Home > Salute Orale > Articoli > Diabete e gengive infiammate, che cos’è e come curare la parodontite
che-cos-e-e-come-curare-la-parodontite

Diabete e gengive infiammate, che cos’è e come curare la parodontite

Condividi:

Una corretta igiene orale, oltre a essere raccomandata a tutti, assume un ruolo particolarmente importante nei pazienti diabetici e anche nella prevenzione del diabete. Chi soffre di problematiche orali, infatti, raddoppia il rischio di sviluppare questa malattia; al tempo stesso un diabetico va incontro a un rischio maggiore di sviluppare gengiviti. 

La patologia diabetica, infatti, ha un’influenza negativa su denti e gengive tanto da provocare processi infiammatori progressivi che possono portare all’insorgenza della parodontite.

La parodontite è una malattia infiammatoria che interessa le gengive e i tessuti che circondano i denti, provocata dalla placca batterica che si sviluppa nel cavo orale. 

Non si tratta di una problematica banale, ma piuttosto grave in quanto la gengiva, inizialmente infiammata, appare rossa, gonfia e tende a sanguinare. Se trascurata e non curata questa condizione progredisce e può portare alla caduta dei denti. Che cos’è e come curare la parodontite? 

Correlazione tra diabete e gengive infiammate

Diabete e infiammazione delle gengive sono legati da una duplice relazione in quanto: 

  • il diabete può facilitare l’insorgenza dell’infiammazione gengivale 
  • le gengive infiammate possono facilitare il manifestarsi del diabete. 

Nel primo caso la causa è da attribuire a un aumento di glucosio nella saliva che crea un ambiente fertile per la proliferazione dei batteri con conseguente danneggiamento delle gengive e insorgenza della malattia gengivale. Da non dimenticare che alti quantitativi di zucchero nella saliva vengono metabolizzati dai batteri con la formazione di acidi che possono erodere lo smalto dei denti, con la conseguente formazione di carie. 

È facile intuire come una iperglicemia possa:

  • danneggiare le gengive sane
  • peggiorare una infiammazione gengivale già in atto 
  • favorire lo sviluppo di una parodontite. 

La parodontite viene, infatti, considerata una complicanza correlata al diabete. 

Nel secondo caso l’infiammazione delle gengive attiva la risposta del sistema immunitario, con conseguente produzione di citochine che inducono insulino-resistenza ossia la riduzione degli effetti dell’insulina. Dal momento che l’insulina è essenziale per abbassare il livello di glucosio nel sangue, una sua ridotta azione potrà incidere sui livelli di glicemia del sangue. 

diabete-e-gengive-infiammate

Che cos’è e come curare la parodontite: precauzioni e suggerimenti

È importante applicare un’approfondita igiene orale quotidiana, che preveda alcune azioni fondamentali.

  • Lavare i denti dopo ogni pasto 
  • Spazzolare i denti almeno per due minuti 
  • Rimuovere la placca e i residui di cibo, laddove lo spazzolino non riesce ad arrivare, utilizzando il filo interdentale 
  • Pulire anche la lingua per rimuovere i batteri 
  • Utilizzare un collutorio che svolga un’azione antibatterica e rallenti il riformarsi della placca batterica 
  • Andare periodicamente dal dentista per controlli e sedute d’igiene orale, mirate alla rimozione del tartaro 

Qualora si manifestassero irritazioni, gonfiori, rossori, dolori o anche sanguinamenti durante il lavaggio, è bene non sottovalutarli e parlarne con il medico, perché potrebbero anche essere segnali collegati a qualcosa di più grave. Facendo controlli più approfonditi è possibile giungere a una giusta diagnosi.

In caso di problematiche del cavo orale è opportuno testare i livelli di zucchero nel sangue, per essere certi che la glicemia sia nella norma.

Lo stato di salute della bocca diventa così un importante strumento preventivo e diagnostico.

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Dr. Brux

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >