Home > Energia > Articoli > Sei consigli su come combattere la pressione bassa in estate
come-combattere-la-pressione-bassa-in-estate

Energia

Sei consigli su come combattere la pressione bassa in estate

Condividi:

Può capitare che, con il caldo, ci si senta particolarmente deboli e stanchi, o magari di avvertire vertigini, capogiri e talvolta avere anche dei mancamenti. Frequentemente, alla base di tutto questo c’è una condizione di ipotensione, ossia di livelli di pressione arteriosa che scendono al di sotto dei valori ideali. A determinare questa diminuzione è proprio il caldo. Non si tratta di una problematica grave ma è consigliato un intervento tempestivo per evitare svenimenti, con conseguenti cadute, e quindi il rischio di farsi male. Per combattere la pressione bassa in estate possiamo seguire alcuni accorgimenti.

Briovitase orange integratori

Combattere la pressione bassa in estate

Considerato che il caldo provoca un abbassamento pressorio possiamo intervenire nei seguenti modi:

  1. Mantenere l’organismo ben idratato reintegrando un quantitativo d’acqua sufficiente a compensare i liquidi persi con la sudorazione provocata dal caldo eccessivo. Utilizzare bevande fresche ma non ghiacciate
  2. Evitare le ore maggiormente calde per limitare la sudorazione
  3. Se si percepisce un caldo eccessivo, bagnare i polsi e le tempie con acqua fredda per dare sollievo all’organismo, e per attivare quei riflessi a carico del sistema nervoso autonomo che determinano un lieve       aumento della pressione
  4. Indossare abiti di cotone per permettere all’organismo di traspirare e smaltire calore.
  5. Bere il caffè che, grazie alla sua azione vasocostrittrice aiuta al rialzo pressorio; con l’aggiunta di zucchero diventa anche una fonte di energia
  6. Assumere integratori di sali minerali, in particolare di magnesio e potassio, indispensabili per un corretto funzionamento del nostro organismo e per la produzione di energia.

Integratori salini per la pressione bassa

La pressione bassa non è pericolosa, spesso è transitoria e si risolve spontaneamente magari anche grazie alle temperature in calo. Proprio per questo non esiste una vera e proprio cura. Questo però non vuol dire che non sia necessario intervenire; infatti l’ipotensione è comunque un segnale che il nostro organismo lancia per comunicarci che qualcosa non va. Sicuramente una cosa che non va è che la ipersudorazione ha portato a una elevata eliminazione di sali minerali, sostanze essenziali per il benessere dell’organismo. Essendo importanti, una loro carenza viene segnalata dal nostro fisico affinché si possa correre ai ripari. Ecco allora che gli integratori salini a base di magnesio e potassio possano rappresentare una vera e propria soluzione del problema.

Un integratore rispetta le dosi di sali minerali necessarie previste senza rischi di sovradosaggi. Gli integratori salini possono contenere solo magnesio e potassio, oppure essere associati ad altri attivi come ad esempio estratto concentrato di arance rosse ROC® (Red Orange Complex) per completarne la loro azione. Assunti regolarmente mantengono l’organismo idratato e ben bilanciato.

Elaborati per facilitare la somministrazione, si sciolgono in acqua e hanno un buon sapore. Se aromatizzati alla menta, lasciano pure una piacevole sensazione di freschezza.

pressione-bassa-integratori-salini-caffe-sali-minerali

Quali sono i sali minerali?

I sali minerali sono sostanze essenziali che possiamo assumere con gli alimenti e vengono classificati in base alla quantità di cui il nostro organismo necessita.

  • Macroelementi: bisogna assumerne almeno 100 mg al giorno. Sono il calcio, il magnesio, il potassio, il fosforo, il cloro, il sodio e lo zolfo
  • Microelementi: dobbiamo assumerne una quantità compresa tra 1 e 100 mg. Sono lo zinco, il fluoro, lo iodio, il manganese, il ferro e il silicio.

Una corretta assunzione di sali minerali permette:

  • un ottimale sviluppo di organi e tessuti;
  • il mantenimento dell’equilibrio salino;
  • la produzione di energia necessaria all’organismo.

Da assumere quindi, non solo in caso di malessere percepito, ma anche in previsione del caldo per tenere il nostro corpo ben idratato e pronto ad affrontare temperature elevate.

I sali minerali più importanti nel periodo estivo, e quando si ha una sudorazione eccessiva, sono il magnesio e il potassio, che aiutano a regolare il bilanciamento idrosalino e permettono all’organismo di ottenere energia.

Fonti:

Scopri tutti i contenuti dedicati a

Energia

Briovitase Orange

X PubblicitàSCOPRI IL NOSTRO CONSIGLIO >