolo presentano maggiori difficoltà a concepire. Molte delle donne che non sono riuscite a concepire durante lo studio presentavano elevati livelli di colesterolo.
Se il problema interessa solo la donna si abbassano le probabilità di gravidanza e si allungano anche i tempi relativi al concepimento, questo è dovuto al fatto che il colesterolo viene usato dal corpo come agente regolatore del livello di estrogeni e testosterone.
Il dottor Enrique Schisterman, capo della Filiale di Epidemiologia presso National Institutes of Health, ha affermato “dai nostri dati, sembrerebbe che alti livelli di colesterolo aumentano non solo il rischio di malattie cardiovascolari, ma riducono anche le probabilità di molte coppie di avere una gravidanza“.

Attualmente le statistiche indicano che il 15% degli uomini e il 17% delle donne in età riproduttiva hanno difficoltà a concepire.

Lactoflorene colesterolo

Obesità e colesterolo per la fertilità femminile e maschile

Obesità e colesterolo alto sono strettamente correlati. L’obesità ha conseguenze diverse sulla fertilità femminile e maschile:

  • Obesità nella donna è associata ad alterazioni del ciclo mestruale con aumento del rischio di aborti e complicanze ginecologiche. Per contro, anche l’eccessiva magrezza nella donna se associata anche ad anoressia causa una difesa dell’organismo che altera o blocca il ciclo mestruale riducendo così la possibilità di restare incinta.
  • Obesità nell’uomo sembra invece ridurre il testosterone e nei soggetti in sovrappeso è associato a uno dei fattori responsabili di alterazioni del liquido seminale.

Cosa incide sulla fertilità maschile e femminile

La fertilità femminile e maschile è un bene che va tutelato e preservato sin dall’infanzia in quanto possono bastare banali infezioni per creare problemi alla fertilità futura.
Lo stile di vita in fase adulta è molto importante e influenza direttamente la possibilità di concepire.
Oltre al colesterolo alto e all’obesità ci sono altri fattori da tenere in considerazione che sono capaci di influenzare negativamente la salute sessuale e riproduttiva di un individuo come:

  • fumo
  • alcool
  • droghe
  • eccesso di attività fisica
  • vita troppo sedentaria
  • stress eccessivo
  • alimentazione scorretta

Integratori per contrastare i livelli di colesterolo alto

Prima di intraprendere terapie mediche per il colesterolo alto, è possibile utilizzare degli integratori alimentari di ultima generazione, a base di:

  • Riso rosso fermentato, ricavato per fermentazione del comune riso da cucina ad opera di un lievito chiamato Monascus purpureus o “lievito rosso”. Durante il processo si arricchisce di Monacolina K, una sostanza naturale dall’azione statino-simile, che ha la funzione di inibire la sintesi del colesterolo che avviene nel fegato contribuendo al mantenimento di normali livelli di colesterolo.
  • Coenzima Q10, antiossidante i cui livelli vengono ridotti dalle sostanze statino-simili.
  • Vitamina PP, necessaria al processo di digestione degli alimenti, favorisce il colesterolo “buono” LDL a discapito del colesterolo “cattivo” HDL.
  • Probiotici, contribuiscono al generale benessere dell’intestino e quindi della persona. Tra questi il ceppo Bifidobacterium Longum BB536 si è dimostrato utile a ridurre il riassorbimento intestinale del colesterololegato ai sali biliari.

colesterolo e fertilità

 

Il ruolo dell’alimentazione per colesterolo e fertilità

Il regime alimentare gioca un ruolo fondamentale nella fertilità femminile, ma altrettanto in quella maschile. Il sovrappeso, spesso legato al colesterolo alto, non favorisce la salute dell’organismo e quindi la possibilità di svolgere adeguatamente tutte le sue funzioni, inclusa quella riproduttiva.
Minano la salute dell’organismo soprattutto il consumo eccessivo di proteine, soprattutto animali, eccessi di grassi, in particolare quelli saturi, eccesso di zuccheri a rapido assorbimento e uno scarso apporto di carboidrati.
Lo squilibrio di nutrienti influisce sulla fase ormonale in maniera significativa, altresì il giusto apporto di liquidi.
Cibi consigliati per un buon apporto di nutrienti in chi è in cerca di una gravidanza:

  • Frutta di stagione, se possibile agrumi che contengono vitamina C, antiossidante, e vitamina A per aumentare la motilità degli spermatozoi
  • Pomodori che grazie al contenuto di licopene aiutano a migliora la motilità degli spermatozoi
  • Ortaggi a foglia verde utili per i contenuti di vitamina C, A e di acido folico
  • Carote che contengono beta-carotene protettivo per lo sperma
  • Fagioli apportano acido folico e zinco
  • Uova che contengono zinco
  • Pesce dove sono presenti acidi grassi omega-3
  • Frutta secca, senza esagerare, apporta zinco e coenzima Q10, antiossidante molto efficiente
  • Olio extravergine d’oliva ottimo integratore di antiossidanti, da usare sempre a freddo sui cibi

Se possibile evitare il consumo di cibi conservati, formaggi grassi oltre a bevande zuccherate e gassate. Stesso vale per i dolci dove il consumo dovrebbe essere limitato.
Una sana alimentazione è bene poi sia accompagnata anche da esercizio fisico così da mantenere il giusto peso corporeo ed evitare di rientrare nella fascia dell’obesità.
In conclusione, se si è in cerca di una gravidanza, è importante migliorare il proprio stile di vita sotto vari aspetti e controllare i valori di colesterolo così da poter intervenire qualora ce ne sia bisogno.

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter