Home > Dolore > Articoli > Che cosa sono gli esercizi propriocettivi e come aiutano il nostro fisico
esercizi-propriocettivi

Dolore

Che cosa sono gli esercizi propriocettivi e come aiutano il nostro fisico

Condividi:

Velocità, forza, accelerazione: saper leggere queste sensazioni nel modo più corretto e saperle gestire al meglio è l’obiettivo degli esercizi propriocettivi. Questa tipologia di allenamento si basa su una serie di movimenti instabili, che servono per valutare e migliorare la nostra capacità di gestire i segnali propriocettivi che vengono dai nostri muscoli, dalle articolazioni e dai tendini.

Vediamo insieme come gli esercizi propriocettivi possono essere utili per proteggerci da traumi e infortuni, ma anche per controllare il nostro corpo in modo efficace.

calmadol dolori articolari

Esercizi propriocettivi: cos’è la propriocezione?

Si tratta della percezione che abbiamo di forza, velocità e accelerazione e di altre informazioni meccaniche sul funzionamento di muscoli, tendini e articolazioni. Il nostro corpo trasmette queste informazioni al cervello attraverso i recettori propriocettivi, che registrano questi dati meccanici e li inviano al sistema nervoso centrale.

Gli esercizi propriocettivi hanno come obiettivo quello di migliorare la nostra comprensione e il nostro controllo degli stimoli derivanti da questi recettori meccanici.

Che cosa sono gli esercizi propriocettivi?

Gli esercizi propriocettivi sono una pratica legata alla riabilitazione o al miglioramento funzionale di articolazioni, muscoli e tendini.

Sono particolarmente utili nel caso di:

  • traumi
  • fratture e distorsioni
  • interventi chirurgici
  • dopo prolungati periodi di immobilità.

Stimolare il sistema neuro-motorio è l’obiettivo cardine alla base degli esercizi propriocettivi.

Da eseguire inizialmente sotto la supervisione di un fisioterapista, gli esercizi propriocettivi possono in seguito essere svolti anche in autonomia, a casa o in palestra. Si tratta per lo più di movimenti che mirano a creare instabilità nel corpo, per valutare prima e migliorare poi le nostre capacità di controllo del movimento, che potrebbero essere diminuite in seguito a un incidente.

Esercizi propriocettivi personalizzati in base alle nostre esigenze possono aiutarci a recuperare la percezione e la riproduzione dei movimenti articolari e muscolari corretti, che possono essere stati persi a causa di un trauma.

Esercizi propriocettivi su misura

Esistono tre tipologie fondamentali di esercizi propriocettivi:

  • esercizi a carico naturale, che si basano esclusivamente sull’utilizzo del nostro corpo, senza altri strumenti
  • esercizi in scarico con tavolette, che utilizzano attrezzi come tavolette e cuscini e che nella maggior parte dei casi sono svolti da seduti, per evitare di sovraccaricare le articolazioni
  • esercizi in piedi con tavolette, o altri strumenti.

Gli strumenti utilizzati dal fisioterapista per farci recuperare la capacità di movimento nel più breve tempo possibile e nel modo migliore possono essere diversi. Dalle classiche tavolette o cuscini, fino ad attrezzature all’avanguardia, disponibili esclusivamente in pochissimi centri selezionati, tra cui per esempio la pedana baropodometrica.

esercizi-propriocettivi

Esercizi propriocettivi e dolore

Svolgere esercizi propriocettivi può aiutarci a ridurre il dolore legato a determinati movimenti oppure a posture sbagliate del nostro corpo.

In alcuni casi, infatti, il dolore muscolare o articolare è generato dalla ripetizione di movimenti sbagliati e da traumi di varia natura. Lavorare quindi sulla corretta gestione della nostra capacità di muovere il corpo può essere una scelta vincente per liberarci di alcuni fastidiosi dolori.

In aggiunta agli esercizi propriocettivi, però, può anche essere utile l’azione di particolari prodotti antidolorifici o analgesici: combattere l’infiammazione è, infatti, un passo fondamentale per sentire meno male.

Un’ottima strategia è anche quella di utilizzare la terapia del caldo o del freddo: da praticare con comodi cuscinetti ergonomici riutilizzabili, che possono essere riscaldati o raffreddati, e agiscono riducendo le sensazioni dolorose a livello di diversi distretti corporei. La terapia del caldo o del freddo riduce gonfiori causati da traumi e riduce la tensione muscolare di collo, braccia, spalle e gambe.

Esercizi propriocettivi: servono davvero?

Un recente studio pubblicato su Frontiers in human neuroscience ha dimostrato che gli esercizi propriocettivi possono effettivamente dare benefici, aiutandoci a migliorare la percezione dei nostri movimenti e aumentando anche la nostra capacità di reagire agli stimoli.

Sembra, inoltre, che svolgere esercizi propriocettivi abbia conseguenze anche nel nostro cervello: infatti, i ricercatori hanno osservato che questa tipologia di allenamento può stimolare una riorganizzazione dei neuroni sulla corteccia cerebrale.

Si tratta di un campo ancora relativamente nuovo per la ricerca scientifica e sicuramente c’è spazio per altri studi e ricerche che possano fare luce sugli esercizi propriocettivi e sui loro benefici.

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Dolore

Calmadol

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >