Home > Udito > Articoli > I tre rimedi naturali per migliorare l’udito
rimedi-naturali-per-migliorare-udito

Udito

I tre rimedi naturali per migliorare l’udito

Condividi:

L’udito è la capacità di percepire suoni e rumori che provengono dall’ambiente. Tale funziona è svolta dalle nostre orecchie, che captano le vibrazioni sonore e le trasmettono al cervello trasformandole in impulsi elettrici attraverso un complesso processo che avviene velocemente.

È quindi importante mantenere questa capacità in forma; per farlo possiamo ricorrere a rimedi naturali essenziali per migliorare l’udito.

Anatomia dell’orecchio

La struttura dell’orecchio può essere divisa in tre parti.

L’orecchio esterno: è formato dal padiglione auricolare che convoglia le onde sonore al condotto uditivo. Questo, incanalandole, le conduce al timpano attraverso il quale passano nell’orecchio medio.

L’orecchio medio: accoglie tre ossicini che captano le vibrazioni dei suoni trasmesse dal timpano e le inviano alla coclea, situata nell’orecchio interno.

L’orecchio interno: attraverso la coclea, un canale a forma di chiocciola nel quale si trova un liquido, trasmette le vibrazioni a piccole ciglia dette recettori del suono. Questi recettori trasformano le onde sonore in un impulso elettrico, poi inviato al cervello attraverso il nervo acustico.

Le orecchie sono organi preziosi che vanno salvaguardati dall’ambiente. Il condotto uditivo esterno, essendo a contatto con l’ambiente, è sottoposto ad aggressioni esterne e deve quindi essere protetto.

Come proteggere le nostre orecchie

Le nostre orecchie devono essere protette. Per far questo dobbiamo evitare:

  • rumori troppi forti;
  • musica troppo alta e per troppo tempo con le cuffie;
  • introduzione di oggetti che possano danneggiare il condotto uditivo;
  • colpi d’aria;
  • acqua nelle orecchie;
  • eccessiva pulizia delle orecchie;
  • uso improprio dei cotton fioc.

Oltre ad atteggiamenti impropri, l’abbassamento temporaneo dell’udito può essere causato dalla formazione del tappo di cerume.

Il cerume è una secrezione fisiologica che ha il ruolo di proteggere la struttura interna dell’orecchio ma, se prodotta in eccesso, può ostruire il canale uditivo e determinare un’alterazione della trasmissione delle onde sonore, con conseguente riduzione della capacità uditiva o alterazione della percezione dei suoni, con rimbombo o acufeni.

Il tappo di cerume può essere provocato da un eccessivo lavaggio delle orecchie, da un uso errato dei bastoncini per le orecchie o anche dall’introduzione di acqua nell’orecchio, magari in seguito a un tuffo, una nuotata o anche a una semplice doccia.

Importante dunque avere un certo riguardo ma, se questo non fosse sufficiente e si rendesse necessaria la rimozione del cerume, esistono dei rimedi naturali.

migliorare-udito

Tre rimedi naturali per migliorare l’udito

Per migliorare la capacità uditiva si rende necessaria la rimozione del tappo di cerume; per agevolarne la fuoriuscita è utile renderlo più morbido. A tale scopo è possibile utilizzare tre semplici rimedi naturali.

  1. Gocce a base di olio vegetale – L’olio, di mandorle o di oliva, è utile per diluire, ammorbidire e sciogliere il cerume. Basta collocare un paio di gocce di olio tiepido nelle orecchie, facendolo gocciolare nel condotto uditivo con un contagocce, prima di andare a dormire per tre o quattro sere consecutive. Assicurarsi che il tappo esca spontaneamente dal condotto uditivo, oppure eseguire un lavaggio che ne permetta la rimozione non traumatica. Per associare anche un’azione disinfettante, è possibile aggiungere all’olio qualche goccia di zenzero fresco spremuto, che ha un’azione antimicrobica e antivirale.
  1. Lavaggio auricolare con infuso di camomilla: la camomilla possiede attività antisettiche ed emollienti, pertanto risulta adatta per la eliminazione del tappo di cerume. Basta bollire 150 ml di acqua e unirvi i fiori secchi di camomilla, coprire e lasciare in infusione per 5-10 minuti. Quindi filtrare, lasciare raffreddare e procedere al lavaggio spruzzando il liquido tiepido tramite una siringa. In questo modo si va ad irrigare il condotto uditivo esterno che verrà così ben pulito.
  1. Glicerina: è un composto liquido fluido, inodore, in grado di lubrificare ed idratare. Aiuta quindi ad ammorbidire il cerume. Perché svolga la sua azione, la glicerina deve permanere nell’orecchio. Dopo aver inserito le gocce è quindi necessario coprire la parte esterna dell’orecchio e lasciare agire la glicerina per qualche minuto. Successivamente rimuovere il cerume sciolto per poi risciacquare il tutto con acqua tiepida per eliminare i resti di cerume. Se necessario ripetere l’operazione due giorni di fila, affinché si possa dissolvere completamente l’accumulo.

Se la problematica non si dovesse risolvere, meglio rivolgersi a un otorino che provvederà alla rimozione ed al lavaggio auricolare. Qualora il cerume fosse la conseguenza di un’otite batterica si rende necessario il consiglio del medico.

Fonti

https://www.tuttogreen.it/come-rimuovere-naturalmente-il-tappo-di-cerume/
https://viverepiusani.it/6-rimedi-fatti-casa-eliminare-cerume-dalle-orecchie/

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Udito