Mamma e bimbo

Impatto del microbioma su asma e malattie respiratorie

asma

L’asma è una delle malattie respiratorie più diffuse del mondo ed interessa in modo particolare i bambini. Ecco perché la ricerca mira sempre di più a individuare terapie preventive da mettere in pratica fin dai primi anni di vita, quando molti fattori vanno a favorire l’insorgenza dell’asma.

Tra questi fattori ricordiamo:

  • Parto cesareo
  • Uso di antibiotici durante la gravidanza
  • Allattamento con latte artificiale
  • Assenza di contatto tra la futura mamma e animali domestici

Questi fattori facilitano l’insorgenza di forme asmatiche nel bambino interagendo con il microbioma polmonare e intestinale.

Lactoflorene plus bimbi

Il microbioma polmonare e l’asma

A differenza di quanto si è sempre sostenuto in passato, grazie alle nuove tecniche è stato dimostrato che il polmone non è sterile: sulla base di questa scoperta ora i ricercatori vogliono capire quali funzioni abbia il microbioma polmonare nell’insorgenza e nello sviluppo delle patologie respiratorie. È ormai evidente che nei nostri polmoni ci sia una flora batterica, per l’appunto il microbioma polmonare, meno denso e differente rispetto a quella intestinale, tuttavia anch’esso passibile di alterazioni in caso di assunzioni di farmaci o in presenza di malattie.

Dagli studi emerge che nei soggetti sani il microbioma presente rende inospitale l’ambiente agli altri batteri, mentre negli asmatici le condizioni del microbioma sono tali da ridurre le difese e anzi creare nicchie che facilitano la colonizzazione da parte di batteri esterni che nei casi più gravi sono difficili da eliminare. Lo studio sul microbioma di pazienti asmatici ha rilevato, a differenza di quello dei soggetti sani, la presenza del phylum Proteobacteria e dello Streptococcus. Ciò fa supporre un loro coinvolgimento nella genesi dell’infiammazione cronica. Ora sono necessari nuovi studi per comprendere come gli antibiotici possono modificare il microbioma interferendo nella sua funzione immunitaria.

asma

Il microbioma intestinale e l’asma

È stato dimostrato che esiste un legame tra microbioma polmonare e intestinale, collegati per via ematica: i due microbioma, quindi, compartecipano nella risposta immunitaria. È stato calcolato che in un adulto la flora intestinale raggiunge il peso di 1,5 Kg, è dunque pari ad un “organo” e svolge numerose funzioni come la digestione, la sintesi di vitamine e di altre sostanze essenziali, la difesa da microorganismi dannosi. Da tempo è, inoltre, noto che il microbioma intestinale influisce sull’asma. Si pensa, infatti, che quattro tipi di batteri del microbiota intestinale Faecalibacterium, Lachnospira, Veillonella e Rothia siano valide difese contro l’asma.

Come proteggere il microbioma

Da tutto ciò emerge senza ombra di dubbio l’importanza del microbioma: è dunque fondamentale mantenerne l’equilibrio sia negli adulti che nei bambini, grazie all’assunzione di probiotici. Questi sono organismi vivi, che presi con regolarità apportano diversi benefici per la salute. Si insediano nell’intestino garantendo l’equilibrio della flora intestinale. I probiotici si alimentano con prebiotici, sostanze nutritive derivate da una dieta bilanciata e ricca di fibre.

Ti è piaciuto l'articolo?
* Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
* Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC
Ti è piaciuto l'articolo?
*Newsletter Voglio ricevere tutte le news di MBenessere!
*Privacy Policy Ho letto e accettato la Privacy Policy
  Informazioni commerciali Acconsento a ricevere comunicazioni commerciali da Montefarmaco OTC

Video

Mbenessere TV

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter