Home > Energia > Articoli > Capelli bianchi e stress? Ecco qual è la loro vera connessione
capelli-bianchi

Pubblicato il 21 Novembre 2019 | Ultima modifica il 6 Dicembre 2019

Energia

Capelli bianchi e stress? Ecco qual è la loro vera connessione

Condividi:

La comparsa dei capelli bianchi è un processo comune alla maggior parte degli individui ed è l’espressione di alcuni processi dell’invecchiamento. Studi scientifici hanno comprovato che la comparsa di capelli bianchi è correlata allo stress ossidativo, dalle origini endogene ed esogene. Esiste, infatti, una connessione tra lo stress e i meccanismi che portano alla depigmentazione dei capelli.

Perché compaiono i capelli bianchi?

In una testa umana ci sono circa 100.000 follicoli, ognuno in grado di far nascere diversi capelli durante il corso della vita. Nella parte inferiore di ogni follicolo c’è il bulbo pilifero, il luogo dove sono sintetizzati tutti i componenti per comporre il capello, per permettergli di avere determinate caratteristiche (colore, forma e consistenza) e per crescere. Il colore dei capelli deriva da pigmenti chiamati melanine presenti nei melanociti, le cellule che ne conferiscono il colore. La maggior parte dei capelli e peli bianchi sono semplicemente non pigmentati, questo cambiamento di colore è attribuibile alla perdita totale di melanine del bulbo pilifero. Diventano grigi, invece, i capelli che hanno perso solo una parte della loro melanina.

Con l’avanzare dell’età la possibilità di apparizione dei capelli bianchi e grigi aumenta. Il 50% della popolazione all’età di 50 anni ha circa il 50% di capelli grigi/bianchi; questa regola è nota come regola 50-50-50.

capelli-bianchi-stress

Qual è la connessione tra capelli bianchi e stress?

Numerosi studi hanno dimostrato un ruolo importante dell’aumento del carico ossidativo dovuto allo stress psicologico, che implica il coinvolgimento anche di fattori emotivi nell’ingrigimento e sbiancamento precoce dei capelli. I meccanismi di depigmentazione del capello coinvolgono diversi fattori come fattori genetici, fattori ambientali e per l’appunto lo stress, condizione in cui avviene una produzione elevata di cortisolo.

Il cortisolo è un ormone che è prodotto dal nostro corpo, è chiamato anche ormone dello stress, è vitale per la vita in condizioni non stressanti, ma durante i periodi di stress intenso è presente in elevate concentrazioni e può influire su diversi processi. Il cortisolo ha effetti importanti su una serie di meccanismi fisiologici omeostatici e svolge un ruolo importante nello stress, nell’ansia e nella depressione.

I livelli basali di cortisolo nei capelli e peli variano secondo le regioni del corpo, mostrano variazione di concentrazione durante la giornata, rispondono all’insorgenza e alla cessazione dei fattori di stress ambientale e possono dimostrare un certo grado di localizzazione rispetto a tali risposte.

Questo coinvolgimento del cortisolo con risposta allo stress può indurre le cellule staminali dei melanotici, le cellule responsabili della pigmentazione dei capelli, all’apoptosi ossia alla morte programmata delle cellule, lasciando i capelli grigi o bianchi.

Il processo che porta i capelli a diventare grigi e bianchi coinvolge quindi anche lo stress.

Lo stress che per ogni individuo ha una componente oggettiva e una componente soggettiva. Ogni soggetto vive e affronta in modo differente situazioni che arrecano stress, ansia e condizioni di disagio. È bene controllare il proprio stress psicologico non solo per limitare il rischio di un invecchiamento precoce dei capelli ma anche per contenere tutti i danni che questa condizione può portare alla salute.

 

Fonti:

Towards a “free radical theory of graying”: melanocyte apoptosis in the aging human hair follicle is an indicator of oxidative stress induced tissue damage. https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/16723385

Stress-linked cortisol concentrations in hair: what we know and what we need to know https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3381079/

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Energia