Home > Intestino > Articoli > La dieta detox da fare prima di Natale
dieta-prima-di-natale

Intestino

La dieta detox da fare prima di Natale

Natale è ormai alle porte. Per arrivare in buona forma psico-fisica alle festività e limitare le conseguenze sul benessere dell’organismo e sulla linea è bene giocare in anticipo. Seguire una dieta detox prima di Natale permette al corpo di disintossicarsi dalle tossine accumulate, aiutandolo così ad affrontare i giorni di festeggiamenti e di “sovralimentazione”.

Dieta depurativa prima delle feste: le regole

La dieta disintossicante, meglio conosciuta come dieta detox, è un regime alimentare a basso contenuto calorico e dalla durata variabile (da in giorno a quattro settimane) che aiuta il corpo a purificarsi dalle tossine accumulate. 

Si tratta di un regime particolarmente restrittivo, sia nelle quantità sia nella scelta degli alimenti, basato su un ampio consumo di frutta e verdure, fibre alimentari, cereali a basso indice glicemico e frutta secca, semi oleosi e legumi nel resto della giornata. 

Gli alimenti da eliminare sono tutti quelli di origine industriale e quelli che contengono elevate quantità di proteine, soprattutto animali, grassi saturi, grassi trans, e zuccheri.  

In generale, la dieta detox praticata periodicamente e con regolarità è in grado di correggere le conseguenze di uno stile di vita alimentare non corretto, di prevenire il sovrappeso e la maggior parte delle patologie infiammatorie, metaboliche ed endocrine, e di supportare l’organismo durante i periodi di eccessi alimentari. 

Eliminare scorie e tossine è fondamentale. Il nostro corpo è costantemente esposto a sostanze che lo possono danneggiarlo, come ad esempio inquinamento, fumo, cibo spazzatura, farmaci etc. Anche la sedentarietà e lo stress contribuiscono a produrre scorie dannose per tessuti e organi. 

Gli organi sono ogni giorno impegnati nello smaltimento di sostanze nocive e agenti tossici eventualmente inclusi negli alimenti. Tale compito è svolto prevalentemente dal fegato, che ha tra le proprie funzioni metaboliche anche l’attivazione di processi di detossificazione ed eliminazione dei rifiuti tossici presenti nell’organismo. E’ bene precisare fin da subito che non esistono alimenti o integratori intrinsecamente purificante o detossificante, ma cibi che supportano il fegato nella sua funzione detossificante.

Come mantenere gli organi in salute

Il miglior modo per mantenere il fegato in salute e depurarsi dalle tossine è

  • mangiare in quantità moderate, 
  • ridurre al massimo il contenuto di grassi saturi e zuccheri semplici ed 
  • evitare di protrarre a lungo periodi di abbondanza alimentare. 

L’eccesso di zuccheri nella propria alimentazione è spesso causa di disturbi come diabete e ipertensione, e rappresenta la prima variabile da tenere sotto controllo nel corso di una dieta detox

Infatti, quando il livello di glicemia nel sangue è alto, il corpo tende a trasformare gli zuccheri in grasso di riserva. Viceversa, bassi livelli ematici di zucchero inducono l’utilizzo di grasso corporeo che verrà usato per produrre l’energia necessaria. 

Una riduzione drastica nel consumo di zuccheri, ma anche di carboidrati semplici, unitamente ad un’abbondante assunzione di verdure e proteine, aiuta a tenere sotto controllo l’indice glicemico, a favorire la perdita peso e ad allontanare il rischio di sviluppare patologie. 

L’importanza di sapere quanti zuccheri assumiamo

Spesso si assumono zuccheri senza rendersene conto. Pertanto il controllo degli ingredienti contenuti negli alimenti che consumiamo abitualmente potrebbe essere d’aiuto per il loro monitoraggio e l’introduzione. Bisogna prestare attenzione anche all’assunzione di dolcificanti artificiali, i quali, pur non avendo un apporto calorico, hanno un impatto negativo sul metabolismo. Un recente studio dell’Università dell’Indiana ha dimostrato che dolcificanti come l’aspartame possano favorire l’accumulo di grasso, lo sviluppo del diabete e di disturbi cardiovascolari. Meglio invece optare per dolcificanti naturali, come la Stevia

Nel corso di una dieta detox non si può escludere la frutta, fonte di fibre, vitamine e minerali. Tra i frutti freschi, sono consigliati pompelmi, kiwi, mirtilli e mele verdi con la buccia, che hanno un basso contenuto di fruttosio. Tra i frutti secchi, preferire le noci e nocciole che hanno un forte potere saziante e un contenuto quasi nullo di zuccheri.

Qui di seguito sono riportate le regole principali da seguire nel corso regime alimentare detox per aiutare l’organismo a liberarsi dalle tossine

  1. Consumare cibi ricchi di fibre, vitamine, sali minerali e antiossidanti. Sì ad alimenti come la frutta e verdura, legumi, riso, cereali, frutta secca non salata, olio extravergine di oliva. 
  2. Evitare cibi ricchi di grassi e colesterolo come le carni grasse, i salumi, i cibi fritti, burro, sale, dolci, cioccolata, succhi di frutta, bevande zuccherate e gassate.
  3. Bere tanta acqua. Idratarsi è, infatti, il modo migliore per purificare l’organismo, espellere le tossine, riossigenare la pelle e ridare energia al nostro corpo. È preferibile, inoltre, bere due bicchieri di acqua a stomaco vuoto già dal mattino.
  4. Condurre uno stile di vita regolare e praticare sport. L’attività fisica da svolgere quotidianamente e con regolarità può anche essere una camminata a passo veloce della durata di 45 minuti. 
  5. Per arrivare in forma a Natale è bene non eccedere nel consumo di medicinali. Per arrivare in forma a Natale, è bene intensificare il consumo di cibi ricchi di vitamine, tisane e bevande e frullati.
  6. Cercare di dormire con regolarità almeno 7 ore a notte (ne troppo, ne troppo poco)
  7. Evitare lo stress.
  8. Se possibile, concedersi  una sauna per eliminare le tossine e arrivare alle feste in forma.

dieta-detox-prima-di-natale-mbenessere

Prepararsi al Natale, esempi e ricette per la dieta

In una dieta detox, tutti i piatti sono semplici, poco conditi e nutrienti. Ecco alcune ricette:

Insalata di arance e finocchi

  • 2 arance
  • 800 gr di finocchi
  • 50 gr di noci
  • 10 gr di pinoli
  • un cucchiaio di olio EVO
  • aceto
  • sale qb

Preparazione

Sbucciare le arance facendo attenzione ad eliminare la parte bianca, tagliarle a pezzettoni e riporle in una ciotola. Lavare i finocchi, privarli della parte più esterna e dura, affettarli in sezioni sottili e aggiungerli alle arance. Tritare le noci e aggiungerle insieme ai pinoli nella ciotola contenente i finocchi e arance. Condire con olio, aceto e sale. L’insalata è pronta per essere servita e gustata.

Zuppa di miso

È una ricetta tipica della tradizione culinaria giapponese.

  • 1lt di acqua
  • 150 gr di carote
  • 50 gr di daikom
  • 1 porro
  • 1 cucchiaio di olio EVO
  • 200 gr di tofu
  • 60 gr di miso
  • 10 gr di zenzero fresco
  • 1 foglio di circa 8 cm di alghe wakame
  • sale qb

Preparazione

Mettere in ammollo l’alga wakame, pelare e affettare finemente il daikon. Sbucciare lo zenzero e tagliarlo in piccoli pezzi. Recuperare l’alga e tagliarla a spicchi piccoli. In una casseruola, rosolare le verdure con l’olio, aggiungere l’alga e acqua e lasciare cuocere il tutto per 15 min. Intanto, affettare i tofu in cubetti di circa 1 cm e in una ciotolina stemperare il miso con un mestolo di brodo. Unire al brodo il miso stemperato e il tofu. Chiudere la fiamma, lasciare intiepidire la zuppa e consumarla ben calda.

Zucca al forno

  • 1.5 kg di zucca mantovana
  • 20 gr di mandorle in scaglie
  • 20 gr di semi di zucca
  • 40 gr di olio EVO
  • 1 rametto di rosmarino
  • pepe nero qb
  • sale qb

Preparazione

Lavare la zucca, tagliarla in due parti, eliminare la parte interna e affettarla in sezioni circa 3 cm senza rimuovere la buccia. Ungere una teglia con una parte dell’olio e disporre le fette di zucca, che andrete a condire con il resto dell’olio, sale, pepe, semi di zucca, mandorle e rosmarino. Inserire la teglia così preparata in forno preriscaldato alla temperatura di 180 gradi in modalità statica per 45 minuti. Quando la zucca sarà cotta, servirla e gustarla.

Esempio di menù Detox

In generale, un esempio di regime alimentare disintossicante prevede l’alternanza di cinque pasti al giorno distribuiti come segue:

Colazione

Un centrifugato di frutta e verdura, accompagnato da un cucchiaino di miele e due fette di pane integrale. 

Spuntino a metà mattinata

Bere due tazze di tè verde e poi una spremuta di agrumi.

Pranzo

Prima di assumere questo pasto, bere un altro centrifugato o un bicchiere di acqua. Consumare un passato di verdura, circa 300 grammi di verdura e una porzione di frutta di stagione.

Merenda pomeridiana

Bere una spremuta di agrumi e poi due tazze di tè verde. 

Cena

Subito prima del pasto bere un centrifugato o un bicchiere di acqua. Consumare una porzione da 300 grammi di verdure bollite o crude, condite con un cucchiaino d’olio d’oliva extravergine, del succo di limone e sale. Si ai decotti o alle tisane, prima di andare a dormire.

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Intestino