Home > Energia > Articoli > Cos’è l’arginina e come funziona
arginina-benefici

Energia

Cos’è l’arginina e come funziona

Negli ultimi anni è diventata sempre più diffusa grazie ai suoi molteplici effetti benefici e al suo alto grado di tollerabilità, visto che in un soggetto sano può essere assunta per periodi medio lunghi con basso rischio di controindicazioni.

L’arginina ha una grandissima importanza nel funzionamento del nostro corpo: è un aminoacido naturalmente presente nel nostro organismo, che assume un ruolo chiave in alcuni momenti fisiologici della vita. I suoi benefici sono moltissimi e tangibili, scopriamoli insieme. Quali sono i benefici dell’arginina? 

Gli effetti benefici dell’arginina

Essenziale, fra le altre cose, per la crescita e per il recupero muscolare, l’arginina è un aminoacido naturalmente contenuto nelle proteine e con diverse caratteristiche.

Una volta presente nell’organismo, l’arginina viene convertita in ossido nitrico, una molecola che coadiuva la dilatazione dei vasi sanguigni e favorisce quindi un miglior flusso di sangue. Per questa sua attività sull’ossido nitrico, l’arginina può essere consigliata in caso di problematiche come l’ipertensione e come coadiuvante alle terapie per patologie cardiovascolari (sempre sotto monitoraggio medico). Secondo alcuni studi, questo aminoacido potrebbe avere una funzione nel contribuire alla prevenzione della demenza senile, del raffreddore, di alcune forme di infiammazione e anche nel miglioramento delle performance atletiche e delle prestazioni del sistema immunitario.

effetti-benefici-arginina-mbenessere

Tutti gli effetti benefici dell’arginina sul corpo

L’arginina è un aminoacido essenziale per i bambini, utilissima nelle prime fasi di vita perché stimola il rilascio dell’ormone della crescita. Nei soggetti adulti, invece, viene fisiologicamente sintetizzata dall’organismo sia a livello epatico che renale.

Normalmente un adulto che segue una dieta completa assume tra i 3,5 e i 5 g al giorno di arginina tramite l’alimentazione, mangiando cibi come mandorle, noci, nocciole, arachidi e legumi ma anche riso, carne e tuorlo d’uovo: l’assunzione regolare di questi alimenti è di base sufficiente per garantire a ciascun individuo un buon apporto di arginina. Ci sono però delle particolari condizioni in cui anche l’adulto può trarre un certo beneficio dall’assunzione di questo aminoacido attraverso integratori. La supplementazione è particolarmente utile è in caso di alcune patologie, traumi e ustioni importanti, ma è anche molto apprezzata da chi fa attività sportiva ad alti livelli: l’arginina, infatti, è detossinante e aiuta a smaltire l’ammoniaca che si forma in seguito a uno sforzo muscolare intenso e a prevenire il classico senso di stanchezza ad esso correlato. 

Ma vediamo quali sono tutte le situazioni in cui l’arginina può essere utile in età adulta:

Funzioni cardiovascolari

L’arginina avrebbe un effetto diretto sulle pareti vascolari: ecco perché può essere utile nelle persone che hanno problemi cardiocircolatori.

Fertilità

Grazie sempre al suo effetto vasodilatatore, l’arginina può contribuire a migliorare la motilità e la qualità degli spermatozoi.

Disfunzione erettile

Aggiungere un riferimento alla questione 

Traumi

È stato dimostrato come l’arginina ha un ruolo nel facilitare la ripresa strutturale e funzionale del tessuto leso. Studi scientifici hanno dimostrato che la sua attività è preziosa dopo grandi interventi chirurgici, ferite molto estese o gravi ustioni.

Immunità

In caso di indebolimento del sistema immunitario, ad esempio durante i periodi di convalescenza, può essere utile nella ripresa.

Sport

Il ruolo antiossidante dell’arginina, dovuto all’aumento di produzione di ossido nitrico, si rivela prezioso soprattutto per le sessioni di allenamento particolarmente intense o le competizioni prolungate. Se si vuole migliorare le proprie prestazioni sportive, sarebbe consigliata l’assunzione dell’arginina circa 30 minuti prima dell’allenamento. Oltre a una maggiore potenza, si avvertirà un supporto attivo durante tutta la sessione. Il dosaggio più comune a fini sportivi è di 3 grammi di arginina al giorno.

Salute dei capelli

L’arginina è risultata utile anche nel combattere la caduta dei capelli, perché la sua azione vasodilatatrice ha l’effetto di garantire la corretta irrorazione del cuoio capelluto, senza contare che la sua funzione di stimolazione della produzione di proteine è fondamentale per il corretto sviluppo del follicolo. Ecco perché l’integrazione di arginina è consigliata per il supporto della crescita dei capelli e per chi ha problemi di caduta. Non solo: anche chi usa tinture per capelli o sottopone frequentemente la chioma al calore del phon può trarne vantaggio; se applicata localmente, infatti, difende i capelli dagli stress provocati dagli agenti esterni.

Arginina contro la stanchezza, come sfruttare i suoi effetti

L’arginina ha pure il prezioso compito di contribuire al mantenimento del benessere fisico e mentale. In caso di particolare stress psicofisico – dovuto per esempio a cambiamenti di stile di vita, situazioni di stress eccessivo o una dieta scorretta protratta per molto tempo – questo aminoacido può non essere più presente in quantità sufficiente nel corpo. Assumere un integratore a base di arginina aiuta a combattere la stanchezza e l’affaticamento e aiuta il corpo a riappropriarsi delle forze di cui necessita, oltre a mantenere la concentrazione e favorire un sonno sereno e riposante. 

Ovviamente, il dosaggio e l’orario di assunzione cambiano a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere. Se l’arginina è usata per scopi clinici, è necessario attenersi alle indicazioni del medico curante.

In soggetti che soffrono di particolari patologie, come asma, allergie respiratorie, cirrosi, problemi renali e malattie cardiache, l’arginina deve essere assunta solo previa autorizzazione del medico.

Fonti

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Energia