Home > Energia > Articoli > La stanchezza con il cambio di stagione
cambio-di-stagione-stanchezza

Energia

La stanchezza con il cambio di stagione

La primavera è finalmente arrivata: il sole splende, i fiori sbocciano e mentre c’è chi si gode senza problemi il clima mite, voi vi sentite più spossati che mai.  Cosa succede? Niente di grave, gli esperti la definiscono letargia primaverile; si tratta della  tipica stanchezza associata al cambio di stagione. 

Entrano in gioco molti fattori per cui ci si sente sempre a terra. Ecco qui sotto alcune cause e i consigli per combatterla. 

Briovitase sostengno integratori

Cambio di stagione e stanchezza: perché sono collegate?

Vi sono principalmente due fattori che possono portare alla letargia primaverile.

Adeguamento all’ora legale

In Italia si spostano gli orologi avanti in primavera e indietro in autunno. 

Questo comporta uno scombussolio nel sonno per alcuni soggetti: quando si imposta l’ora legale e le lancette vanno messe un’ora avanti, il cambiamento può significare meno sonno quella prima notte, trovare più buio di quanto siamo abituati al mattino e, per molte persone, meno sonno per la prima settimana o anche più. Se vi trovate in questa situazione, la migliore linea d’azione è stabilire una routine per andare a dormire, seguire un programma di sonno coerente e mantenerlo fino al ritorno della normalità. Inoltre, provate a passare un po’ di tempo all’aperto alla luce naturale: questo andrà a beneficio del vostro orologio biologico.

Allergie stagionali

Con la primavera sbocciano i fiori e con i fiori arriva il polline, che può comportare allergie, le quali possono disturbare il riposo notturno con conseguente sonnolenza diurna. Consultate il vostro medico per decidere insieme se è il caso di prendere antistaminici.

Come combattere la stanchezza da cambio di stagione

Ecco alcuni consigli mirati per cercare di combattere la letargia primaverile. 

Riposatevi

Cercate di dormire almeno 6-7 ore per notte e lasciate che il corpo si rigeneri, anche se l’indomani vi sentirete più spossati del giorno prima. Non lasciatevi ingannare, più vi impegnerete nel dormire a sufficienza, più velocemente supererete questa fase di stanchezza.

Rilassatevi 

Che si tratti di un bagno caldo, di mettersi una maschera per il viso, fare una passeggiata o di leggere un libro, dovete cercare dei modi per rilassarvi. Questo momento di concentrazione su voi stessi permetterà al corpo di rigenerarsi e guadagnare un po’ più di forza. Inoltre, mentalmente vi sentirete meglio: una mente rilassata è una mente sana, e questo influenza positivamente anche il corpo.

come-combattere-la-stanchezza-da-cambio-di-stagione-mbenessere

Fate sport

Il movimento è fondamentale, anche un breve allenamento un paio di volte a settimana può fare miracoli. Una corsa di 30 minuti? Una partita di tennis? Decidete voi, basta fare attività fisica. Questo migliorerà il metabolismo e la circolazione sanguigna; il corpo rilascerà più serotonina, che, di conseguenza, vi renderà più energici e motivati.

Stanchezza e microbiota: ripartire dall’alimentazione

L’alimentazione gioca un ruolo importante nella partita col benessere in caso di letargia primaverile. Una dieta equilibrata è davvero tutto: poiché durante l’inverno il corpo manca di vitamine e altri elementi importanti, la primavera è il momento giusto per rifornirlo con questi nutrienti. Cercate di rendere la vostra dieta più sana, aggiungendo frutta e verdura di stagione, e abbinateli a proteine magre come le carni bianche. Questo tipo di alimenti gioveranno a tutto l’organismo: le unghie e i capelli saranno più forti, la pelle più luminosa e in generale l’umore si risolleverà.  

In linea di massima, il consiglio più importante è: ascoltate il vostro corpo, sempre: se improvvisamente avete voglia di mele, allora mangiatene una. Probabilmente significa che vi mancano le vitamine legate a questo frutto. Lo stesso vale con altri alimenti: se volete qualcosa di molto particolare, probabilmente è il vostro corpo che manca dei nutrienti che potete trovare in esso. Ricordate, il vostro corpo di solito comunica molto chiaramente ciò che vuole, dovete solo lasciarlo parlare e ascoltarlo. 

Fonti: 

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Energia

Briovitase Sostegno

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >