Home > Dolore > Articoli > Gambe gonfie con le temperature alte, tutti i perché
gambe-gonfie-2

Pubblicato il 25 Agosto 2022

Dolore

Gambe gonfie con le temperature alte, tutti i perché

A fine giornata e soprattutto d’estate avvertite una sensazione di pesantezza, talvolta accompagnata da prurito? Parliamo del gonfiore delle gambe, un disturbo che spesso compare con l’arrivo delle prime ondate di caldo.

Un sintomo molto comune, soprattutto per chi svolge un lavoro che costringe a mantenere la stessa posizione per molte ore, in piedi o seduti. 

Raramente è il segnale di una vera e propria malattia: se trattato nel modo corretto, nella maggior parte dei casi questo fastidio si riduce fino a sparire. Tuttavia, in alcuni casi il gonfiore delle gambe può essere indice di cattiva circolazione agli arti inferiori, infiammazioni o ritenzione idrica, condizioni che peggiorano quando le temperature si alzano. Vediamo quali rimedi utilizzare per proteggere la salute delle nostre gambe.

Gambe gonfie: perché? 

Il gonfiore delle gambe è provocato dalla stasi venosa, cioè il ristagno di sangue nelle vene degli arti inferiori*. Questa condizione si verifica quando le pareti delle vene perdono elasticità e le valvole che impediscono il ritorno del sangue verso il basso non funzionano nel modo corretto. La conseguenza è che il sangue fatica a fluire verso l’alto e si accumula nella parte inferiore delle gambe e nei piedi.

Con l’arrivo della bella stagione, il sintomo può comparire o peggiorare. Perché? Semplice: il calore richiama il sangue verso i vasi più superficiali. Questi si dilatano e aumenta ulteriormente il sovraccarico venoso, peggiorando il gonfiore. S’innesca, quindi, un vero e proprio circolo vizioso.

Cosa fare contro il gonfiore delle gambe: consigli utili

I rimedi contro questo sintomo sono diversi. Vediamone di seguito i principali.

Il movimento 

Come spesso accade per molti disturbi del nostro organismo, anche il gonfiore delle gambe trae giovamento da una regolare attività fisica. Potenziando i muscoli, infatti, è possibile aiutare le vene degli arti inferiori nel compito di pompare il sangue verso l’alto, riducendo il ristagno e il gonfiore.
No alla vita sedentaria: cercate di concedervi almeno una passeggiata di 30 minuti al giorno, a passo sostenuto e velocità costante. Le vostre gambe vi ringrazieranno!
Questo vale anche in viaggio: se dovete fare lunghi tragitti in automobile o in aereo, cercate di fare soste e alzarvi ogni tanto per sgranchirvi le gambe. Ciò vi aiuterà a ridurre il ristagno venoso e a migliorare il sintomo.

Abbiamo visto che il calore è un nemico delle gambe: è quindi meglio evitare di esporsi al sole nelle ore più calde della giornata.
Il mare offre una grande risorsa: nuotare o passeggiare sulla riva aiuta i muscoli e facilita la circolazione venosa. Tutto merito del massaggio dell’acqua, che agisce migliorando gonfiore e pesantezza degli arti inferiori.

Cosa indossare

Se si soffre di gonfiore delle gambe, è necessario prestare attenzione a cosa si indossa. Soprattutto in estate, è preferibile indossare indumenti in tessuti naturali, evitando quelli sintetici, che sono poco traspiranti e peggiorano gli effetti negativi del calore.
Da scartare anche i pantaloni troppo aderenti o stretti, che ostacolano la corretta circolazione e possono promuovere gonfiore e fastidio.
Stesso discorso per i tacchi molto alti: non aiutano la circolazione e possono peggiorare i sintomi.

Dieta per gambe sane

L’eccesso di peso è causa di molteplici problemi di salute. E fa male anche alla circolazione, peggiorando il sintomo.
Inoltre, durante la stagione estiva, ma non solo, bisogna prestare attenzione a quello che si mangia. A questo proposito, la comunità scientifica consiglia di:

  • Consumare almeno 5 porzioni di frutta e verdura al giorno. 
  • Scegliere alimenti di stagione.
  • Ridurre l’apporto di grassi e zuccheri.
  • Ridurre la quantità di sale nella dieta.
  • Bere almeno 2 litri di acqua ogni giorno, una mossa fondamentale per combattere la ritenzione idrica.

Se il gonfiore persiste

Se questo sintomo non migliora, è buona regola consultare il medico o il farmacista. Esistono alcuni prodotti che potrebbero aiutarvi a ridurlo, integratori alimentari, cosmetici e farmaci che agiscono sulla circolazione del sangue, utili soprattutto durante la stagione estiva. 

I farmaci devono essere prescritti dal medico dopo una visita approfondita e, quando indicata, anche l’esecuzione di esami specifici.

Integratori e cosmetici devono essere utilizzati per periodi di tempo lunghi perché si possa beneficiare dei sintomi pienamente.

Fra i prodotti disponibili nel mercato, creme e gel attivi a base di estratti naturali ad azione rinfrescante (come quello di menta), che riattivano la funzionalità del microcircolo. Queste formulazioni (a base di estratti di centella asiatica, vite rossa, rusco) devono essere applicate sulla gamba con un massaggio che parte dalla caviglia ed è diretto verso la parte superiore della gamba. L’azione combinata del massaggio e dei principi contenuti nelle creme e gel favorisce il drenaggio dei liquidi.

 

Fonti:

  • https://www.gavazzeni.it/news/gambe-e-piedi-gonfi-a-causa-del-caldo-come-evitarlo/
  • https://www.humanitasalute.it/salute-a-z/cuore-sistema-cardiovascolare/63368-il-caldo-un-nemico-per-le-gambe130/
  • https://www.healthline.com/health/venous-insufficiency
  • https://www.mayoclinic.org/symptoms/leg-swelling/basics/causes/sym-20050910
  • https://www.paginemediche.it/medicina-e-prevenzione/disturbi-e-malattie/insufficienza-venosa-cronica
  • Management of chronic venous disorders of the lower limbs. Guide line according to scientific evidence. Int Angiol 2014; Vol.33 N.2: 87-208.

*https://www.humanitasalute.it/salute-a-z/cuore-sistema-cardiovascolare/63368-il-caldo-un-nemico-per-le-gambe130/)

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Dolore