Energia

Come utilizzare la curcuma in cucina e i suoi benefici

come utilizzare la curcuma

La curcuma (chiamata scientificamente Curcuma longa) è una pianta appartenente alla famiglia delle Zingiberacee, originaria dell’Asia sud-orientale, principalmente India e Indonesia. I benefici della curcuma sono molteplici: tra questi, effetti antitumorali, antiossidanti e cicatrizzanti. Essa, inoltre, è costituita da un particolare rizoma di colore giallo – motivo per cui viene utilizzata molto spesso come colorante.

Denominata anche “zafferano delle Indie”, la sua polvere viene largamente impiegata come spezia soprattutto nella cucina indiana, medio-orientale, thailandese e di altre aree dell’Asia. È importante non confondere la curcuma con il curry, un’altra spezia molto diffusa in Asia: questo perché la curcuma è uno degli ingredienti del curry, a cui dona il giallo intenso e caratteristico.

La sua radice, contenente curcumina, proteine, glucosio, vitamina C e fruttosio, è tradizionalmente impiegata sia nella medicina ayurvedica sia in quella tradizionale cinese come depurativo generale, digestivo, antinfiammatorio, contro la dissenteria, artrite e disturbi epatici. Ciò che ha catturato l’attenzione del mondo scientifico è la bassissima incidenza di tumori in India, il paese in cui si registra il maggior consumo al mondo di questa spezia.

Scarica il menù

Proprietà della curcuma

Una delle proprietà più sorprendenti è, quindi, l’effetto antitumorale perché capace di bloccare l’azione di un enzima ritenuto responsabile dello sviluppo di diversi tipi di cancro. La curcumina è dotata anche di un’azione antinfiammatoria e analgesica e, per questo motivo, è impiegata efficacemente nel trattamento d’infiammazioni, dolori articolari, artrite e artrosi.

Gli studiosi hanno attribuito alla curcuma anche proprietà antiossidanti, in quanto la pianta è in grado di trasformare i radicali liberi in sostanze innocue per il nostro organismo. Di conseguenza è in grado di rallentare i processi d’invecchiamento cellulare.

I benefici della curcuma non finiscono qui perché essa svolge anche un’azione cicatrizzante: in India, infatti, viene applicato il rizoma sulla cute per curare ferite, scottature, punture d’insetti e malattie della pelle con risultati veramente soddisfacenti.

La curcuma per rinforzare il sistema immunitario

Secondo molti studi, la curcuma può essere considerato un ottimo alleato per rinforzare le difese immunitarie grazie alla sua attività immunostimolante. In caso d’influenza o dolori articolari, la curcuma è uno dei rimedi naturali più potenti in circolazione: un buon piatto con la curcuma può essere di supporto oppure, a seguito di un consulto medico, è possibile valutare l’assunzione d’integratori a base di questa pianta.

Come utilizzare in cucina la curcuma

Come abbiamo già detto, la curcuma è spesso impiegata nella cucina medio-orientale perché in grado di insaporire i cibi e di donare un gusto molto fresco e delicato ma come utilizzare la curcuma? Un paio di cucchiaini da caffè al giorno sono la dose ideale; è possibile aggiungere la spezia a fine cottura di molti alimenti, ma anche aggiungere a vari tipi di yogurt, formaggi freschi o farne una salsa. Per facilitarne l’assorbimento è consigliabile assumerla insieme al pepe nero, al tè verde o all’olio d’oliva.

come utilizzare la curcuma

Guida: Otto ricette a base di curcuma

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter