Home > Intestino > Articoli > Cambio di stagione: che sintomi per l’intestino?
cambio-di-stagione-sintomi-intestino

Intestino

Cambio di stagione: che sintomi per l’intestino?

Il cambio di stagione mette alla prova il nostro organismo sotto diversi punti di vista.

In particolare, non sono rari episodi di disturbi che colpiscono l’intestino proprio durante il cambio di stagione, tra cui per esempio gonfiore addominale, stipsi o diarrea.

Lactoflorene plus fermenti

Gonfiore addominale, stipsi e diarrea col cambio di stagione

Questa tipologia di disturbi sono dovuti per la maggior parte a un’alterazione della microflora intestinale: il nostro apparato digerente, infatti, ospita una grande varietà di batteri, che hanno la funzione di facilitare la digestione e proteggerci dall’attacco di agenti patogeni e infezioni.

Un’alterazione nella composizione della microflora intestinale, con una riduzione delle specie batteriche “buone”, come per esempio i lactobacilli, e un aumento di quelle dannose, può portare a un fenomeno noto come disbiosi, che si manifesta con la comparsa di disturbi all’apparato gastro-intestinale come nausea, difficoltà a digerire, gonfiore addominale, stipsi o diarrea.

La microflora intestinale può andare incontro a variazioni in seguito a stress, terapie antibiotiche o, anche, a cambiamenti climatici, come quelli che possono avvenire durante il passaggio tra una stagione e l’altra..

La composizione della microflora intestinale, però, varia nel corso della vita, in base all’età, al tipo di alimentazione seguita e, in alcuni casi, anche al clima. Ecco quindi che, per alcune persone, il cambio di stagione può essere associato a disbiosi e quindi a disturbi intestinali.

Con l’arrivo dell’autunno, in particolare, il nostro corpo subisce alcuni importanti cambiamenti, tra cui le ore di sole e buio, che influenzano i ritmi circadiani e quindi la produzione di alcuni ormoni, il cambio di temperatura, che spesso si abbassa repentinamente, e di umidità. Tutti questi fenomeni esterni agiscono sul sistema nervoso centrale, che di fatto deve “resettare” l’assetto di alcune importanti funzioni dell’organismo per adattarsi alle nuove condizioni climatiche. in queste particolari condizioni, anche il microbiota, cioè l’insieme di microrganismi che compone la microflora intestinale, può subire delle variazioni che, in alcuni casi, possono portare allo sviluppo di disturbi intestinali associati al cambio di stagione.

intestino-cambio-di-stagione-mbenessere

Integratori probiotici e salini durante il cambio di stagione

Ma cosa possiamo fare per aiutare il nostro organismo, e in particolare il nostro intestino, a superare indenni il periodo del cambio di stagione?

La risposta viene, come in molti casi, dalla tavola: un’alimentazione equilibrata, ricca di frutta e verdura di stagione e povera di grassi, può aiutarci a mantenere in equilibro anche il nostro apparato gastro-intestinale e a evitare i disturbi intestinali associati al cambio di stagione.

Utili in questo senso sono anche diversi prodotti, disponibili in farmacia o al supermercato, tra cui per esempio i probiotici. Si tratta di “batteri buoni” che vanno a rimpolpare la microflora batterica intestinale per ristabilire il giusto equilibrio tra microrganismi protettivi e microrganismi patogeni e potenzialmente dannosi.

Gli integratori con probiotici possono contenere diverse popolazioni di batteri, studiate in base alla ricerca in ambito gastro-enterico per individuare la combinazione che meglio supporta la digestione e il benessere del nostro apparato digerente. 

In caso di disturbi intestinali associati al cambio di stagione, l’assunzione di integratori alimentari a base di fermenti lattici ad azione probiotica, arricchiti con vitamine del gruppo B e zinco, possono fornire un aiuto concreto.

Non solo probiotici, quindi, ma anche minerali e vitamine: 

  • lo zinco, infatti, è importante per supportare il buon funzionamento del sistema immunitario
  • le vitamine del gruppo B sono fondamentali per il metabolismo energetico. 

In caso di disturbi dell’intestino associati al cambio di stagione, rivolgetevi al vostro medico o al farmacista, per farvi consigliare i prodotti e le terapie più adatte alla vostra situazione.

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Intestino

Lactoflorene Plus

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >