Home > Salute degli Occhi > Articoli > Occhi arrossati e stanchi, come scegliere le gocce oculari anti-bruciore
gocce-per-occhi-arrossati

Pubblicato il 8 Luglio 2020 | Ultima modifica il 28 Luglio 2020

Salute degli Occhi

Occhi arrossati e stanchi, come scegliere le gocce oculari anti-bruciore

Condividi:

Il fenomeno degli occhi arrossati e stanchi è molto comune, ed è causato da vari fattori. Può essere determinato da una condizione ambientale, oppure da una malattia. Dopo aver consultato il medico o il farmacista per capire l’origine dell’arrossamento, è utile scegliere il rimedio adatto, come per esempio un prodotto in gocce per occhi arrossati.

Afomill Gocce Oculari

Occhi arrossati: quali cause?

Il fenomeno degli occhi arrossati è provocato dalla dilatazione dei vasi sanguigni presenti nella parte bianca dell’occhio: la sclera. È questo che provoca il tipico aspetto rosato.

Le cause di questo disturbo possono essere diverse:

  • secchezza dell’aria
  • inquinamento
  • esposizione eccessiva al sole
  • presenza di polvere o di altri corpi estranei nell’occhio
  • traumi (inclusi quelli derivanti dall’uso delle lenti a contatto)
  • allergie
  • congiuntivite
  • sindrome dell’occhio secco
  • glaucoma o altre patologie oculari.

In alcuni casi, anche una tosse eccessiva può provocare l’arrossamento degli occhi, derivato dallo sforzo durante il colpo di tosse.

Oltre al rossore, a volte è possibile che compaiano anche bruciore e prurito.

gocce-oculari-per-occhi-stanchi

Come aiutare gli occhi arrossati: gocce oculari per occhi stanchi e altri rimedi

La prima cosa da fare per risolvere il problema degli occhi arrossati o che bruciano è quella di rivolgersi al medico. È infatti indispensabile capire la causa del problema, per scegliere il giusto rimedio.

Nella maggior parte dei casi, per ridurre il bruciore o il rossore può essere una buona soluzione ricorrere a colliri e gocce decongestionanti: si tratta di gocce specifiche per occhi arrossati.

Lo scopo è quello di ristabilire l’idratazione e il film lacrimale che normalmente ricopre la parte esterna dell’occhio, eliminando così il rossore e il prurito.

Per i piccoli fastidi, potete scegliere un vecchio “rimedio della nonna”: appoggiare sulle palpebre due dischetti di cotone imbevuti di camomilla per alleviare il senso di bruciore. Un momento di relax, utile per ridurre anche lo stress.

Se il fastidio è dovuto all’eccessivo uso di dispositivi elettronici, è buona regola cercare di fare pause abbastanza spesso. Dieci minuti ogni paio d’ore può essere sufficiente. Lavorare troppo al computer, infatti, causa un importante sforzo per gli occhi. Il motivo è che quando ci si concentra molto al PC, si tende a sbattere meno le palpebre. La conseguenza? Gli occhi tendono a seccarsi più facilmente e, quindi, a irritarsi e arrossarsi.

Le proprietà delle gocce oculari

Vi sono diversi tipi di gocce per occhi arrossati e alcuni si basano su principi attivi di origine naturale.

Tra le sostanze dotate di proprietà benefiche contro il rossore vi sono:

  • Camomilla e Calendula, dalle proprietà calmanti ed addolcenti, indicate per occhi gonfi, stanchi, arrossati.
  • Eufrasia, dall’azione decongestionante e lenitiva, disinfettante e astringente.
  • Finocchio, utile per lavaggi e impacchi quando gli occhi sono gonfi arrossati ed irritati.
  • Aloe vera, dalle proprietà umettanti.
  • Rosa canina, che possiedono doti rinfrescanti per le mucose oculari.

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Salute degli Occhi

Afomill

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >

Afomill

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >