Lifestyle

Alternative al caffè, il the verde giapponese matcha, trova la tua carica mattutina

caffè matcha

Senza caffè al mattino non riuscite ad affrontare la giornata? Le alternative al caffè ci sono e sono buonissime. Scopriamo con quali prodotti possiamo trovare la carica mattutina senza rinunciare al gusto.

Consumo di caffè

“Prendiamoci un caffè”; “passa da me per un caffè”; “un caffè e una brioche”… Queste sono solo alcune delle frasi che diciamo, o che sentiamo comunemente, in una qualsiasi giornata. Quante volte, in un giorno, ci viene voglia di un caffè o ci invitano a prenderne uno?
Il caffè infatti è una bevanda energizzante, che aiuta a svegliarci e che assumiamo più volte – magari troppe? durante il giorno. È un prodotto che ci invita ad essere più conviviali e che, nella nostra giornata, non può mancare.
Senza rendercene conto l’assunzione di caffè può facilmente superare la dose giornaliera consigliata, che non dovrebbe superare i 300 mg, che equivalgono a circa tre tazzine, e questo non è un bene per la salute. La caffeina in dosi elevate può dare problemi di bruciore di stomaco e reflusso esofageo, provocare tremori e insonnia, aumentare gli stati d’ansia e di eccitabilità e può essere responsabile di problemi alla pressione e al cuore, causando aritmie.

The matcha, l’alternativa migliore al caffè

Una delle migliori alternative al caffè è il the matcha, una varietà di the verde giapponese dalle famose e nobili proprietà. Le proprietà del the verde giapponese matcha sono numerose: è ricchissimo di catechine, un gruppo di sostanze antiossidanti che, si stima, siano più di 100 volte quelle contenute nel the verde tradizionale; contiene vitamine, sali minerali, polifenoli, clorofilla e betacarotene e anche caffeina. Vista la gran quantità di antiossidanti, è un ottimo alleato contro l’invecchiamento (infatti i giapponesi sono un popolo estremamente longevo). L’assunzione costante di the matcha ha ottimi effetti anche sulla pelle, che rimane giovane e resistente anche grazie alla presenza dei polifenoli, che hanno un’azione protettiva nei confronti del fotoinvecchiamento. È un alimento che aiuta l’apparato digerente a lavorare al meglio, contrasta l’iperacidità gastrica e vista la sua azione calmante, ha effetti benefici anche su ansia, stress e sui disturbi di origine infiammatoria e nervosa.
Il the matcha è utile anche nei regimi dietetici ipocalorici perché stimola il metabolismo, diminuisce la sensazione di fame e la clorifilla favorisce l’azione detosinnante e stimola la diuresi. Non dimentichiamoci che contiene anche la caffeina quindi un abuso potrebbe determinare gli stessi effetti negativi dell’assunzione di quantità elevate di caffè.

Preparazione del the matcha

Il the matcha si presenta sotto forma di una polvere verde, intensa (merito della gran quantità di clorofilla), che deriva dalle foglie cresciute al riparo dal sole, raccolte, fatte cuocere al vapore, poi asciugate e infine macinate in mulini a pietra: in questo modo tutte le proprietà rimangono preservate. Per poter assimilare al meglio tutte le sue proprietà, è importante che il the matcha venga preparato come da tradizione, seguendo un rituale ben specifico e con l’utilizzo di strumenti in bambù che non alterano il sapore del the.
Il the matcha è il protagonista della “cerimonia del the” che tanta importanza ha nella cultura giapponese e si presenta sotto forma di polvere a cui va aggiunta l’acqua calda (non bollente). E’ quindi una sospensione, non un infuso e questo conferisce alla bevanda una concentrazione di sostante benefiche molto superiore a quella presente nei classici infusi. Si consiglia di assumere il the matcha quotidianamente e può essere anche inserito in ricette per la preparazione di dolci, gelati e biscotti.

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter