Home > Dolore > Articoli > Qual è la causa dei liquidi in eccesso e come eliminarli con i drenanti
03_drenanti

Dolore

Qual è la causa dei liquidi in eccesso e come eliminarli con i drenanti

Tutti, desiderano eliminare la ritenzione idrica e sentirsi più leggeri. Espellere liquidi dagli arti inferiori e sgonfiare e detossinare il corpo diventa un’esigenza soprattutto quando le temperature si alzano.

La sensazione di avere gambe e caviglie pesanti come macigni e notare un ristagno di liquidi visibile nella zona dei fianchi, delle natiche e delle cosce può far sentire a disagio. I fattori che influiscono su questi inestetismi sono molteplici, a cominciare da uno stile di vita sedentario e da un’alimentazione sbilanciata, ovvero ricca di sale e condimenti quanto povera in fibre, frutta e verdura.
Oltre a una alimentazione consapevole, bere almeno un litro e mezzo d’acqua al giorno, fare sport, mantenere una postura corretta e scegliere indumenti in tessuti naturali e non eccessivamente stretti, aiuta a contenere l’insorgenza della ritenzione idrica.

Il ristagno dei liquidi, che si riconosce con colorito non uniforme delle gambe e dei glutei, si verifica in presenza di una deficitaria capacità venosa e linfatica. In questo caso i liquidi corporei sono bloccati all’interno del corpo causando gonfiore localizzato. 

Come mai i liquidi del corpo ristagnano

I vasi sanguigni del sistema linfatico sono, insieme al sistema cardiocircolatorio, i responsabili della raccolta e successiva eliminazione di sostanze di scarto presenti nel corpo, in particolare nei tessuti. Il cuore, se ci si riferisce all’apparato cardiovascolare, permette alla linfa di transitare nell’organismo. Quando si parla di sistema linfatico è invece la muscolatura, che si contrae e si rilassa, a permettere il movimento della linfa. 

Quindi il gonfiore degli arti inferiori e la presenza di edemi negli stessi, ovvero di ristagno di liquidi, è dovuta, quando non si tratta di una situazione patologica, all’inattività del corpo e alla sedentarietà. Stare alla scrivania senza alzarsi nemmeno un minuto o passare dal tavolo al divano anziché preferire una camminata di almeno 30 minuti al giorno, impedisce ai muscoli di contrarsi e distendersi; viene così a mancare l’ottimale circolazione che facilita l’eliminazione di ciò che non serve più al corpo.

Per implementare la normale capacità drenante dell’organismo è possibile assumere anche degli integratori alimentari, utili contro il gonfiore, la ritenzione idrica e le gambe pesanti. Un drenante costituito da elementi di origine naturale, estratti di piante e fiori, favorisce la diuresi, migliora il microcircolo e detossina il corpo.

Le erbe ad alto valore drenante e depurante

Tra i rimedi naturali efficaci nel depurare l’organismo e sgonfiare le gambe ci sono le erbe drenanti. 

Tarassaco

Conosciuto anche come dente di leone, il tarassaco, di cui si utilizzano prevalentemente le radici e le foglie, favorisce l’espulsione delle sostanze tossiche dal corpo anche grazie alla stimolazione della bile. Proprio per questo è utile sia come drenante che come sostanza depurativa, anche dei reni.  

Lespedeza

In fitoterapia la lespedeza viene utilizzata per la propria infiorescenza, che ha una composizione che agisce positivamente sul gonfiore e sul ristagno dei liquidi. Inoltre la flavonoide rutina, sostanza contenuta nella Lespedeza, rinforza le pareti venose e i capillari.  

Ortosifon

Detto anche baffo di gatto, per la funzione drenante vengono raccolte le sue foglie prima della fioritura primaverile. Funge principalmente da diuretico; presenta inoltre proprietà antiossidanti.

Meliloto

Si tratta di una pianta della famiglia delle leguminose e lavora sull’efficienza e sull’elasticità dei vasi sanguigni. Per questo riduce naturalmente gli edemi e sgonfia i tessuti implementando le funzionalità del microcircolo. 

Insieme a uno stile di vita sano e con la scelta di una dieta bilanciata, queste erbe, assunte con assiduità attraverso decotti, tisane o integratori alimentari ad azione drenante, permettono di aiutare il microcircolo e l’eliminazione delle tossine. Lo fanno aumentando la diuresi e le funzionalità del microcircolo, elevando l’elasticità e la tenuta dei vasi sanguigni, in particolar modo quelli delle gambe. 

Migliorare la propria routine, preferire cibi sani e privi di condimenti e conservanti e scegliere drenanti a base di elementi naturali quali tarassaco, ortosifon, meliloto e lespedeza permette di ritrovare gambe leggere e depurare l’organismo, così da diminuire gonfiore e ritenzione idrica. 

Fonti

https://www.robertafresa.it/index.php?alias=diuretici-vs-drenanti-quali-sono-le-differenze1
https://www.ohga.it/drenante-cosa-significa-e-quali-sono-i-prodotti-anticellulite/
https://www.my-personaltrainer.it/bellezza/miglior-drenante-per-la-ritenzione-idrica.html
https://www.erbecedario.it/it/tarassaco
https://www.lasaponaria.it/incipedia/lespedeza  

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Dolore