Home > Benessere Psicofisico > Articoli > Come disinfettare i giochi del neonato correttamente: quando e perché farlo
come-disinfettare-i-giochi-del-neonato

Benessere Psicofisico

Come disinfettare i giochi del neonato correttamente: quando e perché farlo

Condividi:

Maneggiare, annusare, assaggiare è un percorso di apprendimento utile e necessario ai neonati e concorre al loro sviluppo cognitivo: è responsabilità del genitore fare in modo che questo avvenga nel modo più igienico e sicuro, per la salute del proprio bimbo.

È quindi molto importante disinfettare i giochi del neonato, che sono i primi oggetti a cui dedica tutta la sua attenzione, trascinandoli ovunque con sé, dal pavimento al tappetino, dalla vasca al seggiolone: i giocattoli diventano perciò una calamita di germi di ogni sorta, che richiede un’igienizzazione sistematica per evitare il proliferare di batteri nocivi.

Perché disinfettare i giochi del neonato

Bisogna premettere che i neonati hanno una probabilità da due a tre volte maggiore degli adulti di sviluppare infezioni dovute a virus respiratori come l’influenza, a causa delle vie aeree ancora molto ristrette e di un sistema immunitario in via di sviluppo(1): questa premessa ci permette di comprendere quanto sia importante, per il loro benessere, disinfettare i giochi del neonato, siano essi di plastica, legno, stoffa o peluche.

La disinfezione periodica impedisce che gli acari della polvere, responsabili di innumerevoli allergie respiratorie e cutanee, così come i microrganismi nocivi per la salute, possano albergare per lungo tempo sulla superficie di giochi e pupazzi, contaminando poi il bimbo.

Con quale frequenza disinfettare i giochi del neonato

La periodicità della pulizia dei giocattoli dovrebbe essere di almeno una volta a settimana per quelli utilizzati tra le mura domestiche e, nel caso del gioco prediletto che il bimbo porta sempre con sé, la pulizia deve essere quotidiana.

Per quanto concerne i giochi da utilizzo esterno (giardini pubblici, spiaggia, piscina), questi vanno disinfettati al rientro e non riposti insieme a quelli di uso domestico, per evitare possibili contaminazioni.

Come disinfettare i giochi del neonato?

I nostri bambini sono circondati da un’ampia gamma di giochi realizzati con materiali differenti o multi materiali e per ciascuna tipologia esistono adeguate modalità di pulizia e disinfezione.

In prima battuta vi suggeriamo di leggere accuratamente l’etichetta posta sui peluche e di verificare i materiali di cui sono composti i vari giocattoli: in alcuni casi, infatti, la casa produttrice indica già come procedere per pulire adeguatamente il prodotto.

Inoltre, sarebbe opportuno, nel caso sia consigliato il lavaggio, privilegiare detergenti ecologici e naturali, in modo da non irritare la cute e le mucose del nostro piccolo audace giocherellone!

disinfettare-giochi-neonato-mbenessere

Giocattoli in gomma e plastica

Una ricerca americana dimostra che i giochi per il bagnetto del bebè sono un terreno di coltura per germi gram negativi; sono spesso più contaminati di qualsiasi altro oggetto, ospitando sino a 4.3 milioni di unità di colonie batteriche!

In generale, giochi di gomma o di plastica vanno immersi in acqua tiepida con aggiunta di candeggina delicata o bicarbonato di sodio – che sono ottimi disinfettanti- e vanno lasciati a bagno per qualche ora, eventualmente strofinati con uno spazzolino, in caso ci siano macchie o depositi di sporcizia, per essere infine risciacquati abbondantemente sotto acqua corrente. L’asciugatura può avvenire con un panno pulito o semplicemente esponendoli al sole (che annienta acari e microbi) e all’aria.

Un’altra possibilità è quella di inserire i giochi di plastica e gomma (senza accessori elettrici) nel piano superiore della lavastoviglie, attivando il programma di lavaggio delicato e impiegando, oltre a un detergente biologico, anche del bicarbonato per una maggiore sanificazione.

Se i giochi del vostro bimbo sono di grande dimensione, può essere utile metterli nella vasca da bagno o in un grosso catino e, utilizzando uno spruzzino diffusore, nebulizzare il gioco con una soluzione di acqua e aceto al 50%, passandolo poi con uno spazzolino per rimuovere lo sporco residuo, prima del risciacquo sotto acqua corrente.

Come disinfettare giocattoli con batterie o elettrici

Nel caso di giochi con parti elettriche, occorre in prima luogo togliere eventuali batterie procedendo poi con la pulizia, per mezzo di un panno bagnato con un disinfettante (alcol o candeggina diluita in acqua oppure acqua e aceto) strofinandolo sulle superfici del giocattolo, evitando le parti dove alloggiano le batterie (in caso si bagnassero, asciugatele subito bene con un phon per non incorrere in cortocircuiti).

In caso di superfici difficili da pulire, potete fare ricorso alle bombolette di aria compressa e poi passare un panno umido di disinfettante e lasciare asciugare.

Come disinfettare i giochi di peluche

Disinfettare i giocattoli di peluche è un po’ più complicato, anche perché a volte hanno un’imbottitura di polistirolo o materiale plastico, per cui necessitano di accorgimenti diversi.

Innanzitutto, consigliamo di leggere prima l’etichetta che riporta le istruzioni per il lavaggio: se questo è consentito, di norma va effettuato in lavatrice, con ciclo per biancheria delicata (senza centrifuga) e utilizzando un detergente neutro e del bicarbonato, come disinfettante aggiuntivo. Dopodiché potrete passarlo nell’asciugatrice, oppure esporlo all’aria aperta (in inverno, ricorrete al phon a temperatura bassa).

Nel caso in cui non fosse possibile lavare il peluche in lavatrice, se di piccole dimensioni lo potete spazzolare con la spazzola per abiti e poi passare con un panno imbevuto di sapone di Marsiglia liquido e bicarbonato e ripassarlo, dopo, con panno inumidito di sola acqua; infine esporlo all’aria aperta o in asciugatrice.

Per i peluche di grandi dimensioni, meglio rivolgersi a una tintoria che provvederà a disinfettarlo a secco con i mezzi appropriati.

Come disinfettare i giochi di legno

I giochi di legno si possono facilmente sanificare usando un panno pulito e bagnato con una soluzione di acqua e aceto oppure acqua e detergente delicato, per poi asciugarli con un panno asciutto.

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Benessere Psicofisico

Pumilene Vapo

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >