Mbenessere | Energia | L’eccessiva sudorazione: cause, conseguenze e rimedi
Energia

L’eccessiva sudorazione: cause, conseguenze e rimedi

sudorazione eccessiva

Soffrite di eccessiva sudorazione? Scopriamo quali sono le possibili cause e come porvi rimedio.

Il sudore

Sudare è naturale e fa bene, è il modo con cui l’organismo regola la propria temperatura ed elimina le tossine.

In genere, in circostanze normali, con la sudorazione si perdono circa 0,5 litri di sudore al giorno, che però possono arrivare anche a due all’ora in caso di temperature elevate o di intensa attività fisica. È una sudorazione considerata normale e fisiologica.

Il sudore è composto principalmente da acqua, ioni (potassio, sodio, cloro e magnesio) e urea, ha un PH leggermente acido e viene secreto dalle oltre tre milioni di ghiandole sudoripare sparse sulla nostra superficie cutanea, concentrate prevalentemente nelle ascelle, sotto la pianta dei piedi, sui palmi delle mani, vicino ai genitali, sulla fronte e sul cuoio capelluto.

Iperidrosi: definizione e cause

Si parla di sudorazione eccessiva, o iperidrosi, in presenza di una condizione patologica per cui la produzione di sudore è eccessiva e supera abbondantemente quella normale.

Le cause dell’eccessiva sudorazione sono riconducibili a fattori ambientali o fisici e tra i più comuni troviamo alterazioni dello stato di benessere mentale, quali ansia o stress, oppure patologie come ipertiroidismo e obesità, menopausa e squilibri ormonali di varia natura. Anche alcuni farmaci hanno come effetti collaterali un aumento della sudorazione, in altri casi l’iperidrosi è tipica di stati febbrili dovuti a influenza, infezioni batteriche o virali, presenza di certi tumori (come la leucemia e i linfomi).

Visto che l’iperidrosi è una condizione che procura disagio, per risolvere il problema vanno ricercate per prima cosa le cause che provocano l’eccessiva sudorazione, solo così sarà possibile trovare i rimedi migliori.

Sudorazione eccessiva

I rimedi per la sudorazione eccessiva

Cercare di abbassare la temperatura è il primo suggerimento e se non è possibile raggiungere un posto più fresco, va scelto con cura l’abbigliamento. Capi larghi, sovrapponibili, in fibre naturali (sono da preferire il cotone e il lino) sono senz’altro un buon rimedio per contrastare un aumento di temperatura e la conseguente sudorazione eccessiva.

Se l’iperidrosi è scatenata da problemi quali stress o ansia, possono essere utili dei rimedi farmacologici, come ansiolitici e sedativi, da prendere però sotto stretto controllo medico e solo se la sudorazione eccessiva è davvero invalidante. Rimangono sempre validi i rimedi naturali per combattere stress e ansia: utilizzare oli essenziali, praticare sport e yoga in particolare.

Gli integratori salini

In generale, è sempre una buona cosa, in caso di sudorazione eccessiva, assumere integratori a base di magnesio e potassio (e se possibile anche di sodio e cloro), in quanto sono proprio questi elementi che vengono persi in maggiore quantità con il sudore. La loro carenza nell’organismo provoca affaticamento, crampi e dolori muscolari. Sicuramente è vero che magnesio e potassio sono presenti anche negli alimenti, dunque, per quanto riguarda il magnesio, è buona abitudine mangiare insalata verde e noci, ad esempio, mentre per il potassio frutta, legumi e verdure in generale. Un’alimentazione corretta, però, non sempre è sufficiente e allora è necessario ricorrere, appunto, a degli integratori salini contenenti magnesio, potassio e, eventualmente, anche vitamine, glucosio e altri sali minerali (calcio, ferro e fosforo soprattutto).

Il magnesio aiuta a mantenere normale e costante l’attività muscolare, oltre che sostenere il benessere di ossa e denti, svolge inoltre una funzione regolatrice dell’umore in quanto tiene sotto controllo il corretto funzionamento del sistema nervoso. Il potassio, invece, è molto importante per mantenere normale e costante la pressione sanguigna e dunque evitare sintomi quali sonnolenza, debolezza, muscolare, stati confusionali.

Sodio e cloro risultano importanti in quanto regolano quantità e ripartizione dell’acqua all’interno delle cellule, il sodio, in particolare, trattiene l’acqua, mentre il già menzionato potassio tende ad eliminarla, garantendo così il giusto equilibrio.

Sudorazione eccessiva: rimedi più drastici

Un rimedio più duraturo è offerto dalla ionoforesi, una tecnica medica che si pratica a livello ambulatoriale e che ha lo scopo di otturare per qualche tempo i condotti delle ghiandole sudoripare, diminuendo così la sudorazione.

Altre due tecniche, più invasive, sono rivolte a chi soffre del problema in maniera piuttosto acuta: l’utilizzo della tossina botulinica e la chirurgia. La prima blocca la secrezione del sudore agendo sui muscoli delle ghiandole sudoripare, mentre con la chirurgia si eliminano direttamente e in maniera definitiva alcune ghiandole.

 

Autori

Consulenti scientifici Blogger e specialisti

Iscriviti alla newsletter