Energia

Come sfruttare le proprietà del cetriolo e far scorta di potassio

proprieta-del-cetriolo

Dal punto di vista botanico il cetriolo è un frutto appartenente alla famiglia delle Cucurbitacee, così come melone, anguria, zucca. Proviene dalle regioni Himalayane, le proprietà del cetriolo sono note in occidente fin dai tempi dei Romani.

Briovitase orange integratori

Il cetriolo matura da marzo a settembre, coprendo il periodo primaverile ed estivo, quando le sue proprietà possono meglio soddisfare le necessità dell’organismo: nelle stagioni calde, infatti, quando si suda molto e si devono reintegrare i liquidi persi. Il cetriolo è una risorsa preziosa: è ricchissimo di acqua, il suo costituente principale (96%) ha un rilevante corredo di sali minerali, tra cui spicca il potassio (ben 147 mg ogni 100 grammi), poi fosforo, zinco, magnesio, zolfo, calcio, ferro, sodio. Anche le vitamine non mancano: quelle del gruppo B (tiamina, riboflavina, acido folico) e le vitamine C, E, K.

Questo fa del cetriolo un ‘integratore naturale’, che reidrata, combatte la stanchezza e contribuisce a depurare le cellule, eliminando scorie e tossine. La presenza di fibra solubile lo rende particolarmente adatto a facilitare il transito intestinale, a ridurre l’assorbimento dei grassi e a sgonfiare l’addome.

Le proprietà del cetriolo e i suoi componenti

Le proprietà e i benefici del cetriolo si riferiscono al suo consumo crudo, migliore ancora se di origine biologica, che ne garantisce l’assenza di cere lucidanti e anti parassitari, completo di buccia e semi, dove si situa la maggior parte dei nutrienti.

Depura e contrasta la ritenzione idrica

Il cetriolo è un alimento altamente detossificante, da un lato per l’elevata presenza di acqua e dall’altro per la notevole quantità di potassio, che agevola l’eliminazione dei liquidi in eccesso, aiutando a prevenire la ritenzione idrica (e la cellulite) e riducendo, di conseguenza, la pressione arteriosa. Mangiare cetrioli significa fare scorta di acqua e potassio e favorire il mantenimento di un buon livello energetico, contro spossatezza e disidratazione.

proprieta-del-cetriolo

Antiossidante e anti-invecchiamento

Il cetriolo è una fonte di vitamine: beta-carotene, luteina e, soprattutto, vitamina C, nota per le sue caratteristiche di antiossidante naturale, che combatte efficacemente l’invecchiamento cellulare prodotto dai radicali liberi e che coadiuva il sistema immunitario contro le infezioni. Queste virtù sono state confermate da uno studio condotto su un gruppo di anziani, che ha evidenziato un miglioramento nel processo ossidativo cellulare dopo un’integrazione dietetica di polvere di cetrioli per 30 giorni.

Anti-glicemico, anti-diabete e anti-colesterolo

Oltre al bassissimo tenore calorico, si parla, infatti, di 14 calorie per 100 grammi, tra le sue proprietà il cetriolo riporta, in studi clinici per ora limitati ad animali, una capacità di controllo dell’indice glicemico per via di alcuni composti, detti cucurbitani, che stimolano il rilascio d’insulina e la complementare riduzione del diabete, regolando il metabolismo di un ormone che agisce sulla glicemia.

Regolatore del peso e dell’acidità del sangue

Un’altra proprietà del cetriolo deriva dall’acido tartarico che, oltre a regolare il livello del pH del sangue, può prevenire l’accumulo di acidi urici e la calcolosi renale; inoltre ha un effetto lievemente lassativo, limita l’assorbimento dei carboidrati e stimola la produzione di collagene, proteina responsabile dell’elasticità della pelle e quindi della prevenzione dell’invecchiamento cutaneo.

Proprietà cosmetiche e anti-acne del cetriolo

Le virtù cosmetiche del cetriolo sono note da tempi lontani: nel 1500 il botanico italiano Pietro Mattioli lo consigliava, sotto forma d’impacco di polpa e semi schiacciati, per purificare la pelle e schiarirla. Oggi ne conosciamo le qualità depurative, anti comedogeniche e anti acne, decongestionanti e idratanti.

Le modalità di consumo del cetriolo, per mantenerne intatte le proprietà, prevedono che sia crudo, con buccia e semi: è possibile gustarlo in insalata o come ingrediente di saporite ricette estive, come la salsa tzatziki o il fresco gazpacho.

Fonti:

 

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Approfondimenti

Domande e Risposte Glossario

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter

Seguici su Social Media