Home > Energia > Articoli > Camminare fa bene alla salute: aggiorniamo la regola dei 10.000 passi per stare bene
camminare-fa-bene-alla-salute

Pubblicato il 10 Marzo 2020 | Ultima modifica il 15 Giugno 2020

Energia

Camminare fa bene alla salute: aggiorniamo la regola dei 10.000 passi per stare bene

Condividi:

Camminare fa bene alla salute? É il movimento più naturale del mondo e, dal momento in cui lo abbiamo appreso da bambini, non abbiamo più smesso di farlo.

Ma camminare rappresenta anche un ottimo modo per mantenere un corpo sano ed efficiente e una mente attiva.

Briovitase sostengno integratori

Aggiorniamo la regola dei 10.000 passi 

Camminare fa bene alla salute, d’accordo, ma quanto? Spesso si cita la nota indicazione dei 10.000 passi per stare bene, che va però aggiornata. Pare, infatti, che il numero fosse stato arbitrariamente scelto per una pubblicità giapponese degli anni ’60, ma non sia supportato da alcuna prova scientifica. Secondo alcuni studi recenti, è meglio percorrerne circa 7.500 o, come suggeriscono altre fonti, percorrere dai 30 ai 40 minuti al giorno a passo rapido2 e con regolarità è la formula migliore per ottenere benefici duraturi e significativi.

Camminare fa bene alla salute: vantaggi per il corpo

Fare una passeggiata non richiede speciali attrezzature e neppure un abbigliamento tecnico particolare: occorrono solo un paio di scarpe comode e traspiranti e abiti che non stringano e non facciano sudare. Dopodiché, si tratta di prendere il ritmo, partendo da un passo agile e, a mano a mano, aumentarlo fino a una velocità mantenibile senza affanno per almeno 30 minuti consecutivi.

  • Camminare fa bene alla salute perché aiuta la circolazione sanguigna, determinando una maggiore ossigenazione del sangue e combatte la ritenzione idrica. Camminando si tonifica la muscolatura delle gambe, degli addominali e si rassodano i glutei, che mantengono in equilibrio il corpo umano in movimento e si mette in azione la cosiddetta “seconda pompa cardiaca” a partire dall’impulso che proviene dal piede
  • Camminare fa bene alla salute perché aiuta a mantenere il giusto peso e brucia i grassi. Fare passeggiate con regolarità, a passo sostenuto e per almeno mezz’ora al giorno attiva il metabolismo, che consente di bruciare i grassi e di controllare il peso corporeo. Se i segni della fatica si fanno sentire, se la sudorazione copiosa causa un senso di debolezza, l’assunzione di integratori alimentari a base di sali minerali e vitamine possono restituire vigore e energia

Camminare fa bene alla salute:vantaggi per la mente

  • Camminare fa bene alla salute anche del nostro umore, dato che provoca un rilascio di endorfine e di serotonina. Le prime sono delle sostanze eccitanti e con effetto analgesico, la seconda è nota come ormone della felicità. Entrambe poi riducono i livelli dell’ormone cortisolo nel sangue, normalmente legati a picchi di stress quando elevati. Se poi si è così fortunati da potersi muovere in ambienti naturali, l’effetto corroborante si unisce a quello rilassante ottimizzando il risultato
  • Camminare per mezz’ora al giorno non solo fa meglio che fare esercizi in palestra, secondo uno studio della London School of Economics su 50.000 persone tra il 1999 e il 2012, ma è pure un ottimo sistema per procurarsi una vita più sana e longeva. L’esercizio fisico costante e sostenuto è uno stimolo per il buon funzionamento del sistema immunitario, riduce i problemi articolari, cardiaci e polmonari e accelera il metabolismo, con vantaggio per tutte le patologie ad esso legate, tra cui il diabete
  • Infine camminare fa bene alla salute della mente: passo dopo passo ci si libera dai soliti pensieri, ci si apre alla fantasia e all’immaginazione. Ne sanno qualcosa coloro che hanno fatto della creatività la base del proprio business, gli imprenditori della Silicon Valley. Hanno infatti adottato i “walking meetings”, ovvero le riunioni a passeggio all’aperto, per favorire concentrazione e libertà di pensiero.

10000-passi-per-stare-bene

Approfittiamo quindi di ogni occasione nella vita quotidiana per fare qualche passo in più. Andare da casa al lavoro a piedi, se possibile, oppure lasciando l’auto più distante. Usare la pausa pranzo per camminare in città, mangiando uno spuntino salutare in compagnia di un collega; portare il proprio cane a passeggio facendo il giro più lungo, con beneficio per entrambi.

Fonti

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Energia

Briovitase Sostegno

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >